Gli antiossidanti

Gli antiossidanti

Scritto da:
Fondazione Serono

Come abbiamo visto dunque, la creazione di radicali liberi è un evento del tutto fisiologico e naturale. Poiché non è possibile evitarne la produzione, il nostro stesso organismo ha messo appunto un sistema di difesa a base di molecole antiossidanti, per neutralizzare il più possibile gli effetti nocivi legati all’azione di questi “killer”. Esistono antiossidanti prodotti dal nostro organismo, ma è importante integrarne altri attraverso un’alimentazione contenente minerali e vitamine. Tra le vitamine ricordiamo la vitamina C (che si trova principalmente in kiwi, ciliegie, fragole, agrumi, frutti di bosco, lattuga, rucola, crescione), la vitamina E (presente nell’olio di germe di grano, nella frutta secca e oleosa, nei cereali), la vitamina A (contenuta in pomodori, carote, zucca, albicocche).

Potrebbe interessarti anche…

Oltre alle vitamine svolgono un’azione antiossidante anche sostanze quali i polifenoli e i bioflavonoidi (presenti in cavoli, carote, spinaci, peperoni, porri, indivia, lattuga, mirtilli, more selvatiche, lamponi, ciliegie, prugne, meloni, mele, cachi, uva nera).

Vedere anche

Parte Prima: Consigli per l’Alimentazione

Parte Seconda: Problematiche alimentari durante i trattamenti per la cura del tumore

Terza Parte: Le ricette

A cura dell’Unità Operativa di Oncologia Medica dell’Istituto Ospedaliero Fondazione Poliambulanza Brescia

La Fondazione Cesare Serono ringrazia sentitamente l’Unità Operativa di Oncologia Medica dell’Istituito Ospedaliero Fondazione Poliambulanza di Brescia per l’opportunità che ci ha dato di pubblicare sul nostro sito il volume “A tavola con cura”. La Fondazione da sempre è vicina ai malati di cancro e diffondere informazioni importanti in merito alla corretta alimentazione da seguire sia per prevenire i tumori che per affrontare gli effetti collaterali di eventuali trattamenti non può che essere per noi motivo di grande soddisfazione. 

Fact checking

Fact checking disclaimer

ll team di Fondazione si impegna a fornire contenuti che aderiscono ai più alti standard editoriali di accuratezza, provenienza e analisi obiettiva. Ogni articolo è accuratamente controllato dai membri della nostra redazione. Inoltre, abbiamo una politica di tolleranza zero per quanto riguarda qualsiasi livello di plagio o intento malevolo da parte dei nostri scrittori e collaboratori.

Tutti gli articoli di Fondazione Merck Serono aderiscono ai seguenti standard:

  • Tutti gli studi e i documenti di ricerca di cui si fa riferimento provengono da riviste o associazioni accademiche di riconosciuto valore, autorevoli e rilevanti.
  • Tutti gli studi, le citazioni e le statistiche utilizzate in un articolo di notizie hanno link o riferimenti alla fonte originale.
  • Tutti gli articoli di notizie devono includere informazioni di base appropriate e il contesto per la condizione o l'argomento specifico.