Fondazione Cesare Serono
FONDAZIONE CESARE SERONO

L'informazione è salute

Maturazione in vitro degli ovociti

Parere degli esperti |time pubblicato il
Maturazione in vitro degli ovociti

Gli articoli della sezione "Il parere degli esperti" riguardano alcuni fra gli argomenti più importanti e dibattuti delle rispettive aree cliniche. Dato il livello di approfondimento raggiunto, i testi possono contenere termini e concetti molto complessi. L’utilizzo del glossario potrà essere di aiuto nella comprensione di questi articoli e altri contenuti del sito, più divulgativi, contribuiranno a chiarire gli argomenti trattati.


La maturazione in vitro (in vitro maturation, IVM) di ovociti immaturi è una possibile strategia utilizzata nella procreazione medicalmente assistita (PMA) per le donne caratterizzate dalla produzione di ovociti immaturi, a causa di difetti ovulatori di origine funzionale o endocrina (come nel caso delle pazienti con ovaio policistico) [1]. Rappresenta inoltre una valida soluzione nei programmi di preservazione della fertilità per le pazienti oncologiche che si sottopongono a trattamenti radio- e chemioterapici [2].

Si tratta di una procedura di PMA di secondo livello in cui il prelievo degli ovociti può avvenire in seguito a una stimolazione dell’ovaio oppure su ciclo spontaneo.

Potrebbe interessarti anche…

Il protocollo di stimolazione utilizza generalmente basse dosi di gonadotropine (mild stimulation) e inizia tra il 3° e il 10° giorno del ciclo mestruale con la somministrazione di 3 giorni dell’ormone FSH. Gli ovociti vengono prelevati ancora immaturi, prima che venga selezionato il follicolo dominante, tra il 9° l'11° giorno del ciclo e 36 ore prima del prelievo viene praticata una iniezione di gonadotropina corionica umana (hCG) per ottenere l’ovulazione. Gli ovociti immaturi così recuperati vengono fatti maturare in laboratorio, ancora circondati dalle cellule del cumulo ooforo e in appositi terreni di coltura contenenti gonadotropine necessarie alla maturazione degli stessi per circa 30 ore. Dopo questo tempo, gli ovociti sono pronti per la fecondazione in vitro mediante tecnica ICSI (iniezione intra-citoplasmatica dello spermatozoo) o FIVET (Fertilizzazione In Vitro con Embryo Transfer) e gli embrioni da essi generati vengono trasferiti nell’utero della donna entro il quinto giorno di sviluppo [2,3].

Tale tecnica prevede da due a tre controlli tramite ecografie, a 2-3 giorni e a 9-11 giorni dall’inizio delle mestruazioni per valutare le condizioni dell'endometrio e quando la donna è pronta per il prelievo degli ovociti.

Anche se l'applicazione clinica della maturazione in vitro degli ovociti è stata portata all'attenzione della comunità scientifica circa 20 anni fa, l'efficienza di tale tecnica è rimasta leggermente inferiore rispetto a quella dei regimi di stimolazione ormonale ovarica [4,5]. Sebbene recenti studi scientifici riportino nessuna differenza tra le strutture e gli organelli interni degli ovociti maturati in vitro e quelli degli ovociti derivanti da IVF tradizionale, accanto al perfezionamento della procedura in termini di utilizzo di terreni di coltura, una migliore comprensione del reale potenziale d’impianto degli embrioni generati rappresenta la sfida più interessante per aumentare la probabilità di gravidanza nelle pazienti per le quali l'IVM rappresenta l'unica possibilità di concepimento [6].

Dott.ssa Loredana Bergandi - Biologa, Fisiopatologia della Riproduzione e PMA, AOU Città della Salute e della Scienza di Torino, Presidio Sant'Anna, Torino

Bibliografia

  1. Roesner S, Von Wolff M, Eberhardt I, et al. In vitro maturation: a five-year experience. Acta Obstet Gynecol Scand 2012;91(1):22-7.
  2. Creux H, Monnier P, Son WY, Buckett W. Thirteen years’ experience in fertility preserva-tion for cancer patients after in vitro fertilization and in vitro maturation treatments. J Assist Reprod Genet 2018;35(4):583-92.
  3. Roesner S, Dietrich JE, Weigert J, et al. Time-lapse imaging reveals differences in growth dynamics of embryos after in vitro maturation compared with conventional stimulation. Fertil Steril 2017;107(3):606-612.e3.
  4. Coticchio G, Dal Canto M, Mignini Renzini M, et al. Oocyte maturation: gamete-somatic cells interactions, meiotic resumption, cytoskeletal dynamics and cytoplasmic reorganization. Hum Reprod Update 2015;21(4):427-54.
  5. Fadini R, Mignini Renzini M, Dal Canto M, et al. Oocyte in vitro maturation in normo-ovulatory women. Fertil Steril 2013;99(5):1162-9.
  6. Coticchio G, Dal Canto MB, Fadini R, et al. Ultrastructure of human oocytes after in vitro maturation. Mol Hum Reprod 2016;22(2):110-8.