La stipsi cronica è un fattore di rischio del cancro del colon-retto?

Parere degli esperti |
Fact checked
La stipsi cronica è un fattore di rischio del cancro del colon-retto?

Gli articoli della sezione "Il parere degli esperti" riguardano alcuni fra gli argomenti più importanti e dibattuti delle rispettive aree cliniche. Dato il livello di approfondimento raggiunto, i testi possono contenere termini e concetti molto complessi. L’utilizzo del glossario potrà essere di aiuto nella comprensione di questi articoli e altri contenuti del sito, più divulgativi, contribuiranno a chiarire gli argomenti trattati.


Un gruppo internazionale di esperti ha eseguito uno studio su scala nazionale per verificare la relazione tra stipsi cronica e cancro del colon-retto. I risultati hanno indicato che la stipsi cronica non è associata alla comparsa della neoplasia.

Potrebbe interessarti anche…

Si stima che, a livello mondiale, la stipsi cronica nella popolazione adulta abbia una frequenza del 15% e si ritiene che la sua prevalenza sia maggiore nelle persone con un livello socio-economico più basso e in quelle più avanti in età. La frequenza del cancro del colon-retto, sempre a livello globale, non è molto diversa, in quanto si osserva in 1 individuo su 10 e aumenta nelle stesse tipologie di soggetti citate per la stipsi. Tra i meccanismi che potrebbero correlare le due malattie c’è il rallentato transito del materiale fecale nell’intestino, che aumenterebbe il tempo di contatto fra sostanze cancerogene e mucosa del colon e del retto. D’altra parte, non esistono dati certi che indichino la stipsi cronica come fattore di rischio del cancro del colon-retto e la stipsi può essere uno dei sintomi con i quali si presenta questo tumore. Per fare chiarezza sui rapporti tra queste due malattie, Staller e colleghi hanno eseguito uno studio di popolazione su 41.299 casi di cancro del colon-retto, diagnosticati con biopsia, che erano stati registrati in Svezia tra il luglio 2007 e il dicembre 2016. Come gruppo di confronto sono stati considerati 203.181 soggetti della popolazione generale, non affetti dalla neoplasia, ma simili per età e sesso. La diagnosi di stipsi è stata definita in base alla presenza, nel Registro dei Farmaci Prescritti, di 2 o più prescrizioni di lassativi con un periodo di almeno 6 mesi trascorso tra la prima e l’ultima prescrizione. Con un metodo statistico definito regressione logistica, gli autori hanno confrontato la frequenza di diagnosi stipsi cronica, così formulata, nelle persone che in seguito hanno sviluppato il cancro del colon-retto, con quella della stessa diagnosi rilevata nel gruppo di controllo che includeva soggetti non affetti dal tumore. In un’altra analisi sono stati inseriti i casi di cancro del colon-retto che sono stati confrontati con fratelli non affetti dalla neoplasia e quelli con una diagnosi specialistica di stipsi cronica che aveva preceduto l’individuazione della neoplasia. Complessivamente, 3943 persone con cancro del colon-retto hanno soddisfatto i criteri per la diagnosi di stipsi cronica precedente alla neoplasia. La frequenza di stipsi cronica è stata del 9.5% nei soggetti con tumore del colon-retto e dell’8.8% nel gruppo di controllo. Dopo le correzioni previste dall’analisi multivariata, si è ottenuta una modesta associazione tra stipsi cronica e successivo cancro del colon-retto (rapporto di probabilità 1.10; intervallo di confidenza al 95% 1.06-1.14), che non si è più rilevata usando come comparatori i fratelli ed eliminando così fattori confondenti residui (rapporto di probabilità 1.04; intervallo di confidenza al 95% 0.97-1.13). In un’analisi di sensibilità eseguita su 126.650 malati di cancro del colon-retto diagnosticati dal 1989 al 2016 non si sono rilevate associazioni tra la precedente presenza di stipsi cronica e la successiva diagnosi di neoplasia formulata da strutture specialistiche (rapporto di probabilità 0.88; intervallo di confidenza al 95% 0.75-1.04).

Nelle conclusioni gli autori hanno evidenziato che i risultati del loro studio non hanno dimostrato relazioni tra stipsi cronica e cancro del colon-retto.   

Fact checking

Fact checking disclaimer

ll team di Fondazione si impegna a fornire contenuti che aderiscono ai più alti standard editoriali di accuratezza, provenienza e analisi obiettiva. Ogni articolo è accuratamente controllato dai membri della nostra redazione. Inoltre, abbiamo una politica di tolleranza zero per quanto riguarda qualsiasi livello di plagio o intento malevolo da parte dei nostri scrittori e collaboratori.

Tutti gli articoli di Fondazione Merck Serono aderiscono ai seguenti standard:

  • Tutti gli studi e i documenti di ricerca di cui si fa riferimento provengono da riviste o associazioni accademiche di riconosciuto valore, autorevoli e rilevanti.
  • Tutti gli studi, le citazioni e le statistiche utilizzate in un articolo di notizie hanno link o riferimenti alla fonte originale.
  • Tutti gli articoli di notizie devono includere informazioni di base appropriate e il contesto per la condizione o l'argomento specifico.