Fondazione Cesare Serono
FONDAZIONE CESARE SERONO

L'informazione è salute

Problemi di udito negli adulti con Sindrome di Turner e Sindrome metabolica

Notizia|timepubblicato il
Problemi di udito negli adulti con Sindrome di Turner e Sindrome metabolica

Uno studio ha valutato la frequenza dei problemi di udito negli adulti con Sindrome di Turner e Sindrome metabolica. I risultati hanno indicato che, in tali soggetti, la Sindrome metabolica nel suo insieme e le singole condizioni che la compongono aumentano il rischio di perdita dell’udito per alterazioni neurosensoriali.

Potrebbe interessarti anche…

La Sindrome metabolica è associata ad un’aumentata probabilità di sviluppare malattie cardiovascolari. Nelle persone affette dalla Sindrome di Turner si osserva un’elevata frequenza delle singole condizioni, dall’insulino-resistenza alla dislipidemia, che caratterizzano la Sindrome metabolica. Inoltre, alla Sindrome di Turner si associa spesso una perdita dell’udito e, in particolare, un problema di questo tipo dovuto ad alterazioni della funzione neurosensoriale, si rileva in almeno la metà delle giovani donne con Sindrome di Turner. Alvarez-Nava e colleghi hanno eseguito una ricerca per verificare l’associazione fra perdita dell’udito e Sindrome metabolica in 93 soggetti di sesso femminile e di età superiore a 20 anni. Sono stati raccolti dati relativi a peso, altezza e altre misure fisiche, alla funzione cardiologica e metabolica e all’udito. La diagnosi di Sindrome metabolica è stata formulata secondo i criteri della Federazione Internazionale del Diabete, mentre la gravità della perdita dell’udito è stata determinata secondo le Linee Guida dell’American Speech Hearing Association (Associazione Americana di Parole e Udito). La perdita dell’udito è stata rilevata nel 74% delle orecchie dei soggetti con Sindrome di Turner e, in particolare, quella dovuta ad alterazioni neurosensoriali, era presente nella metà dei soggetti studiati. La frequenza della Sindrome metabolica è stata del 64% nelle persone con perdita dell’udito per alterazioni neurosensoriali e dell’11% in quelle con non presentavano tale problema, con una differenza di prevalenza statisticamente significativa: p<0.05. Dopo avere considerato nell’analisi statistica l’età dei soggetti considerati, la perdita dell’udito su base neurosensoriale è risultata nove volte più frequente in chi aveva la Sindrome metabolica, rispetto a chi non l’aveva.

Nelle conclusioni gli autori hanno sottolineato che, nella loro casistica, la presenza della Sindrome metabolica nel suo insieme e quella dei suoi singoli componenti si sono associate in maniera statisticamente significativa alla perdita dell’udito per alterazioni neurosensoriali nelle persone con Sindrome di Turner da loro studiate. Hanno aggiunto che queste evidenze sono importanti perché suggeriscono di intervenire per ridurre le condizioni che contribuiscono alla Sindrome metabolica, con il possibile obiettivo di prevenire o di ridurre la comparsa della perdita dell’udito.   

Tommaso Sacco

Fonte: Metabolic Syndrome as a Risk Factor for Sensorineural Hearing Loss in Adult Patients with Turner Syndrome;The Application of Clinical Genetics, 2020:13 25–35