Neuromielite ottica

Neuromielite ottica

Secondo le ultime acquisizioni, la neuromielite ottica, o malattia di Devic, non è un’unica patologia, ma piuttosto una serie di patologie caratterizzate da un’infiammazione con meccanismo autoimmune e dalla demielinizzazione a carico di uno solo o di ambedue i nervi ottici, di aree del midollo spinale e, in misura minore e più tardivamente, del cervello. Questo gruppo di patologie si definisce “disordini dello spettro della neuromielite ottica”, in inglese Neuromyelitis Optica Spectrum Disorders, abbreviato in NMOSDs. Per comodità di consultazione, di seguito si userà comunque la denominazione neuromielite ottica.

Potrebbe interessarti anche…

Epidemiologia

La prevalenza della neuromielite ottica è di 1-2 casi su 100.000 ed è più elevata nelle femmine, rispetto ai maschi, in misura maggiore, rispetto alla sclerosi multipla, altra malattia caratterizzata da demielinizzazione. Sempre rispetto a quest’ultima malattia, compare in età più avanzata, di solito tra i 35 e i 45 anni, ma si sono osservati casi anche in bambini di 3 anni e in anziani oltre i 90 anni. In una casistica di 850 soggetti afferiti a una struttura ospedaliera toscana per la gestione di malattie demielinizzanti, la frequenza di persone con neuromielite ottica è stata dell’1.5%. Pur avendo una prevalenza molto ridotta, la neuromielite ottica non è compresa fra le malattie rare riconosciute dal Ministero della Salute, ma fra quelle croniche con codice di esenzione 041.

In questa sezione troverete

Ultime notizie sulla Neuromielite Ottica

Tommaso Sacco

Fonti

  • NHS
  • E Bizzocco e coll. Prevalence of neuromyelitis optica spectrum disorder and phenotype distribution. J Neurol. 2009 Nov;256(11):1891-8.
  • Orpha.net
  • Mayo Clinic
Fact checking

Fact checking disclaimer

ll team di Fondazione si impegna a fornire contenuti che aderiscono ai più alti standard editoriali di accuratezza, provenienza e analisi obiettiva. Ogni articolo è accuratamente controllato dai membri della nostra redazione. Inoltre, abbiamo una politica di tolleranza zero per quanto riguarda qualsiasi livello di plagio o intento malevolo da parte dei nostri scrittori e collaboratori.

Tutti gli articoli di Fondazione Merck Serono aderiscono ai seguenti standard:

  • Tutti gli studi e i documenti di ricerca di cui si fa riferimento provengono da riviste o associazioni accademiche di riconosciuto valore, autorevoli e rilevanti.
  • Tutti gli studi, le citazioni e le statistiche utilizzate in un articolo di notizie hanno link o riferimenti alla fonte originale.
  • Tutti gli articoli di notizie devono includere informazioni di base appropriate e il contesto per la condizione o l'argomento specifico.