MENU SEZIONE
MENU SEZIONE

La sindrome da iperstimolazione ovarica (OHSS)

Articolo

PUBBLICATO

La sindrome da iperstimolazione ovarica (OHSS)

La sindrome da iperstimolazione ovarica (ovarian hyperstimulation syndrome - OHSS - degli autori anglosassoni) è una patologia cosiddetta iatrogena, cioe' causata dalla terapia medica, per l'induzione dell'ovulazione semplice o multipla come nelle tecniche di procreazione medica assistita (1-5).

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!
Rimani in contatto e sempre aggiornato sulle ultime notizie.

www.fondazioneserono.org/newsletter/

Prima dell'avvento delle terapie mediche associate alle tecniche di riproduzione assistita, questa "malattia" non esisteva. Si tratta quindi di una patologia recente e conosciuta quasi esclusivamente da coloro che praticano questo tipo di attività  medica. Dobbiamo chiarire subito, che questa sindrome non è una conseguenza inevitabile della terapia, anzi ne rappresenta un aspetto del tutto eccezionale, almeno nella sua forma più importante e più grave. Può e deve essere prevenuta attuando delle stimolazioni dell'ovaio con dosaggi dei farmaci (gonadotropine) più bassi di quelli abituali.

Nella forma grave la sindrome è piuttosto rara intorno allo 0,6-1% (6-7). Nella sua forma lieve è invece presente quasi nel 25% dei cicli di stimolazione (8). Circa il 90% delle iperstimolazioni si verificano nei cicli in cui e' insorta una gravidanza (8-19).

La sindrome da iperstimolazione ovarica può essere definita come una serie di sintomi causati da un passaggio abnorme di liquidi dal circolo ematico a distretti che, normalmente, non contengono liquidi (ad es. addome, pleure ecc.) (11-12).

La sindrome è accompagnata da un aumento notevole del volume dell'ovaie. Le cause della sindrome non sono chiare ma è probabile che la crescita dei follicoli, indotta dalla terapia stimolante, produca, attraverso il rilascio nel circolo sanguigno di estrogeni, una alterazione delle permeabilità  dei vasi capillari ed un conseguente passaggio di liquido nelle cavità  virtuali dell'organismo (vedi sopra). Tale patologia si verifica quando si sviluppano all'interno delle ovaie un numero elevato di follicoli (15-20 o più). Tanti follicoli portano ad una produzione di estrogeno (l'ormone prodotto dai follicoli) molto elevata. Più elevati sono questi fattori più grave può essere la sindrome (13-15). Bisogna comunque chiarire che il meccanismo scatenante della sindrome è dovuto essenzialmente all'induzione dell'ovulazione con la somministrazione di hCG e con l'inizio di una eventuale gravidanza. Se l'hCG non viene somministrato, la sindrome non si manifesta ed i sintomi iniziali tendono a regredire in pochi giorni (9,10,13).

La sindrome da iperstimolazione ovarica si manifesta con:

  • abnorme sensazione di gonfiore addominale
  • aumento di peso (da ritenzione di liquidi)
  • senso di pesantezza al bacino
  • diminuzione della quantità  di urina giornaliera (oliguria)
  • aumentata sensazione di sete

La classificazione della sindrome si basa sugli aspetti clinici, di laboratorio ed ecografici, la gravità  della sindrome e' correlata alla quantità  di liquido fuoriuscito dai vasi, dalle dimensioni raggiunte dalle ovaie dopo la terapia e all'ematocrito (la percentuale di globuli rossi rispetto alla componente liquida del sangue; l'aumento dell'ematocrito si definisce anche "emoconcentrazione") (17-19).

Sulla base dell'andamento dei seguenti parametri l'OHSS si definisce lieve, media, severa (15,16).

La sindrome da iperstimolazione ovarica (OHSS) lieve

  • Diametro Ovarico 5 - 10 Cm
    Sintomi:
    • Grado 1: Tensione addominale e lieve dolore
    • Grado 2: I segni del grado 1 e in più nausea, vomito e diarrea

La sindrome da iperstimolazione ovarica (OHSS) media

  • Diametro Ovarico >10 cm
    Sintomi:
    • Grado 3: Segni del gradi 2 più evidenza ecografica di ascite (liquido in addome)

La sindrome da iperstimolazione ovarica (OHSS) severa

  • Diametro Ovarico > 12 cm
    Sintomi:
    • Grado 4: segni del grado 3 più evidenza clinica di ascite, versamento pleurico e/o dispnea.
    • Grado 5: segni del grado 4 più emoconcentrazione ipovolemia (riduzione del volume del sangue nel circolo sanguigno), oliguria.

La sindrome da iperstimolazione ovarica (OHSS) critica

Una ulteriore classificazione divide ulteriormente una forma di OHSS severa da una forma cosiddetta critica.

Nella forma critica si evidenziano oltre a tutti i fenomeni della forma severa:

  • Ascite e idrotorace massivo
  • Ematocrito > 55%
  • Globuli bianchi (n°) > 35.000
  • Creatinina > 1.6 (mg/dl)
  • Clearance creatinina < 50ml/min:
  • Insufficienza renale
  • Fenomeni tromboembolici cioè la possibilità  che il sangue troppo concentrato nella sua componente cellulare possa formare dei trombi all'interno del sistema vascolare e che questi si distacchino sotto forma di emboli andando ad occludere delle arterie importanti creando una patologia acuta (ictus, infarto, trombosi periferiche, ecc.)

CONTATTA L'ESPERTO

Ricevi le risposte ai tuoi quesiti

Fai una domanda

CONTENUTI CORRELATI