Fondazione Cesare Serono
FONDAZIONE CESARE SERONO

L'informazione è salute

Sintomi del tumore del colon-retto

Sintomi del tumore del colon-retto

I sintomi del tumore del colon  sono spesso aspecifici, e comuni a molte altre patologie intestinali e non. Essi possono comprendere:

Potrebbe interessarti anche…

  • presenza di sangue e/o muco nelle feci. Se il sangue è visibile come sangue rosso-vivo si parla di rettorragia;
  • alterazioni dell'alvo, con comparsa di diarrea e/o di stipsi;
  • sensazione di evacuazione incompleta dopo avere evacuato, che è definita, in termini medici, tenesmo;
  • dolenzia addominale: un dolore intenso spesso non è provocato dal tumore, ma dalle complicanze che ha esso ha indotto;
  • perdita di peso;
  • astenia;
  • anemia.

Alcuni sintomi dipendono dalla sede del tumore. Le feci che arrivano nel colon di sinistra sono più solide, perché ne è stata riassorbita un’importante quota di acqua nei tratti di intestino più a monte. Per questo, se il cancro è localizzato in questo tratto, è più frequente che la progressione delle feci sia difficile e che compaia la stipsi, che peggiora nel tempo, fino all’occlusione intestinale. Se la neoplasia è nel retto e sanguina, è più spesso rilevabile sangue rosso vivo durante l’evacuazione. Viceversa, se sanguina un tumore del colon di destra, il sangue evacuato non è altrettanto evidente e si rilevano piccole perdite croniche che si definiscono stillicidio. Ad ambedue le forme di sanguinamento si può comunque associare anemia. È facile comprendere che le neoplasie che si sviluppano nel colon ascendente danno segni meno evidenti e più tardivi. Ciò fa sì che siano individuate più tardivamente e quando sono in stadi più avanzati.

Come premesso, i sintomi del cancro del colon-retto sono spesso aspecifici, cioè attribuibili anche a tante altre malattie, o tardivi, vale a dire che, quando compaiono, la malattia è già in uno stadio avanzato. Per una diagnosi precoce del cancro del colon-retto, quindi, non si può far affidamento su di essi. D’altra parte, quando i sintomi si presentano, non vanno assolutamente sottovalutati. Ad esempio, il rilievo di un qualsiasi sanguinamento dal retto in soggetti con più di 50 anni, deve essere seguito sempre da un approfondimento delle indagini e non va mai dato per scontato che sia dovuto a una patologia benigna, come ad esempio all’infiammazione delle emorroidi.

Vedere anche nella sezione Il tumore del colon-retto

Tommaso Sacco

Bibliografia:

  1. I numeri del cancro in Italia 2017, AIOM-AIRTUM
  2. Linee guida AIOM (Associazione Italiana di Oncologia Medica) tumori del colon-retto, edizione 2017