L’importanza della comunicazione nella cura dei tumori della testa e del collo

Notizia |
Fact checked
L’importanza della comunicazione nella cura dei tumori della testa e del collo

Specialisti italiani hanno eseguito un’indagine per verificare il livello di conoscenza e di applicazione delle tecniche di comunicazione nella gestione quotidiana delle persone con tumori della testa e del collo. I risultati hanno indicato che una maggiore diffusione e un aggiornamento sul counseling può migliorare l’interazione fra i medici coinvolti nella gestione dei malati e tra loro e i malati.

Potrebbe interessarti anche…

I tumori della testa e del collo costituiscono un insieme eterogeneo di neoplasie che richiedono terapie complesse e il contributo di vari specialisti. Nonostante i progressi nell’applicazione di nuove cure, ci sono ancora ampi margini di miglioramento per la prognosi di questi tumori, soprattutto per l’elevata frequenza di diagnosi in stadi avanzati della neoplasia e di recidive. Circa il 50% di soggetti con malattia localmente avanzata può sviluppare recidive locali o a distanza, entro due anni dal primo ciclo di cure. In questo sottogruppo di malati è fondamentale ottimizzare la comunicazione con il personale sanitario di riferimento, per ridurre l’impatto della malattia e per migliorare la qualità dell’assistenza e quella della vita di chi ne è affetto. Una delle basi di un corretto rapporto fra medico e malato è la condivisione delle decisioni su diagnosi e cure, ponendo la massima attenzione nell’evitare aspettative realistiche sui risultati delle terapie e chiarendo gli effetti indesiderati che queste possono provocare. A rendere difficile la piena condivisione delle strategie di gestione dei tumori della testa e del collo è anche il coinvolgimento di diversi specialisti, data la necessità di applicare un approccio multidisciplinare. A complicare il quadro generale c’è anche la tendenza di molti clinici a ritenersi comunicatori migliori di quanto i loro assistiti percepiscano. Per verificare il livello di comunicazione di specialisti coinvolti nella gestione di persone con tumori della testa e del collo, Addeo e colleghi hanno eseguito un’indagine su 19 specialisti operanti in Centri dell’Italia meridionale. Per farlo hanno usato un questionario anonimo online con quesiti mirati a verificare il livello di conoscenza e di applicazione delle tecniche di comunicazione nella pratica clinica quotidiana di questi medici. I risultati hanno indicato che la maggior parte dei partecipanti all’indagine, 18 su 19 (95%), considera essenziale la partecipazione del malato nella scelta delle cure. D’altra parte, i principali ostacoli nell’instaurare un’interazione effettiva ed efficace tra medico e persona affetta dal tumore sono la mancanza di tempo e la carenza di personale, ma anche la necessità di una migliore organizzazione che vada oltre l’attuale modalità di gestione multidisciplinare.

Nelle conclusioni gli autori hanno evidenziato che, secondo i risultati della loro indagine, sarebbe necessario stimolare una maggiore preparazione e un aggiornamento sugli strumenti del counseling, per migliorare la comunicazione tra i medici coinvolti nella gestione multidisciplinare e tra essi e i malati di tumori della testa e del collo.       

Fact checking

Fact checking disclaimer

ll team di Fondazione si impegna a fornire contenuti che aderiscono ai più alti standard editoriali di accuratezza, provenienza e analisi obiettiva. Ogni articolo è accuratamente controllato dai membri della nostra redazione. Inoltre, abbiamo una politica di tolleranza zero per quanto riguarda qualsiasi livello di plagio o intento malevolo da parte dei nostri scrittori e collaboratori.

Tutti gli articoli di Fondazione Merck Serono aderiscono ai seguenti standard:

  • Tutti gli studi e i documenti di ricerca di cui si fa riferimento provengono da riviste o associazioni accademiche di riconosciuto valore, autorevoli e rilevanti.
  • Tutti gli studi, le citazioni e le statistiche utilizzate in un articolo di notizie hanno link o riferimenti alla fonte originale.
  • Tutti gli articoli di notizie devono includere informazioni di base appropriate e il contesto per la condizione o l'argomento specifico.