MENU SEZIONE
MENU SEZIONE

Riserva ovarica non sembra influenzata dalla tiroidite di Hashimoto, ma i livelli di ormone anti-mulleriano sì

Notizia

PUBBLICATO

Riserva ovarica non sembra influenzata dalla tiroidite di Hashimoto, ma i livelli di ormone anti-mulleriano sì

Uno studio recente ha valutato la riserva ovarica di donne con tiroidite di Hashimoto, senza rilevare differenze rispetto a quella di soggetti confrontabili e non affette da quella malattia della tiroide. Si sono però osservate concentrazioni più elevate di ormone anti-mulleriano.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!
Rimani in contatto e sempre aggiornato sulle ultime notizie.

www.fondazioneserono.org/newsletter/

Sono state valutate dallo studio trentadue donne, in età precedente alla menopausa, con un ipotoroidismo primario provocato da una tiroidite di Hashimoto, che assumevano una terapia sostitutiva con ormoni tiroidei. Questo gruppo è stato confrontato con un altro di quarantanove soggetti che non mostravano evidenze di quella malattia della tiroide, in termini di esami di laboratorio. I due gruppi erano simili come età media e indice di massa corporea. Non c’è stata alcuna differenza statisticamente significativa, fra i due gruppi, riguardo ai risultati della conta dei follicoli antrali, mentre le concentrazioni nel sangue di ormone anti-mulleriano sono state significativamente più alte nel gruppo con tiroidite di Hashimoto.

Gli autori propongono, come chiave di interpretazione di questa evidenza, una possibile associazione fra la tiroidite di Hashimoto e la Sindrome dell’Ovaio Policistico, che potrebbe giustificare l’aumento dell’AMH, in quanto in ambedue queste condizioni si rilevano alterazioni del funzionamento del sistema immunitario di tipo autoimmune. Studi futuri dovranno confermare queste evidenze.

Tommaso Sacco

Fonte: Evaluation of ovarian reserve in Hashimoto's thyroiditis; Gynecological Endocrinology, 2014 Jun 6:1-4.