Fondazione Cesare Serono
FONDAZIONE CESARE SERONO

L'informazione è salute

Efficienza della funzione cardiorespiratoria e frequenza dei cancri del polmone e del colon-retto

Notizia |time pubblicato il
Efficienza della funzione cardiorespiratoria e frequenza dei cancri del polmone e del colon-retto

Un gruppo internazionale di esperti ha valutato la relazione fra funzione cardiorespiratoria e prevalenza di due fra i tumori più comuni, quello del colon-retto e quello del polmone. I risultati hanno dimostrato che una migliore funzione cardiorespiratoria si è associata a un minore rischio di comparsa delle due neoplasie e a una minore probabilità di decesso.

Potrebbe interessarti anche…

Marshall e colleghi hanno realizzato uno studio su 49.143 soggetti che si sono sottoposti a una prova da sforzo dal 1991 al 2009. L’età delle persone esaminate era compresa fra 40 e 70 anni, all’inclusione non avevano tumori e si sono sottoposti a un programma di esercizio fisico proposto da un Centro di Detroit, negli Stati Uniti. La funzione cardiorespiratoria, cioè quella che considera l’efficienza dell’apparato cardiovascolare di quello respiratorio, è stata misurata con opportuni parametri e classificata con i seguenti punteggi: <6, da 6-9, 10-11, e ≥12. La frequenza di comparsa dei tumori in questa popolazione di soggetti è stata calcolata sulla base dei dati del registro del cancro e di quelli sulla mortalità dell’archivio nazionale dei decessi degli Stati Uniti. I partecipanti avevano un’età media di 54 ± 8 anni, il 46% era di sesso femminile, il 64% era bianco, il 29% nero e l’1% ispano-americano. La durata mediana del periodo di osservazione è stata di 7.7 anni. Sono stati applicati opportuni metodi statistici che hanno permesso di tenere conto, nel valutare l’impatto delle attività fisica, di età, razza, sesso, Indice di Massa Corporea, storia di abitudine al fumo e di diabete. I risultati hanno indicato che, nei soggetti che avevano la migliore efficienza cardiorespiratoria, si è rilevata una riduzione del 77% di rischio di cancro del polmone (rapporto di rischio 0.39; IC 95% 0.23-0.66). Fra quelli nei quali è stata formulata una diagnosi di cancro del colon-retto o di cancro del polmone negli anni successivi alla prova da sforzo, i soggetti con una migliore funzione cardiorespiratoria hanno avuto un minore rischio di decesso, rispettivamente del 44% (rapporto di rischio 0.56; IC 95% 0.32-1.00) e dell’89% (rapporto di rischio 0.11; IC 95% 0.03-0.37), a seconda del tumore dal quale erano affetti.

Nelle conclusioni gli autori evidenziano che la loro ricerca è stata la più ampia che abbia valutato la relazione fra efficienza della funzione cardiorespiratoria e sviluppo di tumori. Nell’insieme, i risultati hanno indicato che, nelle persone che hanno una maggiore efficienza di tale funzione, c’è un minore rischio di sviluppo di neoplasie del polmone e del colon-retto e, quando esse si presentano, c’è una minore probabilità di decesso.              

Tommaso Sacco

Fonte: Cardiorespiratory fitness and incident lung and colorectal cancer in men and women: Results from the Henry Ford Exercise Testing (FIT) cohort; Cancer, 2019 May 6.