Fagocita

In questa definizione rientrano cellule caratterizzate dalla capacità di fagocitare agenti o materiali potenzialmente dannosi per l’organismo. La radice greca del termine fagocita esprime il concetto del “mangiare” e questo dà un’idea di come queste cellule svolgono la loro attività: esse trasferiscono al proprio interno molecole e strutture e le distruggono. I fagociti possono svolgere anche altre funzioni. I macrofagi sono il tipo di fagocita più diffuso nei tessuti dell’organismo e derivano da fagociti che circolano nel sangue denominati monociti. In alcuni distretti o organi i fagociti assumono denominazioni particolari come: cellule di Kupfer nel fegato e cellule della microglia nel sistema nervoso centrale.

Nel sistema nervoso centrale svolgono attività di fagocitosi le cellule della microglia, che partecipano anche allo sviluppo del danno della sclerosi multipla.

Vedere anche: Cellule del sistema immunitario

Sinonimi:
Cellule di Kupfer, Macrofago, Microglia, Monocita
Fact checking

Fact checking disclaimer

ll team di Fondazione si impegna a fornire contenuti che aderiscono ai più alti standard editoriali di accuratezza, provenienza e analisi obiettiva. Ogni articolo è accuratamente controllato dai membri della nostra redazione. Inoltre, abbiamo una politica di tolleranza zero per quanto riguarda qualsiasi livello di plagio o intento malevolo da parte dei nostri scrittori e collaboratori.

Tutti gli articoli di Fondazione Merck Serono aderiscono ai seguenti standard:

  • Tutti gli studi e i documenti di ricerca di cui si fa riferimento provengono da riviste o associazioni accademiche di riconosciuto valore, autorevoli e rilevanti.
  • Tutti gli studi, le citazioni e le statistiche utilizzate in un articolo di notizie hanno link o riferimenti alla fonte originale.
  • Tutti gli articoli di notizie devono includere informazioni di base appropriate e il contesto per la condizione o l'argomento specifico.