MENU SEZIONE
MENU SEZIONE

Malattie Rare, Italia prima in Europa

Notizia

PUBBLICATO

Malattie Rare, Italia prima in Europa

L’Italia si piazza ai primi posti per assistenza e ricerca sulle Malattie Rare. Questo è il dato provvisorio della classifica delle strutture elaborata dall’European Reference Networks (ERN) - le Reti Europee di Riferimento lanciate nel 2011 dalla direttiva sulle cure transfrontaliere - che piazza al primo posto l’Azienda ospedaliero-universitaria di Padova, e tra i primi anche l’Irccs pediatrico Bambino Gesù di Roma e l’Irccs Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico di Milano. La ERN raggruppa una rete di ospedali che condividono le conoscenze ed il coordinamento delle cure sanitarie in Europa.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!
Rimani in contatto e sempre aggiornato sulle ultime notizie.

www.fondazioneserono.org/newsletter/

L’individuazione dei centri di eccellenza parte da una segnalazione del Ministero della Salute per poi procedere ad una doppia scrematura internazionale basata su vari parametri, tra i quali:  gestione e presa in carico del paziente, attività scientifica, ricerca clinica , più altri criteri specifici per materia.

Paola Facchin, coordinatrice del tavolo tecnico delle Regioni per le malattie rare e rappresentante, insieme al genetista Bruno Dallapiccola, del gruppo tecnico sulle malattie rare presso la Commissione Europea, ha sottolineato l’importanza di questo primato Italiano “in un ambito in cui contano moltissimo sia l’aspetto assistenziale-organizzativo che quello della ricerca. Il messaggio che arriva ai pazienti è quello di un’Europa che, tra tante difficoltà, è ricca di ospedali vocati alle patologie orfane e che nel loro ambito sono stati capaci di sviluppare tante Ern. E molti di questi - circa una cinquantina - sono strutture italiane. A dimostrazione che la nostra sanità, pure tra mille difficoltà di costi, conti e personale, riesce ancora a esprimersi al meglio”.

Simon Basten

Fonti: Sanità24, L'ultima Ribattuta, Azienda Ospedaliera di Padova