Fondazione Cesare Serono
FONDAZIONE CESARE SERONO

L'informazione è salute

Monitoraggio e gestione a lungo termine

Monitoraggio e gestione a lungo termine

A seconda del trattamento o dei trattamenti che sono stati applicati, deve essere programmato un calendario di controlli e di occasioni di interazione fra il malato e il personale sanitario che lo assiste. Ad esempio, il periodo successivo alla somministrazione della chemioterapia può rivelarsi particolarmente impegnativo per le persone affette da tumore del polmone, che, in questa fase, devono essere seguite per verificare i progressi nel recupero, per compensare effetti indesiderati della cura assunta che dovessero eventualmente protrarsi dopo il suo completamento e per individuare tempestivamente l’insorgenza di recidive. Chi ha avuto un tumore del polmone ed è stato sottoposto a una prima serie di cure, in questo momento può manifestare il timore che le sue condizioni, in assenza di ulteriori trattamenti, peggiorino. È importante discutere approfonditamente, con il medico di riferimento, di nuovi sintomi che dovessero comparire o di modificazioni di manifestazioni cliniche già presenti. Soprattutto, questa fase non deve essere percepita dal malato come ‘la fine del viaggio’, ma piuttosto come una tappa nel percorso di recupero totale o parziale del benessere fisico. Nei casi nei quali si dovesse verificare che le cure disponibili non sono in grado di guarire o di fermare la progressione del tumore, le terapie palliative permettono di controllare i sintomi, per mantenere la migliore qualità della vita possibile.

Potrebbe interessarti anche…

Vedere anche nella sezione Cancro del Polmone

Tommaso Sacco

Bibliografia