Fondazione Cesare Serono
FONDAZIONE CESARE SERONO

L'informazione è salute

Trattamento per la neuromielite ottica

Trattamento per la neuromielite ottica

Se la neuromielite ottica non viene diagnosticata o non viene trattata, provoca il decesso nel 30% dei casi entro 5 anni dall'esordio, per insufficienza respiratoria secondaria ai forti attacchi di mielite. Una percentuale elevata di malati perde la vista a uno o a entrambi gli occhi o va incontro a paraparesi permanente. La cura della neuromielite ottica prevede dosi elevate di corticosteroidi per via endovenosa per la gestione delle recidive che, in alcuni casi, richiedono la plasmaferesi. La somministrazione di immunosoppressori come azatioprina, micofelato mofetil e rituximab è mirata a controllare la malattia a lungo termine e a prevenire le recidive. La prognosi è variabile: le recidive possono essere seguite da un recupero spontaneo delle funzioni neurologiche precedentemente alterate, ma a volte tale recupero è parziale o assente.

Potrebbe interessarti anche…

Nella sezione Neuromielite Ottica vedere anche

Tommaso Sacco

Fonti

  • NHS
  • E Bizzocco e coll. Prevalence of neuromyelitis optica spectrum disorder and phenotype distribution. J Neurol. 2009 Nov;256(11):1891-8.
  • Orpha.net
  • Mayo Clinic
Contatta l'esperto

CONTATTA L'ESPERTO

Ricevi le risposte ai tuoi quesiti

Fai una domanda
Iscriviti alla newsletter

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Ricevi gli aggiornamenti

Iscriviti