Trapianto fecale

Consiste nel trasferire all’interno dell’intestino di un soggetto malato il contenuto dell’intestino di soggetti sani, oppure il contenuto dell’intestino dello stesso soggetto malato, dopo averlo sottoposto a opportuni trattamenti. Il razionale dell’approccio consiste nell’inoculare in un intestino malato un campione di microbiota sano, arricchito di altre sostanze che ne possono amplificare l’effetto curativo. Fra le prime patologie nelle quali questa soluzione è stata applicata con successo, c’è l’infezione del colon provocata da un batterio denominato Clostridium difficile.

Fact checking

Fact checking disclaimer

ll team di Fondazione si impegna a fornire contenuti che aderiscono ai più alti standard editoriali di accuratezza, provenienza e analisi obiettiva. Ogni articolo è accuratamente controllato dai membri della nostra redazione. Inoltre, abbiamo una politica di tolleranza zero per quanto riguarda qualsiasi livello di plagio o intento malevolo da parte dei nostri scrittori e collaboratori.

Tutti gli articoli di Fondazione Merck Serono aderiscono ai seguenti standard:

  • Tutti gli studi e i documenti di ricerca di cui si fa riferimento provengono da riviste o associazioni accademiche di riconosciuto valore, autorevoli e rilevanti.
  • Tutti gli studi, le citazioni e le statistiche utilizzate in un articolo di notizie hanno link o riferimenti alla fonte originale.
  • Tutti gli articoli di notizie devono includere informazioni di base appropriate e il contesto per la condizione o l'argomento specifico.