MENU SEZIONE
MENU SEZIONE

Procreazione Medicalmente Assistita (PMA): la situazione italiana

Notizia

PUBBLICATO

Procreazione Medicalmente Assistita (PMA): la situazione italiana

Ogni anno l'Istituto Superiore di Sanità  (ISS) pubblica i Rapporti ISTISAN relativi a: proposte di esperienze che abbiano particolare rilevanza in sede nazionale e/o internazionale, relazioni su attività  svolte dall'Istituto, atti di congressi, norme tecniche. Tutti i dati e le informazioni pubblicate nei Rapporti sono riconducibili a cinque grandi aree tematiche: ambiente e salute, epidemiologia e sanità  pubblica, formazione e informazione, patologie, tecnologie e salute. Fra i Rapporti ISTISAN pubblicati nel 2012, uno riguarda l'attività  svolta nel 2006 da tutti i centri di Procreazione Medicalmente Assistita (PMA) attivi sul territorio nazionale. Secondo il documento, nel periodo considerato sono stati eseguiti 29.901 cicli di primo livello, ossia di inseminazione artificiale, su 18.431 pazienti. Da questi cicli si sono ottenute 3.203 gravidanze, con una percentuale del 10,7% sul totale dei cicli iniziati. Dai 1.764 parti avvenuti sono nati 1.999 bambini vivi. Le pazienti sottoposte a tecniche di secondo e terzo livello, cioè tecniche più complesse come fecondazione in vitro e microiniezione intracitoplasmatica dello spermatozoo, con utilizzo di embrioni e ovociti freschi sono state 30.274, per un totale di 36.912 cicli di trattamento. Le gravidanze ottenute sono state 6.962, pari al 18,9% di successo sui cicli iniziati. Inoltre, nel 2006 sono stati eseguiti 3.882 cicli da scongelamento di ovociti o di embrioni, da cui sono state ottenute 443 gravidanze. Considerando sia i cicli a fresco sia quelli da scongelamento, i parti ottenuti con le tecniche di secondo e terzo livello sono stati 4.384 e i bambini nati vivi sono stati 5.508.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!
Rimani in contatto e sempre aggiornato sulle ultime notizie.

www.fondazioneserono.org/newsletter/

Redazione Fondazione Cesare Serono

Fonte: ISS