MENU SEZIONE

FONDAZIONE CESARE SERONO

I risultati di Tiroide in Primo Piano sono stati presentati al Congresso dell’Associazione Italiana della Tiroide

thyroidbig

Dal 5 maggio al 18 settembre 2015 la Fondazione Cesare Serono ha proposto agli utenti del sito un questionario dedicato a chi aveva un’alterazione della funzione della tiroide (www.tiroideinprimopiano.it). Il 3 dicembre i risultati sono stati presentati al Congresso dell’Associazione Italiana della Tiroide (AIT).

Ipertiroidismo e ipotiroidismo hanno varie cause e si possono manifestare con segni e sintomi così poco specifici, da non indirizzare sempre rapidamente verso la corretta diagnosi. Autori che hanno eseguito studi specifici hanno rilevato che, in certe casistiche, nessun sintomo o combinazione di sintomi permette di distinguere i soggetti con una funzione della tiroide ridotta da quelli l’hanno normale. Ciò può essere causa di ritardi nell’individuazione di tali disturbi o di mancate diagnosi. C’è chi ha rilevato che il 50% di persone con un’alterata funzione tiroidea, non sapeva di averla. Un altro problema riguarda la comunicazione sull’argomento “malattie della tiroide”. Ad esempio, si parla spesso di tiroiditi nei mezzi di comunicazione, ma non sempre con la chiarezza e la correttezza che aiuterebbe gli utenti a individuare precocemente segni e sintomi che, riferiti al medico, potrebbero suggerire un approfondimento diagnostico. Chi ha una diagnosi di alterata funzione della tiroide clinicamente confermata deve assumere spesso una terapia a lungo termine, o a vita, e in molti casi necessita di controlli periodici, ma più di un segnale concorda nell’indicare che l’esecuzione degli esami di laboratorio e delle ecografie specifiche non è sempre tempestiva e ci possono essere differenze fra una Regione e l’altra. Su questi e altri aspetti della gestione di ipotiroidismo e ipertiroidismo, 1652 utenti del sito hanno fornito risposte che, analizzate, hanno prodotto dati interessanti che saranno presentati al Congresso dell’AIT.

Grazie al contributo di tutti coloro che hanno compilato il questionario, la Fondazione Cesare Serono trasferirà agli specialisti nelle malattie della tiroide informazioni che, si spera, miglioreranno l’assistenza ai malati.

Tommaso Sacco

CONTATTA L'ESPERTO

Ricevi le risposte ai tuoi quesiti

Fai una domanda

CONTENUTI CORRELATI

Il trattamento con metformina può ridurre il rischio di sviluppare tumori e la mortalità  per cancro nei pazienti con diabete di tipo 2?

Vari autori avevano osservato che la metformina era in grado di inibire la crescita delle cellule tumorali e di ridurre il rischio di cancro. Recenti studi epidemiologici hanno suggerito che il trattamento con metformina possa ridurre il rischio di sviluppare tumori e la mortalità  per cancro nei pazienti con diabete di tipo 2, ma non [...]

Leggi Tutto

La terapia con l’ormone della crescita riduce il rischio di mortalità associato a una ridotta funzione dell’ipofisi

Negli adulti, la ridotta o mancata funzione dell’ipofisi, o ipopituitarismo, è associato a un rischio aumentato di mortalità prematura. La terapia con l’ormone della crescita riduce tale rischio, in misura maggiore nel sesso maschile.ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!Rimani in contatto e sempre aggiornato sulle ultime notizie.www.fondazioneserono.org/newsletter/ L’ipopituitarismo è una condizione in cui l’ipofisi, la ghiandola situata all’interno [...]

Leggi Tutto

Fattori predittivi per un’insufficiente risposta ovarica: una certezza?

Per accertare correttamente lo status di “poor responders” di una paziente, dovremmo esser [...]

Leggi Tutto