MENU SEZIONE
MENU SEZIONE

Valutata la densità minerale dell’osso in bambini e adolescenti con la Sindrome di Prader-Willi

Notizia

PUBBLICATO

Valutata la densità minerale dell’osso in bambini e adolescenti con la Sindrome di Prader-Willi

Uno studio ha seguito nel tempo la densità minerale dell’osso in bambini e adolescenti con la Sindrome di Prader-Willi che assumevano l’ormone della crescita. I risultati hanno indicato che la densità minerale dell’osso era stabile fino alla pubertà, ma diminuiva negli adolescenti.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!
Rimani in contatto e sempre aggiornato sulle ultime notizie.

www.fondazioneserono.org/newsletter/

La densità minerale dell’osso è una variabile che indica se la struttura di questo tessuto è normale e se esso contiene la corretta quantità di calcio e altri minerali. Lo studio ha valutato soggetti con la Sindrome di Prader-Willi: 77 di essi erano bambini che, in età precedente alla pubertà, erano stati curati con ormone della crescita per 4 anni. Altri 64, con la stessa malattia, hanno ricevuto ormone della crescita per 9 anni. Ogni anno sono stati raccolti dati sulla densità minerale dell’osso. Nei soggetti in età precedente alla pubertà la valutazione della densità minerale dell’osso non ha dimostrato alterazioni, mentre ne sono state registrate negli adolescenti. Per ovviare a questo problema gli autori hanno consigliato di associare all’ormone della crescita altre cure ormonali in adolescenti con Sindrome di Prader-Willi.

Tommaso Sacco

Fonte: Bone mineral density in children and adolescents with Prader-Willi syndrome: a longitudinal study during puberty and 9 years of growth hormone treatment; The Journal of Clinical Endocrinology & Metabolism, 2015 Apr;100(4):1609-18.