MENU SEZIONE
MENU SEZIONE

Valutazione degli embrioni nella Procreazione Medicalmente Assistita: l’intervista all’esperto

Notizia

PUBBLICATO

Valutazione degli embrioni nella Procreazione Medicalmente Assistita: l’intervista all’esperto

Fra i fattori che influenzano i risultati delle tecniche di fertilizzazione in vitro c’è la capacità dell’embrione di impiantarsi nell’endometrio nel quale viene trasferito. Come si valutano gli embrioni più adatti a essere trasferiti nell’utero e quali sono le loro caratteristiche che aumentano la probabilità di ottenere una gravidanza?.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!
Rimani in contatto e sempre aggiornato sulle ultime notizie.

www.fondazioneserono.org/newsletter/

L’intervista a Maurizio Sodano, medico, specialista in medicina della riproduzione e direttore del Centro Medicina Riproduttiva e Procreazione Assistita di Torino, ha avuto l’obiettivo di chiarire perché nell’ambito delle tecniche di fecondazione in vitro si valutano le caratteristiche degli embrioni e di passare in rassegna metodi e strumenti utilizzati per tale valutazione.

La prima domanda ha riguardato proprio i motivi che sono alla base dello studio degli embrioni ottenuti con la fecondazione in vitro.

 

Dell’embrione si valuta solo l’aspetto, cioè la sua morfologia, o si prendono in considerazione anche altre caratteristiche?

 

La valutazione degli embrioni consiste solo nella loro osservazione al microscopio da parte dell’Embriologo, cioè del professionista che è deputato a questo compito?

 

Ci spieghi in cosa consiste il sistema che permette di approfondire e completare la valutazione degli embrioni.

 

Quindi si può dire che il sistema, valutando le prime fasi di formazione dell’embrione, permette di prevedere come esso continuerà a svilupparsi?

 

Maurizio Sodano nell’intervista conferma,quindi, che un nuovo sistema va ad arricchire l’insieme degli strumenti a disposizione degli specialisti per permettere alle coppie infertili di avere un figlio, aumentando le probabilità di successo dei cicli di Procreazione Medicalmente Assistita e riducendo il rischio di esiti indesiderati, e potenzialmente rischiosi, come le gravidanze gemellari.

Tommaso Sacco
Video: Marco Marcotulli