Fondazione Cesare Serono
FONDAZIONE CESARE SERONO

L'informazione è salute

Glossario Oncologia

Glossario Oncologia

AJAX progress indicator
  • 5-FU
    Abbreviazione che indica il chemioterapico 5-fluorouracile, spesso usato in combinazione con altri chemioterapici.
  • Acido acetilsalicilico
    Più comunemente conosciuto con il nome di aspirina, italianizzazione del suo primo nome commerciale tedesco, l'acido acetilsalicilico è un farmaco antiinfiammatorio non steroideo (FANS).
  • Adenocarcinoma
    Tumore maligno dello stomaco, del colon o del retto che si può sviluppare nel tessuto normale di questi organi o nell’ambito di un adenoma.
  • Adenocarcinoma diffuso
    È un tipo di cancro dello stomaco costituito da un tessuto meno organizzato di quello che caratterizza l’adenocarcinoma intestinale.
  • Adenocarcinoma intestinale
    È un tipo di cancro dello stomaco formato da un tessuto simile a quello presente nei tratti di intestino a valle dello stomaco.
  • Adenoma
    Tumore benigno del colon o del retto che si presenta di solito in forma di polipo, cioè di porzione di tessuto che sporge dalla superficie interna dell’intestino verso il lume. Nell’ambito di un adenoma di può sviluppare un tumore maligno denominato adenocarcinoma.
  • Adenomatoso
    Con caratteristiche riferibili a un adenoma. I polipi possono essere adenomatosi.
  • Agenzia Italiana del Farmaco
    L’agenzia che si occupa della registrazione in Italia e della verifica nel tempo dei farmaci
  • AIFA
    L’agenzia che si occupa della registrazione in Italia e della verifica nel tempo dei farmaci
  • ALK
    Abbreviato in inglese ALK, è il recettore di un enzima della membrana delle cellule sul quale agiscono alcuni farmaci anti-tumorali.
  • Anatomopatologo
    Specialista che valuta al microscopio e con metodi specifici le caratteristiche dei tessuti e delle cellule. In oncologia individua i tumori e ne definisce le caratteristiche.
  • Anti-angiogenico
    Farmaco o altra terapia che contrasta la formazione di nuovi vasi
  • Anti-VEGF
    Farmaci che antagonizzano l’effetto del VEGF.
  • Anticorpi monoclonali
    Farmaci che assomigliano nella struttura e nella funzione agli anticorpi che il sistema immunitario utilizza per difendere l’organismo. Gli anticorpi monoclonali sono progettati e messi a punto per legarsi ad altre molecole sviluppando un effetto finale utile a curare o prevenire(...)
  • Antigene anti-carcinoembrionale
    Si misura nel sangue in quanto suggerisce la presenza di malattie di vario genere fra le quali i tumori. Si abbrevia CEA, dall’inglese anti-Carcinoembryonic Antigen
  • Asintomatico
    Che non presenta sintomi.
  • Atelectasia
    Alterazione del parenchima del polmone dovuta a incompleta distensione degli alveoli.
  • Atezolizumab
    Farmaco immunoterapico, inibitore della PD-L1
  • Avelumab
    Farmaco immunoterapico, inibitore della PD-L1. Unico prodotto immunoterapico indicato nella cura del carcinoma a cellule di Merkel
  • Biomarcatore
    In inglese biomarker, è una variabile di laboratorio, un esito di esame genetico o un’altra evidenza indicativa di una particolare caratteristica di una cellula o di un tessuto. I biomarcatori sono usati in molte malattie per selezionare la cura più efficace. Vedere anche: Il test RAS per(...)
  • Biopsia
    Procedura che consiste nella raccolta di campioni di tessuto mediante aghi introdotti negli organi, spesso usando un ecografo per indirizzare il prelievo. Quando il prelievo serva a raccogliere liquidi e cellule, la procedura si definisce agoaspirato. I materiali aspirati, che siano campioni(...)
  • BRAF
    Il gene BRAF contiene le informazioni per la sintesi della proteina BRAF, coinvolta nella crescita e divisione cellulare e di alcuni tumori. La stessa proteina è coinvolta anche nelle attività di secrezione delle cellule. La mutazione del gene è valutata nella diagnosi biomolecolare di alcuni(...)
  • Bronchiectasia
    Dilatazione dei bronchi
  • CA 19-9
    Dall’inglese Cancer Antigen (Antigene del Cancro) 19-9. Si tratta di un antigene diretto contro il cancro, che si misura nel sangue nell’ambito dei protocolli di diagnosi dei tumori.
  • Cancerogeno
    Si definiscono cancerogene molecule o sostanze che aumentano il rischio di sviluppo del cancro.
  • Cancro del colon-retto
    Si definisce così una neoplasia localizzata al colon o al retto o, molto meno spesso, in ambedue i tratti dell’intestino.
  • Cancro del colon-retto metastatico
    O metastasi di cancro del colon-retto consiste nella diffusione di cellule di un tumore del colon-retto nell’ambito di altro tessuto od organo. Vedere anche: Trattamento della fase metastatica del tumore del colon retto
  • Cancro del polmone a piccole cellule
    In inglese Small Cells Lung cancer (SCLC) o microcitoma, presente nel 20% delle persone affette da cancro polmonare.
  • Cancro del polmone non a piccole cellule
    In inglese Non Small Cells Lung cancer (NSCLC): rilevabile nell’80% dei casi delle persone affette da cancro polmonare. Il NSCLC può presentarsi, a sua volta, in tre forme: carcinoma a cellule squamose, adenocarcinoma e carcinoma a grandi cellule.
  • Cancro dello stomaco
    Tumore maligno che si sviluppa nella parete dello stomaco
  • Cancro gastrico precoce
    È un tipo ben preciso di cancro dello stomaco che, nell’ambito della parete dell’organo, non supera, in profondità, lo spessore della mucosa. Per essere definita così la neoplasia non deve avere un diametro superiore a 2 cm e non deve coinvolgere linfonodi o vasi sanguigni.
  • Carcinoide
    Tumore che può formare metastasi nella cute
  • Carcinoma
    Si definisce così un tumore che si sviluppa da cellule che rivestono una cavità.
  • Carcinoma a piccole cellule
    Tumore che può formare metastasi nella cute
  • Carcinoma anaplastico
    Tumore che può formare metastasi nella cute
  • Carcinoma basocellulare
    Tumore della cute
  • Carcinoma in situ
    Si definisce in situ un carcinoma che non ha superato la membrana basale del tessuto nel quale si è sviluppato e che, quindi, pur avendo caratteristiche di malignità, non ha infiltrato tessuti vicini.
  • Carcinoma spinocellulare
    Tumore della cute
  • Caregiver
    Tradotto letteralmente dall'inglese indica “colui che si prende cura” e si riferisce a tutti i familiari, o professionisti, che assistono un loro congiunto ammalato e/o disabile.
  • Catarro
    Materiale prodotto da mucose infiammate.
  • CD137
    Recettore del linfocita T che lo attiva
  • CD28
    Recettore del linfocita T che lo attiva
  • Cellule
    Unità costitutiva di organi e tessuti dell’organismo. Tutti gli organismi viventi sono costituiti da cellule. Le cellule, essere date le loro dimensioni, sono visibili solo al microscopio.
  • CHART
    In inglese Continuous Hyperfractionated Accelerated Radiotherapy (CHART) consiste ne frazionare al massimo la dose di radiazioni da somministrare, ad esempio con tre somministrazioni giornaliere per 12 giorni. Su usa per neoplasie costituite da cellule con una velocità di replicazione(...)
  • Chemioembolizzazione
    Tecnica che prevede la somministrazione mirata, verso la lesione neoplastica, di farmaci chemioterapici e micro-particelle che servono a bloccare l’arrivo del sangue al tumore.
  • Chemioterapia
    Trattamento a base di farmaci, definiti chemioterapici, che distruggono le cellule cancerose. La maggior parte dei farmaci chemioterapici agisce bloccando la riproduzione cellulare. Una persona sottoposta a chemioterapia può ricevere un solo chemioterapico o una combinazione di essi. Questi(...)
  • Cheratoacantoma
    Tumore della cute.
  • Chinasi del linfoma anaplastico
    Abbreviato in inglese ALK, è il recettore di un enzima della membrana delle cellule sul quale agiscono alcuni farmaci anti-tumorali.
  • Chirurgia laparoscopica
    Chirurgia eseguita mediante laparoscopia
  • Chirurgia robotica
    Chirurgia eseguita mediante robot
  • Citoriduttivo
    Termine che indica un intervento mirato a ridurre al massimo il contenuto di cellule tumorali in un organo.
  • Citotossico
    Termine che significa “tossico per la cellula”. È l’effetto attribuito alla grandissima parte dei farmaci chemioterapici.
  • Clavicola
    Osso che fa parte dell’articolazione della spalla.
  • Clisma opaco
    È un esame radiologico che consiste nella introduzione di un mezzo di contrasto nel colon, in maniera da evidenziare l’aspetto della parete e la presenza di eventuali lesioni.
  • Colonscopia Virtuale
    E’ un esame che valuta la struttura del colon e del retto utilizzando raggi X ed elaborando, grazie a programmi specifici, immagini in tre dimensioni.
  • Colostomia
    Procedura chirurgica che consiste nel collegare l’intestino a un’apertura praticata nella parete addominale. In corrispondenza di tale apertura viene posizionato un sacchetto per la raccolta delle feci)
  • Condizione precancerosa
    Si definisce così una lesione, una malattia o un altro quadro che può evolvere in un tumore.
  • CTLA-1
    Recettore del linfocita T che lo disattiva
  • Diagnosi biomolecolare
    È un approccio che consiste nell’individuare, con esami di laboratorio, molecole o strutture presenti nelle cellule tumorali oppure molecole ad esse necessarie per svilupparsi o per resistere alle difese del sistema immunitario. Su tali molecole o strutture si possono mirare le cure(...)
  • Differenziazione
    Caratteristica che possono mantenere o perdere le cellule dei tumori. In generale, le cellule tumorali che mantengono un certo livello di differenziazione sono quelle che assomigliano alle cellule normali del tessuto di origine e costituiscono neoplasie meno aggressive e con minore livello di(...)
  • Displasia
    Si definisce così un’area di tessuto nella quale l’aspetto delle cellule o la loro organizzazione sono diverse da quelle della restante parte normale del tessuto.
  • Divisione cellulare
    Il processo attraverso il quale una singola cellula si divide in due cellule figlie. La divisione cellulare consente al corpo di rimpiazzare le cellule “rovinate” o “invecchiate” e a tessuti e organi di accrescersi. Abitualmente le cellule hanno durata di vita prestabilita che varia molto da(...)
  • Durvalumab
    Farmaco immunoterapico, inibitore della PD-L1.
  • Eco-endoscopia
    Esame che si esegue con un endoscopio che ha all’estremità una sonda per ecografie. L’eco-endoscopia è particolarmente utile per la ricerca di lesioni localizzate nello spessore della parete di organi cavi.
  • EGF
    Il fattore di crescita dell’epidermide (in inglese epidermal growth factor) è un fattore di crescita che svolge un ruolo importante nel regolare la crescita, la proliferazione e la differenziazione delle cellule. Agisce legandosi al recettore specifico EGFR, posto sulla superficie della cellula.
  • EGFR
    Il recettore del fattore di crescita dell’epidermide si trova sulla superficie delle cellule. Quando EGF si lega a questi recettori, la cellula è stimolata a crescere e a dividersi. I recettori EGFR sono presenti in grande numero sulla superficie di alcuni tipi di cellule cancerose.
  • EMA
    È l’agenzia che si occupa della registrazione in Europa e della verifica nel tempo dei farmaci
  • Emicolectomia
    Rimozione chirurgica di metà del colon.
  • Emoftoe
    Sinonimo di emottisi.
  • Emottisi
    Perdita di sangue dalle vie aeree.
  • Endoscopio
    Un tubo sottile contenente fibre che trasmettono immagini e una sorgente luminosa. Se le immagini si osservano in un visore, si parla semplicemente di endoscopio, se invece le si guardano su uno schermo, tipo quello della televisione, si parla di Video-endoscopia. La visione endoscopica o(...)
  • ENE
    Espressione che indica che un tumore si è diffuso oltre la capsula di un linfonodo, nel tessuto che lo circonda.
  • Ereditario
    In biologia, qualcosa che si trasmette dai genitori ai figli, di solito per via genetica.
  • Esame istologico
    Valutazione dell’aspetto microscopico di un tessuto o di una cellula. In oncologia, l’anatomopatologo esegue l’esame istologico per individuare i tumori e definirne le caratteristiche.
  • Escreato
    Muco e saliva emessi “raschiando la gola” o tossendo; è meno profonda dell’espettorato.
  • Esofago-gastro-duodenoscopia
    È un’endoscopia che valuta esofago, stomaco e duodeno.
  • Espettorato
    Secrezioni e altro materiale espulso dalle vie respiratorie con la tosse, può essere analizzato per diagnosticare malattie delle vie aeree.
  • Estensione extra-nodale
    Espressione che indica che un tumore si è diffuso oltre la capsula di un linfonodo, nel tessuto che lo circonda.
  • European Medicines Agency
    È l’agenzia che si occupa della registrazione in Europa e della verifica nel tempo dei farmaci
  • Familiare (forma di cancro del colon e del retto)
    Si definiscono forme familiari di cancro del colon e del retto quelle che si ripetono in una stessa famiglia. Si considera a rischio di sviluppare questa forma di tumore chi ha almeno un parente di primo grado che ha presentato un cancro del colon e del retto prima dei 50 anni di età e chi ha(...)
  • FAP
    In inglese Familiar Adenomatous Poliposis (FAP) è una malattia che comporta lo sviluppo di moltissimi polipi e un rischio aumentato che qualcuno di essi diventi un tumore maligno.
  • Farmaci a bersaglio molecolare
    Farmaci che hanno come bersaglio una molecola presente nella cellula del cancro e interagendo con tale molecola provocano la distruzione della cellula. In inglese queste cure si definiscono targeted therapies.
  • Fattore di crescita dell’endotelio vascolare
    Il fattore di crescita dell’endotelio vascolare (in inglese vascular endothelial growth factor) è un fattore di crescita che stimola la formazione di nuovi vasi sanguigni.
  • Fattore di crescita dell’epidermide
    Il fattore di crescita dell’epidermide (in inglese epidermal growth factor) è un fattore di crescita che svolge un ruolo importante nel regolare la crescita, la proliferazione e la differenziazione delle cellule. Agisce legandosi al recettore specifico EGFR, posto sulla superficie della cellula.
  • FDA
    Traducibile in italiano i “Agenzia del cibo e del farmaco”, è l’Agenzia degli Stati Uniti che autorizza l’uso nella pratica clinica di farmaci e altri approcci per la cura e la diagnosi delle malattie.
  • FOLFIRI
    Abbreviazione che indica un tipo di chemioterapia utilizzata per il trattamento del cancro del colon retto. Essa prevede una combinazione di tre diversi farmaci: 5-fluorouracile (5-FU), acido folinico (leucovorina) ed irinotecan.
  • FOLFOX
    Abbreviazione che indica un tipo di chemioterapia utilizzata per il trattamento del cancro del colon retto. Essa prevede una combinazione di tre diversi farmaci: 5-fluorouracile (5-FU), acido folinico (leucovorina) ed oxaliplatino.
  • Food and Drug Administration
    Traducibile in italiano i “Agenzia del cibo e del farmaco”, è l’Agenzia degli Stati Uniti che autorizza l’uso nella pratica clinica di farmaci e altri approcci per la cura e la diagnosi delle malattie.
  • Fosfatasi alcalina
    Enzima di cui si misura la concentrazione nel sangue, per valutare danni e alterazioni a carico del fegato.
  • Fumo passivo
    Si definisce così l’inalazione di sostanze derivanti dal fumo di tabacco da parte di altre persone.
  • Gastrectomia
    Si definisce così un intervento che rimuova lo stomaco in parte (gastrectomia parziale) o del tutto (gastrectomia totale).
  • Gastrite
    Infiammazione della tonaca mucosa dello stomaco. La gastrite può essere acuta o cronica, può comportare un eritema, o arrossamento, della mucosa e vi si possono rilevare aree di danno più profondo, definite erosioni.
  • Gastrite cronica atrofica
    Infiammazione cronica della mucosa dello stomaco che appare più sottile e chiara del normale. E’ considerata una lesione precancerosa.
  • Globuli bianchi
    Cellule del sistema immunitario, prodotte dal midollo osseo, che infezioni difendono l’organismo dalle aggressioni.
  • Globuli rossi
    Cellule prodotte dal midollo osseo che circolano nel torrente sanguigno trasportando ossigeno dai polmoni a tutti I tessuti del corpo e anidride carbonica dai tessuti ai polmoni.
  • Granuloma piogenico
    Lesione della cute.
  • Helicobacter pylori
    Batterio che si localizza e cresce nella mucosa dello stomaco, provocando un’infiammazione. Il danno determinato dall’Helicobacter pylori può evolvere in lesioni precancerose.
  • ICIs
    Termine inglese impiegato per definire gli immunoterapici
  • Ilo
    Fossetta o depressione posta alla superficie di alcuni organi, di solito dove emergono vasi o altre strutture cave.
  • Immune Checkpoint Inhibitors
    Termine inglese impiegato per definire gli immunoterapici
  • Immunoterapia
    Trattamento contro il cancro che consiste nella somministrazione di molecole che evitano che le cellule tumorali “spengano” le cellule del sistema immunitario che sono in grado di distruggerle
  • Immunoterapici
    Farmaci usati per l’immunoterapia
  • Inibitori della tirosin-chinasi dell’EGFR
    Sono farmaci che inibiscono la funzione del recettore del Fattore di Crescita dell’Epidermide, non legandosi al recettore stesso, come fanno i farmaci anti-EGFR, ma legandosi all’enzima a tirosin-chinasi, che trasmette il messaggio prodotto al recettore all’interno della cellula.
  • Instabilità dei microsatelliti
    E’ una caratteristica del DNA delle cellule dei tumori che deriva dai processi di mutazione e riparazione a cui vanno incontro i microsatelliti. L’instabilità dei microsatelliti influenza l’evoluzione delle lesioni e la risposta alle cure
  • Iperplasia
    Quando riferito a un’area di tessuto, questo termine sta a indicare che le cellule che la costituiscono sono più numerose di quelle del tessuto normale.
  • Iperplastico
    Aggettivo riferito al termine iperplasia
  • Ipilimumab
    Farmaco immunoterapico, leganti della CTLA-4.
  • Istologia
    Scienza che si occupa della valutazione degli aspetti microscopici dei tessuti. Il termine istologia viene usato, in gergo medico, anche per definire la valutazione al microscopio di campioni di tessuto, come quelli raccolti con le biopsie.
  • KRAS
    Il gene KRAS contiene le informazioni per sintetizzare la proteina KRAS, coinvolta nella crescita e nella divisione cellulare di alcuni tumori. La mutazione del gene KRAS è valutata nella diagnosi biomolecolare di alcuni tumori. Vedere anche: L’importanza del test K-RAS per la terapia(...)
  • LAG-3
    Recettore del linfocita T che lo disattiva
  • Laparoscopia
    Approccio, usato per la diagnosi e la cura di alterazioni di organi contenuti nell’addome, che si basa sull’utilizzo di uno strumento, il laparoscopio, che viene introdotto attraverso una piccola apertura praticata nella parete dell’addome stesso e permette di vedere all’interno della cavità(...)
  • Lesioni precancerose
    Si definiscono in questo modo alterazioni dei tessuti che possono evolvere in tumori.
  • Leucemia Linfocitica Cronica
    Tumore delle cellule del sangue, che può predisporre allo sviluppo del tumore a cellule di Merkel.
  • Linfoma cutaneo
    Tumore della pelle
  • Linfonodi
    Piccoli organi situati lungo i vasi nei quali scorre la linfa (vasi linfatici), presenti in tutte le aree dell’organismo e servono a “vigilare” su organi e tessuti per difenderli da aggressioni di vario tipo. I linfonodi si chiamano anche stazioni linfatiche perché, in questi organi, cellule(...)
  • Linfonodo sentinella
    Linfonodo vicino a una lesione tumorale primitiva, che segnala la presenza di quest’ultima
  • Lobo
    Termine anatomico che indica una parte di un organo parenchimale, come fegato o polmone.
  • Localmente avanzato
    In generale, si definisce così un tumore che non ha dato metastasi a distanza, ma che si è diffuso nell’area anatomica dove si è sviluppato.
  • Loco-regionale
    Termine che indica la localizzazione di strutture adiacenti o vicine a una struttura o a una lesione. I linfonodi loco-regionali sono quelli localizzati vicino o nella stessa area anatomica di un tumore
  • Macrometastasi
    Metastasi individuate con procedure cliniche e confermate con rimozione dei linfonodi, biopsia e successiva istologia.
  • Malattia di Menetrier
    Consiste in un’alterazione della mucosa gastrica caratterizzata da una crescita esagerata delle cellule, che comporta un importante aumento di spessore della mucosa dello stomaco.
  • Malattia neoplastica
    Termine che ha lo stesso significato di quello di tumore.
  • MCPyV
    Tipo di virus isolato in campioni di campioni di tessuto di tumore a cellule di Merkel.
  • Mediastino
    Spazio posto al centro della cavità toracica, tra i due polmoni. Contiene anche cuore, trachea, bronchi ed esofago.
  • Melanoma
    Tumore della cute.
  • Metacrono
    Termine che si usa per indicare una o più metastasi o un tumore di tipo diverso che si sviluppano dopo una neoplasia precedentemente individuata
  • Metaplasia intestinale
    Si definisce così la modificazione di un tessuto che lo fa assomigliare a un tessuto presente in un’alta parte dell’organismo. La metaplasia intestinale dello stomaco consiste in aree di tessuto intestinale, che si sviluppano nell’ambito della mucosa dello stomaco. E’ considerata una lesione(...)
  • Metastasi
    Localizzazione di un tumore a distanza dal tessuto dove si è sviluppato originariamente. Termini equivalenti a metastasi sono: secondarismi, ripetizioni o lesioni ripetitive.
  • Metastasi in transito
    Lesione neoplastica, distinta da quella primaria, e localizzata fra lesione primaria stessa e linfonodo regionale o a distanza dalla lesione primaria.
  • Micrometastasi
    Metastasi individuate mediante asportazione del linfonodo sentinella.
  • Microsatelliti
    Il termine indica sequenze di coppie di basi nucleotidiche, da 1 a 6 coppie, distribuite con discreta frequenza lungo i filamenti di DNA, che vanno incontro a processi di mutazione e riparazione in maniera molto variabile.
  • Midollo osseo
    Uno dei tessuti nei quali si producono le cellule del sistema immunitario, a partire da cellule progenitrici (cellule staminali) e non differenziate, che evolvono differenziandosi e specializzandosi. Il midollo nel quale avvengono questi processi si trova all’interno di ossa definite(...)
  • Mieloblastosi
    Oncoproteina che determina la trascrizione del DNA in RNA è quindi è definita fattore di trascrizione. Viene prodotta a partire da un gene denominato a sua volta MYB. L’acronimo MYB deriva da myeloblastosis, in italiano mieloblastosi.
  • Mismatch repair
    Espressione inglese, traducibile in italiano con riparazione dell’abbinamento sbagliato, che indica un processo che serve a correggere errori, nella composizione del DNA, che si possono verificare per vari motivi.
  • Mucosite
    Infiammazione di una mucosa, di varia gravità, che può essere un effetto indesiderato delle cure oncologiche.
  • Multidisciplinare
    Si definisce così la gestione, di un programma di diagnosi o di cura, che preveda il coinvolgimento di diversi professionisti e specialisti di varie branche della medicina.
  • Mutazione
    Cambiamento permanente in un gene che può causare un cambiamento nel funzionamento della cellula.
  • MYB
    Oncoproteina che determina la trascrizione del DNA in RNA è quindi è definita fattore di trascrizione. Viene prodotta a partire da un gene denominato a sua volta MYB. L’acronimo MYB deriva da myeloblastosis, in italiano mieloblastosi.
  • Neoplasia
    Termine che ha lo stesso significato di quello di tumore.
  • Neuroblastoma
    Tumore che può sviluppare metastasi nella cute.
  • Nivolumab
    Farmaco immunoterapico, inibitore della PD-1.
  • Nodulo polmonare solitario
    Si definisce così un nodulo di meno di 3 cm di diametro, completamente circondato dal tessuto del polmone e che non è associato ad atelettasia o versamento pleurico. Si rileva più spesso casualmente con una radiografia del torace e può essere causato da un cancro, ma anche da granuloma,(...)
  • NSCLC
    In inglese Non Small Cells Lung cancer (NSCLC): rilevabile nell’80% dei casi delle persone affette da cancro polmonare. Il NSCLC può presentarsi, a sua volta, in tre forme: carcinoma a cellule squamose, adenocarcinoma e carcinoma a grandi cellule.
  • Oncoproteina
    Proteina del Polyomavirus che può identificare la presenza dei tumore a cellule di Merkel.
  • Oncoproteine
    proteine fondamentali per lo sviluppo, l’evoluzione e la diffusione delle cellule del cancro.
  • Osteoradionecrosi
    Danno o distruzione parziale di una parte di osso provocata dalla somministrazione di raggi per la radioterapia.
  • OX40
    Recettore del linfocita T che lo attiva
  • Oxaliplatino
    Farmaco chemioterapico spesso usato in combinazione con altri.
  • PD-1
    Recettore del linfocita T che lo disattiva
  • PD-L1
    Molecola, presente sulla membrana di alcune cellule tumorali, che si lega al recettore PD-1 del linfocita T, disattivandolo
  • Peduncolo
    In anatomia si definisce così una porzione di tessuto che unisce una parte sporgente a una base alla quale essa è attaccata.
  • Pembrolizumab
    Farmaco immunoterapico, inibitore della PD-1
  • Performance status
    Termine inglese, traducibile in “stato della prestazione”, che sta a indicare il livello di benessere psichico e fisico di una persona. Vari sistemi di punteggio, che valutano ad esempio le attività personali, la capacità lavorativa, la cura della persona, permettono di calcolare il(...)
  • Pericardio
    Membrana che avvolge il cuore.
  • Pleura
    Membrana che circonda il polmone.
  • Polipo
    Struttura che abitualmente si sviluppa su tessuti di tipo mucoso e sporge più o meno verso il lume di organi cavi come stomaco, intestino e cavità del naso. Nel colon e nel retto, la maggior parte dei polipi è di tipo benigno e tale rimane. Alcuni polipi mostrano invece una tendenza ad(...)
  • Polipo adenomatoso
    Struttura che sporge all’interno del lume del colon o del retto che può essere formato da un adenoma o da cancro.
  • Polipo sessile serrato
    Tipo di polipo a rischio particolarmente elevato di evoluzione in cancro del colon e del retto.
  • Poliposi Adenomatosa Familiare
    In inglese Familiar Adenomatous Poliposis (FAP) è una malattia che comporta lo sviluppo di moltissimi polipi e un rischio aumentato che qualcuno di essi diventi un tumore maligno.
  • Polyoma virus a cellule di Merkel
    Tipo di virus isolato in campioni di campioni di tessuto di tumore a cellule di Merkel.
  • Post-operatorio
    Che si riferisce al periodo successivo a un intervento chirurgico.
  • Postoperatorio
    Qualcosa, ad esempio una cura, che avviene nel periodo successivo a un intervento chirurgico.
  • Precanceroso
    Si definisce così un cambiamento di un tessuto o una lesione che possono evolvere in un cancro.
  • Preoperatorio
    Qualcosa, ad esempio una cura, che avviene nel periodo precedente a un intervento chirurgico.
  • Primitivo
    Si definisce tumore primitivo la lesione neoplastica iniziale che si forma in un tessuto dell’organismo.
  • Prognosi
    E' il termine medico che esprime la previsione dell’evoluzione che può avere una malattia, in termini di durata e di gravità e di efficacia delle cure
  • Proteina
    Molecola che si trova in tutte le cellule di un organismo, formata da catene di aminoacidi e specifiche per ciascuna proteina. Tutti i tessuti del corpo hanno strutture formate da proteine-
  • Radiazioni ionizzanti
    Radiazioni usate nella radioterapia.
  • Radio-chemioterapia
    Trattamento combinato con radioterapia e chemioterapia.
  • Radioterapia
    Trattamento che prevede la somministrazione di radiazioni definite ionizzanti.
  • Radioterapia iperfrazionata accelerata continua
    In inglese Continuous Hyperfractionated Accelerated Radiotherapy (CHART) consiste ne frazionare al massimo la dose di radiazioni da somministrare, ad esempio con tre somministrazioni giornaliere per 12 giorni. Su usa per neoplasie costituite da cellule con una velocità di replicazione(...)
  • Raggi ultravioletti-A
    Raggi utilizzati nella cura della psoriasi.
  • Recettore
    Molecola posta sulla superficie esterna (membrana) delle cellule o al loro interno. Ai recettori si legano selettivamente sostanza ormoni, mediatori e altre molecole che hanno una struttura compatibile. Il legame può dare luogo ad eventi biologici specifici all’interno della cellula. Ad(...)
  • Recettore del fattore di crescita dell’epidermide
    Il recettore del fattore di crescita dell’epidermide si trova sulla superficie delle cellule. Quando EGF si lega a questi recettori, la cellula è stimolata a crescere e a dividersi. I recettori EGFR sono presenti in grande numero sulla superficie di alcuni tipi di cellule cancerose.
  • Recidiva
    Si definisce così la nuova manifestazione di una malattia, per esempio un cancro, o di un sintomo che si erano presentati e poi erano scomparsi, guariti o rimossi con un intervento di chirurgia. Molte malattie croniche hanno un tipico andamento in cui si alternano recidive e remissioni.
  • Remissione
    Si definisce così la scomparsa di una malattia o di un sintomo. Per le malattie acute, la remissione di solito è definitiva. Per quelle croniche si può avere un tipico andamento in cui si alternano recidive e remissioni.
  • Resecabile
    Che può essere rimosso mediante intervento chirurgico.
  • Resezione
    Rimozione chirurgica di una parte di un organo o di un tessuto.
  • Retinoblastoma
    Tumore della retina che può sviluppare metastasi nella cute.
  • Rettocolonscopia
    Esame strumentale che consiste nell’inserimento nell’intestino, attraverso l’ano, di un videoendoscopio, vale a dire un tubo sottile contenente fibre ottiche e una sorgente luminosa, collegato a uno schermo esterno. Le fibre ottiche trasmettono l’immagine della cavità dell’intestino verso una(...)
  • Rettosigmoidoscopia
    Esame endoscopico che valuta retto e sigma.
  • Rigetto di trapianto
    In medicina si definisce così il fenomeno per il quale un organo o delle cellule, trapiantati da un soggetto donatore a uno ricevente, vengono “rigettati” dall’organismo del ricevente, per una reazione del sistema immunitario che li riconosce come non-propri. Nelle procedure previste per i(...)
  • Risposta completa
    Scomparsa di tutti i segni del cancro in risposta alla cura. Per alcuni tumori, e in alcuni casi, equivale a una vera e definitiva guarigione, un obiettivo fuori portata fino ad alcuni decenni fa per qualsiasi tipo di tumore. In altri casi no la risposta completa non equivale ad una vera(...)
  • Risposta parziale
    Riduzione della dimensione del tumore o della diffusione del cancro nell’organismo, in risposta alla cura. In inglese si traduce “Partial Response” e si abbrevia “PR”. Alcuni preferiscono esprimere il concetto con il termine remissione parziale.
  • Robot
    Strumento basato su elementi meccanici, e gestito da sistemi elettronici, e per questo definito anche apparato elettromeccanico. E’ usato in chirurgia per l’elevato livello di precisione che permette di raggiungere negli interventi.
  • Sangue occulto fecale
    Esame di laboratorio che consiste nel cercare nelle feci quantità di sangue anche molto piccole e comunque non visibili a occhio nudo. È usato, sia in clinica che negli screening, per la diagnosi del cancro del colon e del retto e di altre malattie che provocano lesioni a carico della parete(...)
  • Sarcoma di Ewing
    Tumore che può sviluppare metastasi nella cute.
  • SCCHN
    Definizione comune dei tumori della testa e del collo, sulla base dell’aspetto delle cellule che li compongono
  • SCLC
    In inglese Small Cells Lung cancer (SCLC) o microcitoma, presente nel 20% delle persone affette da cancro polmonare.
  • Screening
    Termine inglese che indica l’esecuzione di esami diagnostici, di laboratorio, strumentali o di altro tipo, ma anche prove psicologiche e altre valutazioni ancora, su popolazioni, più o meno ampie, allo scopo di individuare precocemente malattie e disturbi. La ricerca del sangue occulto nelle(...)
  • Sequenza adenoma-carcinoma
    Serie di modificazioni a cellule e tessuto che portano un adenoma a diventare un cancro.
  • Sincrono
    Termine che si usa per indicare una o più metastasi o un tumore di tipo diverso che si sviluppano contemporaneamente a una neoplasia già individuata
  • Sindrome di Lynch
    In inglese Hereditary Non Polyposis Colorectal Cancer (HNPCC). E’ una forma di cancro del colon e del retto che si eredita attraverso i geni e provoca diversi casi di tale tumore in una stessa famiglia.
  • Sistema immunitario
    E’ il sistema utilizzato dall’organismo per difendersi da qualsiasi tipo di danno o aggressione.
  • Sonda ecografica
    È il dispositivo che emette e raccoglie gli ultrasuoni utilizzati per l’ecografia.
  • Sopravvivenza
    Termine generico che indica il periodo intercorso dalla diagnosi di un tumore al momento in cui viene eseguito un controllo o avviene il decesso.
  • Sopravvivenza complessiva
    Periodo di tempo che intercorre fra la data della diagnosi, o dell’inizio della cura, e il momento in cui una persona malata di cancro viene sottoposta ad una visita di controllo, nella pratica clinica o nell’ambito di uno studio. In inglese si traduce “Overall Survival” e si abbrevia “OS”.
  • Sopravvivenza dopo la progressione
    Periodo di tempo che intercorre fra l’osservazione di una progressione della malattia e il momento in cui una persona malata di cancro viene sottoposta ad una visita di controllo. In inglese si traduce Post-Progression Survival e si abbrevia PPS. Nel caso di un tumore che sia stato fermato(...)
  • Sopravvivenza libera da progressione (della malattia)
    Periodo di tempo nel quale una persona malata di cancro continua ad avere la malattia, senza che questa abbia peggioramenti. In inglese si traduce Progression Free Survival e si abbrevia PFS. Anche questo è un indice dell’efficacia delle cure e può essere un obiettivo importante nella gestione(...)
  • Stadiazione
    Valutazione dello stadio del tumore, secondo il sistema TNM.
  • TC
    La tomografia computerizzata, ora abbreviata con TC, è un esame che utilizza i raggi X, quelli delle normali radiografie, che, emessi da speciali macchinari, permettono di creare immagini di sezioni o strati del corpo umano con un elevato grado di dettaglio. È lo strumento migliore per(...)
  • TC spirale
    Un tipo di tomografia computerizzata.
  • Terapia mirata
    (In inglese targeted therapy), è un trattamento progettato per attaccare caratteristiche specifiche delle cellule tumorali o processi che sono essenziali per la loro sopravvivenza.
  • Terapia palliativa
    Si definisce così un trattamento somministrato durante il corso di una neoplasia o di altre malattie, che ha lo scopo di alleviare il dolore e altri sintomi, in modo da aiutare i malati a mantenere la migliore qualità di vita possibile, anche se la cura della patologia dalla quale sono affetti(...)
  • Termoablazione
    Tecnica impiegata per eliminare alcuni tumori, basata sulla produzione di calore in corrispondenza della lesione neoplastica, mediante onde radio o microonde.
  • Tessuto
    Un tessuto è una struttura costituita da cellule che lper contribuiscono ad una determinata funzione. Uno o più tessuti contribuiscono a formare strutture più complesse chiamate organi: ad esempio, il cuore, il fegato, la pelle.
  • Test di RAS
    Un test che determina la presenza di gene RAS nelle cellule allo stato normale (wild-type: tipo selvaggio) o anormale (mutato). Può essere usato per stabilire se un particolare trattamento mirato è potenzialmente efficace per un determinato individuo.
  • TIM-3
    Recettore del linfocita T che lo disattiva
  • Tomografia computerizzata
    La tomografia computerizzata, ora abbreviata con TC, è un esame che utilizza i raggi X, quelli delle normali radiografie, che, emessi da speciali macchinari, permettono di creare immagini di sezioni o strati del corpo umano con un elevato grado di dettaglio. È lo strumento migliore per(...)
  • Tomografia computerizzata a basse dosi
    E’ un tipo di tomografia computerizzata che si esegue utilizzando un’intensità di raggi X più bassa che in altre procedure simili e quindi, secondo alcuni esperti, avrebbe un migliore profilo di sicurezza.
  • Tosse
    Fenomeno che si verifica a carico delle vie respiratorie, che è il risultato di meccanismi riflessi, provocati da irritazione.
  • Tossina
    Sostanza o molecola biologica che ha un effetto tossico, cioè che può alterare il funzionamento o danneggiare l’organismo.
  • Trattamento Adiuvante
    trattamento contro il cancro somministrato dopo chirurgia o radioterapia per eliminare eventuali cellule cancerose rimaste.
  • Trattamento di Conversione
    trattamento a base di chemioterapici, più eventualmente farmaci biologici, finalizzato a rendere operabile una metastasi non operabile.
  • Trattamento neoadiuvante
    Trattamento contro il cancro utilizzato prima della chirurgia, eventualmente insieme alla radioterapia, per ridurre il volume del tumore e facilitare l’applicazione del trattamento successivo (chirurgico o radioterapico).
  • Tumore
    Tessuto formato da cellule simili a quelle di un tessuto normale dell’organismo, ma con caratteristiche che le rendono causa di malattia o patologiche. Un tumore può essere benigno o maligno in base alla capacità di diffondersi nell’organismo, aggredire, danneggiare e sostituire i tessuti normali.
  • Tumore a cellule di Merkel
    Tumore raro che si sviluppa nella pelle per la degenerazione delle cellule di Merkel.
  • Tumore benigno
    Tumore che non tende a diffondersi nei tessuti circostanti e a dare metastasi.
  • Tumore maligno
    Tumore che tende a diffondersi nei tessuti circostanti e a dare metastasi.
  • Tumore solido
    Termina che si riferisce a tutte le neoplasie, con esclusione di quelle che derivano dalle cellule del sangue.
  • Tumori della testa e del collo a cellule squamose
    Definizione comune dei tumori della testa e del collo, sulla base dell’aspetto delle cellule che li compongono
  • Ulcera gastrica
    Si definisce così un danno a carico della mucosa dello stomaco caratterizzato dalla perdita di una parte del tessuto che la costituisce.
  • VEGF
    Il fattore di crescita dell’endotelio vascolare (in inglese vascular endothelial growth factor) è un fattore di crescita che stimola la formazione di nuovi vasi sanguigni.
  • Wild-type
    La forma “normale” di un gene che codifica il normale comportamento di una proteina.
  • XELOX
    Abbreviazione che indica un tipo di chemioterapia utilizzata per il trattamento del cancro del colon retto. Essa prevede una combinazione di due diversi farmaci: capecitabina (un farmaco orale che nel corpo si trasforma in 5-FU) ed oxaliplatino.
Potrebbe interessarti anche…

Contatta l'esperto

CONTATTA L'ESPERTO

Ricevi le risposte ai tuoi quesiti

Fai una domanda
Iscriviti alla newsletter

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Ricevi gli aggiornamenti

Iscriviti