Fondazione Cesare Serono
FONDAZIONE CESARE SERONO

L'informazione è salute

Quando il trasferimento dell’embrione viene differito rispetto al ciclo ovarico

Notizia |time pubblicato il
Quando il trasferimento dell’embrione viene differito rispetto al ciclo ovarico

Fulvio Cappiello, Medico Specialista in Ostetricia e Ginecologia, esperto di riproduzione e Responsabile del Trattamento Medico del Centro della PMA della Clinica Mediterranea di Napoli, parla, in questa intervista, dei motivi per i quali può essere rimandato il trasferimento dell’embrione nell’utero.

Potrebbe interessarti anche…

Il trasferimento dell’embrione nell’utero è uno dei passaggi chiave delle procedure di riproduzione assistita. Infatti, dalla capacità dell’embrione di interagire con l’endometrio e dalla preparazione dell’endometrio ad accogliere l’embrione dipendono l’impianto e lo sviluppo della gravidanza. Nella scheda del sito dedicata all’argomento, sono descritte le strategie da applicare quando l’embrione viene trasferito “a fresco” cioè a seguito del ciclo di stimolazione ovarica. A volte, però, a tale soluzione si preferisce un trasferimento differito. Questo approccio consiste nella raccolta degli ovociti prodotti con la stimolazione ovarica, nella loro fecondazione, per ottenere gli embrioni e nel congelamento di questi ultimi, che saranno trasferiti nell’utero in un momento successivo. Fulvio Cappiello elenca, nell’intervista, i motivi per i quali più spesso si differisce il trasferimento dell’embrione. Ad esempio, ci può essere un utero non adeguatamente preparato all’impianto dell’embrione, oppure, più raramente, si può verificare una Sindrome da Iperstimolazione Ovarica o, infine, ci può essere la necessità di eseguire una diagnosi genetica pre-impianto. L’intervistato fornisce quindi alcuni dettagli che aiutano a comprendere perché il trasferimento differito dell’embrione può rappresentare la chiave del successo nelle diverse situazioni.

Nella PMA ci sono scelte che si possono rivelare decisive per il raggiungimento dell’obiettivo di avere una gravidanza e di partorire un figlio sano. Quella di differire o meno il trasferimento dell’embrione è una di queste scelte.

Redazione Fondazione Cesare Serono