Diarrea

Diarrea

Scritto da:
Fondazione Serono

Che cos’è

La diarrea si verifica quando si hanno movimenti intestinali frequenti associati ad emissione di feci che possono essere morbide, sciolte o acquose. Questo accade perché cibi e liquidi passano attraverso l’intestino così velocemente che il vostro corpo non è in grado di assorbire a sufficienza sostanze nutritive, vitamine, minerali e acqua.

Potrebbe interessarti anche…

Questo può causare disidratazione (il corpo ha cioè al suo interno troppa poca acqua). La diarrea può essere lieve o grave ed avere una durata variabile.

A cosa è dovuta

La diarrea può essere causata dalle terapie antitumorali, come la radioterapia a livello dell’addome o della pelvi, la chemioterapia, le terapie biologiche. I trattamenti antitumorali causano diarrea perché possono danneggiare le cellule sane che rivestono l’intestino. Essa, inoltre, può essere la conseguenza di un intervento chirurgico allo stomaco, all’intestino o al pancreas che possono determinare un’alterata digestione ed un ridotto assorbimento dei cibi. Infine, la diarrea può anche essere dovuta ad infezioni, ai farmaci utilizzati per il trattamento della stitichezza o alla terapia antibiotica.

Come aiutarsi a tavola

  • È importante bere molti liquidi per rimpiazzare quelli che si perdono con la diarrea. Questi includono sia l’acqua, ma anche altre bevande come camomilla, o anche le bevande utilizzate dagli sportivi. È possibile visualizzare un elenco di liquidi alternativi all’acqua nella tabella 9.
  • È consigliabile far perdere l’effervescenza alle bevande gassate prima di berle.
  • Fare pasti piccoli e frequenti, piuttosto dei soliti 3 pasti al giorno.
  • Assicuratevi che i cibi ed i liquidi che assumete abbiano un alto contenuto di sodio e potassio: infatti la diarrea causa una perdita di questi elementi ed è importante reintegrarli. Il sodio è contenuto nel sale da cucina; un alimento ricco in sodio è costituito dal brodo fatto con il dado. Gli alimenti ad alto contenuto di potassio sono ad es. i pomodori secchi, le banane, la frutta secca (nocciole, pistacchi, arachidi), le albicocche.
  • Mangiare cibi a basso contenuto di fibre. Gli alimenti ricchi di fibre possono fare peggiorare la diarrea. Gli alimenti poveri in fibre comprendono yogurt bianco o alla vaniglia (non quelli che vengono suggeriti per favorire la regolarità intestinale!), pane bianco tostato e riso bianco. Un elenco di cibi a basso contenuto di fibre lo trovate nella sottostante tabella 10.
  • Mangiare e bere alimenti e bevande a temperatura ambiente, né troppo caldi né troppo freddi.
  • Evitare cibi o bevande che possano peggiorare la diarrea. Questi includono:
    • gli alimenti ad alto contenuto di fibre, come pane e pasta di grano integrale;
    • le bevande che sono molto zuccherate, come la soda o i succhi di frutta;
    • bevande molto calde o molto fredde;
    • cibi grassi, fritti o molto dolci;
    • cibi e bevande che possono causare gas (fagioli secchi cotti e frutta e verdura cruda);
    • prodotti lattiero-caseari, a meno che non siano a basso contenuto di lattosio o senza lattosio;
    • birra, vino, e altri tipi di alcolici;
    • cibi piccanti, come il pepe, la salsa piccante ed il peperoncino;
    • alimenti o bevande con caffeina (caffè, tè e cioccolato);
    • prodotti senza zucchero che sono dolcificati con mannitolo, xilitolo o sorbitolo (es. gomme o caramelle senza zucchero);
    • succo di mela, dal momento che è ad alto contenuto di sorbitolo.
  • Dopo un improvviso attacco di diarrea bere solo liquidi per 12-14 ore. In questo modo metterete a riposo il vostro intestino ed aiuterete a reintegrare i liquidi persi. Informate il vostro medico se compare diarrea improvvisamente.
  • Chiedete al vostro medico se potete prendere dei farmaci per la diarrea.

Consigli utili

  • Parla con un dietista, può aiutarti a scegliere gli alimenti per evitare la disidratazione e può consigliarti i cibi da assumere e quelli da evitare quando c’è la diarrea.
  • Quando c’è la diarrea evita di pulirti con la carta igienica, è meglio se usi delle salviettine umidificate o direttamente l’acqua.
  • Riferisci al medico se hai dolore o sanguinamento a livello anale.
  • Informa il tuo medico o gli infermieri se hai avuto diarrea per più di 24 ore; riferiscigli anche se è associata a dolore o crampi. Il medico può prescriverti dei farmaci contro questi problemi o può indicarti la necessità di effettuare delle infusioni di liquidi endovena per sostituire i liquidi persi o reintegrare le sostanze nutritive.
  • Non assumere farmaci contro la diarrea se non hai prima sentito il medico.

Ricordati

  • Bevi molto ed a piccoli sorsi per reintrodurre i liquidi persi.
  • Prediligi bevande o alimenti ricchi in sodio e potassio ed a temperatura ambiente.
  • Fai pasti piccoli e frequenti.
  • Evita i grassi, i fritti e gli alimenti ricchi di fibre e zuccheri.
  • Evita i cibi piccanti e le bevande gassate.

Ricette Consigliate

Liquidi alternativi all’acqua
BevandeZuppeDolci e snack
Succhi di frutta filtrati
(come quelli di mela,
mirtillo, uva)
Acqua aromatizzata
Bevande al gusto di frutta Bevande per gli sportivi
Tè leggero senza caffeina Camomilla
Brodo di carne
Brodo vegetale filtrato Consommé
Gelati alla frutta fatti
senza pezzi di frutta
e senza latte
Caramelle dure
Miele
Gelatina
Ghiaccioli

Cibi a basso contenuto di fibre

Pasti principali e altri
alimenti
Frutta e verduraSnacks
Pollo o tacchino
(senza pelle)
Cereali raffinati cotti
(come la crema di riso, la
farina d’avena istantanea
o la farina di mais)
Uova
Pesce
Patate, senza bucce
(bollite o al forno)
Pane biancoRiso bianco
Carote (cotte)
Patate senza buccia
Banane
Frutta in scatola
(come pesche, pere)
Salsa di mele
Succo di frutta non
zuccherato
Gelatina
Cracker
Sorbetto
Wafer alla vaniglia
Yogurt
(bianco o alla vaniglia)

Vedere anche

Parte Prima: Consigli per l’Alimentazione

Parte Seconda: Problematiche alimentari durante i trattamenti per la cura del tumore

Terza Parte: Le ricette

A cura dell’Unità Operativa di Oncologia Medica dell’Istituto Ospedaliero Fondazione Poliambulanza Brescia

La Fondazione Cesare Serono ringrazia sentitamente l’Unità Operativa di Oncologia Medica dell’Istituito Ospedaliero Fondazione Poliambulanza di Brescia per l’opportunità che ci ha dato di pubblicare sul nostro sito il volume “A tavola con cura”. La Fondazione da sempre è vicina ai malati di cancro e diffondere informazioni importanti in merito alla corretta alimentazione da seguire sia per prevenire i tumori che per affrontare gli effetti collaterali di eventuali trattamenti non può che essere per noi motivo di grande soddisfazione. 

Fact checking

Fact checking disclaimer

ll team di Fondazione si impegna a fornire contenuti che aderiscono ai più alti standard editoriali di accuratezza, provenienza e analisi obiettiva. Ogni articolo è accuratamente controllato dai membri della nostra redazione. Inoltre, abbiamo una politica di tolleranza zero per quanto riguarda qualsiasi livello di plagio o intento malevolo da parte dei nostri scrittori e collaboratori.

Tutti gli articoli di Fondazione Merck Serono aderiscono ai seguenti standard:

  • Tutti gli studi e i documenti di ricerca di cui si fa riferimento provengono da riviste o associazioni accademiche di riconosciuto valore, autorevoli e rilevanti.
  • Tutti gli studi, le citazioni e le statistiche utilizzate in un articolo di notizie hanno link o riferimenti alla fonte originale.
  • Tutti gli articoli di notizie devono includere informazioni di base appropriate e il contesto per la condizione o l'argomento specifico.