Le metastasi da cancro del colon-retto

Le metastasi da cancro del colon-retto

Le cellule di un tumore maligno non solo hanno la capacità di crescere senza controllo nell’organo da cui originano (tumore primitivo), ma anche di staccarsi dalle cellule vicine, rompendo le strutture che le legano ad esse, e di entrare nel circolo ematico o in quello della linfa. Seguendo il flusso di sangue e linfa, arrivano in altri organi, dove riescono a fissarsi, a crescere e a formare nuove masse tumorali: le metastasi (o “secondarismi” o “ripetizioni” o “lesioni ripetitive”). La metastasi è quindi la localizzazione di un tumore a distanza dal tessuto dove si è sviluppato originariamente.

Potrebbe interessarti anche…

Gli organi nei quali si localizzano più spesso le metastasi del tumore del colon-retto sono: i linfonodi addominali e il fegato. Quest’ultimo è una specie di filtro dal quale passa il sangue proveniente dall’intestino attraverso il sistema della vena porta. A seguire, in ordine di frequenza, le metastasi del cancro del colon-retto si presentano nei polmoni e nel peritoneo. Potenzialmente, qualsiasi organo può essere sede di metastasi, è una questione di probabilità e, quindi, di frequenza diversa, che dipendono sia dalle caratteristiche delle cellule del singolo tumore, che dalle correnti ematiche e linfatiche diverse a seconda della sede di origine della malattia. Anche fattori relativi agli organi invasi condizionano la capacità delle cellule del tumore di attecchire e crescere nel tessuto che hanno raggiunto.

Se un tumore viene diagnosticato quando ha già dato metastasi si dice che è “metastatico”.

Le metastasi vengono denominate in base alla loro localizzazione: se si trovano nel fegato vengono chiamate “metastasi epatiche da cancro del colon-retto”. Analogamente, ci si riferisce a metastasi presenti nei polmoni come “metastasi polmonari da cancro del colon-retto”, ecc.

Vedere anche nella sezione Il tumore del colon-retto

Bibliografia

  1. I numeri del cancro in Italia 2017, AIOM-AIRTUM
  2. Linee guida AIOM (Associazione Italiana di Oncologia Medica) tumori del colon-retto, edizione 2017
Fact checking

Fact checking disclaimer

ll team di Fondazione si impegna a fornire contenuti che aderiscono ai più alti standard editoriali di accuratezza, provenienza e analisi obiettiva. Ogni articolo è accuratamente controllato dai membri della nostra redazione. Inoltre, abbiamo una politica di tolleranza zero per quanto riguarda qualsiasi livello di plagio o intento malevolo da parte dei nostri scrittori e collaboratori.

Tutti gli articoli di Fondazione Merck Serono aderiscono ai seguenti standard:

  • Tutti gli studi e i documenti di ricerca di cui si fa riferimento provengono da riviste o associazioni accademiche di riconosciuto valore, autorevoli e rilevanti.
  • Tutti gli studi, le citazioni e le statistiche utilizzate in un articolo di notizie hanno link o riferimenti alla fonte originale.
  • Tutti gli articoli di notizie devono includere informazioni di base appropriate e il contesto per la condizione o l'argomento specifico.