Fondazione Cesare Serono
FONDAZIONE CESARE SERONO

L'informazione è salute

Sindrome di Sjogren: il presente e il futuro

Notizia |time pubblicato il
Sindrome di Sjogren: il presente e il futuro

Claudio Lunardi, Professore di Immunologia Clinica dell’Università di Verona e Responsabile dell’Unità Operativa Malattie Autoimmuni dell’Azienda Ospedaliera Universitaria di Verona, in un'intervista alla Fondazione Cesare Serono parla dei problemi attuali e le speranze per il futuro delle persone con la Sindrome di Sjogren.

Potrebbe interessarti anche…

Claudio Lunardi introduce la sua intervista ricordando che la Sindrome di Sjogren è una malattia sistemica, nel senso che coinvolge tutte le parti dell’organismo, anche se le strutture più danneggiate sono le ghiandole esocrine, come quelle che producono la saliva e quelle che secernono le lacrime. Mentre nelle sue forme più tipiche e nelle fasi più avanzate le alterazioni difficilmente sfuggono all’identificazione, le manifestazioni iniziali della Sindrome di Sjogren sono comuni a quelle di altre malattie più frequenti. Ciò provoca ritardo ed errori di diagnosi, che penalizzano la vita dei malati e rendono molto variabili i dati sulla frequenza della Sindrome di Sjogren. A sua volta, la variabilità dell’incidenza rende difficile la sua classificazione fra le malattie rare. Claudio Lunardi spiega anche i limiti delle attuali cure e illustra gli obiettivi delle linee di ricerca, che forniranno futuri trattamenti. Un aspetto sul quale l’intervistato è molto chiaro è che la gestione della Sindrome di Sjogren deve essere multidisciplinare, per aiutare il malato ad affrontare tale condizione nel miglior modo possibile.

Redazione Fondazione Cesare Serono