MENU SEZIONE
MENU SEZIONE

Cosa deve e cosa non deve mangiare un malato di cancro?

Intervista

PUBBLICATO

Cosa deve e cosa non deve mangiare un malato di cancro?

Cosa deve e cosa non deve mangiare un malato di cancro? Anche a questa domanda a Francesco Leonardi, oncologo e Direttore del Dipartimento di Oncologia Medica dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma dà risposte controcorrente. Non elenca cibi benefici e proibiti. Piuttosto chiarisce l’obiettivo prioritario: mantenere un livello di nutrizione tale da fronteggiare al meglio la malattia e sostenere le cure. Che non sia facile ottenerlo è evidente, perché molte forme di tumore limitano in vario modo l’assunzione degli alimenti e le terapie possono anch’esse influire negativamente sull’appetito e sull’introduzuone del cibo. D’altra parte, solo uno stato di nutrizione adeguato permette di affrontare le cure stesse, vivendo la vita più normale possibile e, ad esempio, facendo anche un po’ di attività fisica, compatibilmente con lo stato generale di salute. Così come nella prevenzione dei tumori, anche nella gestione dell’alimentazione del malato di cancro non esistono ricette miracolose e integratori rivoluzionari, se si fa riferimento a ricerche serie e ben fatte. Malato e medico, insieme, cercheranno le soluzioni migliori, caso per caso e nelle diverse fasi della malattia. Francesco Leonardi aggiunge che, nei maggiori Centri di oncologia, i consigli per l’alimentazione dei malati sono parte integrante del supporto che essi ricevono. C’è da sperare che ciò venga esteso a tutti gli ambiti clinici dove si gestisce la malattia.

Redazione Fondazione Cesare Serono