Fondazione Cesare Serono
FONDAZIONE CESARE SERONO

L'informazione è salute

Come i malati percepiscono la probabilità di guarigione dopo un intervento chirurgico per tumori del colon-retto o del polmone

Notizia |time pubblicato il
Come i malati percepiscono la probabilità di guarigione dopo un intervento chirurgico per tumori del colon-retto o del polmone

Uno studio ha valutato le aspettative dei malati riguardo alla guarigione di tumori del colon e del retto o del polmone dopo intervento chirurgico. I risultati suggeriscono la necessità di un’interazione più stretta fra malati e medici nel condividere cure e obiettivi.

Potrebbe interessarti anche…

Kim e colleghi si sono posti l’obiettivo di studiare le aspettative che i malati riponevano nell’intervento chirurgico  in termini di guarigione di un tumore del colon e del retto o del polmone. Fra il 2003 e il 2005 un totale di 3954 persone sottoposte ad asportazione chirurgica di cancro del polmone (30.3%) o del colon e del retto (69.7%) e stato individuato in un archivio di dati raccolti in diverse parti degli Stati Uniti. Circa l’80.0% delle persone con cancro del polmone e l’89.7% di quelle con tumore del colon-retto hanno espresso la convinzione che l’intervento chirurgico avrebbe eliminato il cancro dal quale erano affette. In particolare tale convinzione l’ha espressa il 57.4% e il 79.8% di chi aveva cancro, rispettivamente del polmone e del colon-retto, di stadio IV e quindi grave. Da analisi più approfondite è emerso che la percezione di una guarigione dovuta all’intervento aveva una frequenza doppia nei soggetti con tumore del colon e del retto, rispetto a quelli con neoplasie del polmone. Credevano poco nell’efficacia della chirurgia nel guarire la loro malattia le femmine con tumori in stadio avanzato, nubili e che avevano molte malattie associate. Con una certa sorpresa si è rilevato che livello di istruzione, funzionalità fisica e copertura dell’assistenza sanitaria non influenzavano la percezione della guarigione. Le persone che riportavano un miglior livello di comunicazione e di condivisione delle decisioni con il medico o con la famiglia avevano più di frequente la percezione di un effetto curativo dell’intervento chirurgico. Al contrario quelli che segnalavano che le decisioni relative alla malattia erano maggiormente sotto il controllo dei medici e della famiglia che di loro stessi, più raramente si aspettavano di guarire con l’intervento.

Gli autori hanno concluso raccomandando che i malati siano sempre più coinvolti nelle scelte e nelle decisioni che li riguardano.

Tommaso Sacco

Fonte: Patient perceptions regarding the likelihood of cure after surgical resection of lung and colorectal cancer; Cancer. 2015 Jun 19