MENU SEZIONE

Cancro dello Stomaco

Il cancro dello stomaco, grazie alla diagnosi precoce e a cure efficaci, ha un esito migliore di alcuni decenni fa. Inoltre, pur rimanendo una neoplasia abbastanza frequente, ha mostrato un’importante riduzione del numero dei casi. I tumori dello stomaco possono essere benigni o maligni, in base alla capacità o meno di provocare metastasi. La maggior parte dei tumori maligni è costituita dall’adenocarcinoma che, per semplicità, verrà chiamato carcinoma gastrico.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!
Rimani in contatto e sempre aggiornato sulle ultime notizie.

www.fondazioneserono.org/newsletter/

Epidemiologia

Si stima che in Italia ci siano quasi 73.000 persone (55% uomini) con una diagnosi di carcinoma gastrico, il 3% di tutti i soggetti con tumore. Nel 19% dei casi la diagnosi è stata fatta da due anni o meno, nel 36% da 5 anni o meno e nel 43% da oltre i 10 anni. Si tratta, per lo più, di malati di più di 75 anni di età. Per il 2016, nel nostro Paese, sono attesi 13.000 nuovi casi di carcinoma gastrico, mentre nel 2014 ne sono stati stimati 14.500. Il carcinoma gastrico occupa il sesto posto, in ordine di frequenza, fra le neoplasie, costituendo il 4% di tutti i tumori, sia nel sesso maschile, che in quello femminile. In Italia, come in Europa e in vari paesi del mondo, si è rilevata una progressiva riduzione, sia della frequenza di comparsa del carcinoma dello stomaco che dei decessi ad esso attribuibili, in entrambi i sessi. Nell’area dell’Appennino tosco-romagnolo e marchigiano il carcinoma dello stomaco ha sempre avuto una frequenza particolarmente alta, verosimilmente per abitudini alimentari a rischio, come il frequente consumo di carni alla brace. Al contrario, la minore diffusione al sud di quel tipo di abitudini ha effetti positivi. Infatti, rispetto a un’incidenza annuale al Nord di 21.8 casi/100.000 abitanti nei maschi e di 11,0/100.000 nelle femmine, al Centro si rilevano frequenze superiori del 9% negli uomini e del 14% nelle donne, mentre al Sud si registrano valori ridotti del 28% tra gli uomini e del 25% tra le donne.

Come causa di decesso per tumore, il carcinoma dello stomaco occupa il quinto posto nella popolazione generale, ma nelle fasce di età più avanzata è più in alto nella graduatoria. Nel 2013, i decessi provocati da questo cancro sono stati 9.595, per il 58% nei maschi.   Negli ultimi anni la frequenza dei decessi dovuti a questo tumore è in netta diminuzione: -3,8% all’anno nei maschi e -3,6% nelle femmine. La diminuzione è più marcata nelle Regioni meridionali, rispetto al Nord: -32% nei maschi, -22% nelle femmine. In media la sopravvivenza a 5 anni dei pazienti con tumore dello stomaco in Italia è pari al  32,4%, più alta della media europea (25,1%), ma anche rispetto a quella del Nord Europa (21,9%).

Vedere anche nella sezione Cancro dello Stomaco

Tommaso Sacco

CONTATTA L'ESPERTO

Ricevi le risposte ai tuoi quesiti

Fai una domanda

CONTENUTI CORRELATI