Una guida per il caregiver in Oncologia

Notizia |
Una guida per il caregiver in Oncologia

L’AIOM (Associazione Italiana di Oncologia Medica) ha pubblicato un opuscolo per aiutare i caregiver in oncologia.

Potrebbe interessarti anche…

La diagnosi di un tumore per una famiglia è sempre una notizia devastante, ed anche i familiari ne subiscono le conseguenze. Loro sono le uniche persone sulle quali il malato può contare, non solo per le attività quotidiane ma anche per gli aspetti pratici come essere accompagnato all’ospedale, parlare con i medici, comprare le medicine, informarsi sugli effetti collaterali delle cure, espletare le pratiche burocratiche. Il caregiver sarà poi quello che terrà la mano al malato e cercherà di tirargli su l’umore nei momenti di bisogno e di sconforto.

L’AIOM, da sempre al fianco dei tre milioni di caregiver, ha voluto “porre attenzione a queste persone, alle loro domande e difficoltà per aiutarle nel percorso di accompagnamento del paziente oncologico”, scrive Fabrizio Nicolis, Presidente Fondazione AIOM, nell’introduzione. “Perché non si sentano isolate e per alleggerire il loro carico di pensieri e preoccupazioni. Questa pubblicazione nasce dal contributo e dall’esperienza di oncologi, infermieri, psicologi, assistenti sociali, amministrativi. È una traccia per far capire che, anche se tutti devono guardare il paziente, i caregiver non possono rimanere “invisibili”.

La Guida, oltre a dare indicazioni sugli aspetti burocratici, dà anche consigli pratici su alimentazione, idratazione, cura dell’igiene, e spiega le terapie e gli effetti collaterali.

La guida è disponibile sul sito dell’AIOM a questo link.

Simon Basten

Fonte: Aiom

Fact checking

Fact checking disclaimer

ll team di Fondazione si impegna a fornire contenuti che aderiscono ai più alti standard editoriali di accuratezza, provenienza e analisi obiettiva. Ogni articolo è accuratamente controllato dai membri della nostra redazione. Inoltre, abbiamo una politica di tolleranza zero per quanto riguarda qualsiasi livello di plagio o intento malevolo da parte dei nostri scrittori e collaboratori.

Tutti gli articoli di Fondazione Merck Serono aderiscono ai seguenti standard:

  • Tutti gli studi e i documenti di ricerca di cui si fa riferimento provengono da riviste o associazioni accademiche di riconosciuto valore, autorevoli e rilevanti.
  • Tutti gli studi, le citazioni e le statistiche utilizzate in un articolo di notizie hanno link o riferimenti alla fonte originale.
  • Tutti gli articoli di notizie devono includere informazioni di base appropriate e il contesto per la condizione o l'argomento specifico.