MENU SEZIONE

FONDAZIONE CESARE SERONO

Angioedema

La parola deriva da “angio”, un termine medico che indica i vasi sanguigni, e “edema” un meccanismo della reazione infiammatoria. L’angioedema consiste nella rapida formazione di rigonfiamenti nell’ambito degli strati della pelle, delle mucose e dei tessuti posti al di sotto delle mucose. Le mucose sono i rivestimenti di tubo digerente, vie aeree, genitali, ecc. I segni ed i sintomi dell’angioedema sono il rigonfiamento della pelle del volto, spesso vicino alla bocca, e/o della mucosa di bocca, labbra, lingua e laringe (tratto di passaggio fra faringe e trachea). L’angioedema può durare da qualche minuto a qualche ora. Nei casi più gravi si registra anche lo stridore, un rumore provocato dall’occlusione delle vie aree e diminuzione dei livelli di ossigeno. L’angioedema può essere causato dalle allergie alimentari.

Sinonimi:

edema angioneurotico, edema di Quincke