Fondazione Cesare Serono
FONDAZIONE CESARE SERONO

L'informazione è salute

Stitichezza

Stitichezza

Che cos’è

La stitichezza è la ridotta capacità di evacuare (meno di 3 evacuazioni); si verifica quando l’intestino rallenta la sua motilità e le feci diventano più asciutte, dure e transitano con più difficoltà. A questo disturbo si associano spesso movimenti intestinali dolorosi, sensazione di gonfi ore, nausea, crampi allo stomaco e sensazione di peso a livello del retto.

Potrebbe interessarti anche…

A cosa è dovuta

Le cause sono molteplici: il trattamento chemioterapico, la scarsa attività fisica, una dieta povera di fibre, la ridotta introduzione di liquidi, l’assunzione di alcuni farmaci antidolorifi ci o di farmaci antinausea, la posizione del tumore.

Come aiutarsi a tavola

  • È molto importante bere tanti liquidi ogni giorno (circa 2 litri al giorno).
  • Bere bevande calde o zuppe calde.
  • Mangiare cibi ricchi di fi bre come ad esempio pane integrale e cereali, frutta secca, fagioli secchi cotti o piselli (vedi tabella 8).
  • Alcuni pazienti non dovrebbero assumere fibre con la dieta, è bene verificare con il vostro medico se siete in questa categoria di pazienti.

Consigli utili

  • Tieni un diario per annotare la frequenza delle tue evacuazioni può essere utile per capire, parlandone con il medico, se soffri di stitichezza.
  • È importante mantenersi attivi quotidianamente; l’attività fisica può aiutarti a prevenire o ad alleviare la stitichezza.
  • Cerca di mangiare tutti i giorni agli stessi orari.
  • Consulta il medico prima di assumere lassativi, emollienti delle feci o qualsiasi altro medicinale per alleviare la stitichezza.

Ricordati

  • Bevi almeno 1,5-2 litri di liquidi al giorno.
  • Prediligi bevande calde o zuppe.
  • Introduci tante fibre con la dieta.
  • Fai attività fisica.

Ricette Consigliate

 

Tabella 8: Alimenti ricche di fibre

Pasti principali e altri alimenti Frutta e verdura Snacks
  • Burro di arachidi (e altro burro di noci)
  • Crusca, avena
  • Cereali integrali (come la farina d’avena ed il frumento)
  • Pane integrale
  • Tutta la pasta di grano
  • Legumi (piselli secchi cotti o in scatola, fagioli, lenticchie, farro)
  • Mele
  • Kiwi
  • Frutti di bosco (come mirtilli, more e fragole)
  • Broccoli
  • Cavolini di Bruxelles
  • Cavolo e cavolfiore
  • Mais
  • Frutta secca (come albicocche, datteri, fichi, prugne e uva passa)
  • Verdure a foglia verde (come spinaci, lattuga, bietola, cicoria, etc.)
  • Piselli
  • Zucca, zucchine
  • Patate con la buccia
  • Muesli
  • Noccioline
  • Popcorn
  • Semi (come quelli di zucca, di lino o di girasole)
  • Snack alla crusca

 

Contatta l'esperto

CONTATTA L'ESPERTO

Ricevi le risposte ai tuoi quesiti

Fai una domanda
Iscriviti alla newsletter

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Ricevi gli aggiornamenti

Iscriviti