MENU SEZIONE
MENU SEZIONE

Fertilizzazione in vitro: il trasferimento di un singolo embrione riduce il rischio di mortalità  perinatale?

Notizia

PUBBLICATO

Fertilizzazione in vitro: il trasferimento di un singolo embrione riduce il rischio di mortalità  perinatale?

Mortalità  fetale, neonatale e perinatale, vale a dire il decesso del feto o del neonato a breve distanza dal parto, sono indicatori importanti per monitorare la gravidanza e il parto, in particolare per le nascite ottenute in seguito all'esecuzione di tecniche di riproduzione assistita.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!
Rimani in contatto e sempre aggiornato sulle ultime notizie.

www.fondazioneserono.org/newsletter/

In uno studio condotto da un gruppo di ricercatori australiani, la mortalità  perinatale dopo Fertilizzazione in Vitro (in inglese In Vitro Fertilization: IVF) era più alta nei soggetti nati da parti gemellari.

La IVF è una tecnica di riproduzione assistita che consiste nel fecondare in laboratorio uno o più ovociti, con spermatozoi, per ottenere uno o più embrioni da impiantare nell'utero della donna entro 72 ore oppure da congelare e trasferire in un'altra occasione, nei paesi dove è permesso il congelamento degli embrioni.

L'analisi ha riguardato 50.258 bambini nati, dopo 20 o più settimane di gestazione e con peso uguale o superiore a 400 grammi, da donne sottoposte a IVF fra il 2004 e il 2008. Gli autori hanno misurato il Tasso di Mortalità  Perinatale (in inglese: Perinatal Mortality Rate, PMR) in questa casistica, considerando il numero di morti fetali, cioè di nati morti, più il numero di morti neonatali, ossia verificatesi nei 28 giorni dopo la nascita.

E' emerso che il PMR era pari a 16,2 ogni 1.000 nati. In totale, si sono registrate 813 morti perinatali, di queste 630 erano morti fetali e 183 morti neonatali. I gemelli avevano un PMR significativamente più elevato rispetto ai bambini singoli. Il rischio di morte perinatale in seguito al trasferimento di due embrioni era più alto del 53% rispetto a quello dopo trasferimento di un solo embrione. Il rischio di morte perinatale. dopo trasferimento di due embrioni appena attenuti con l'IVF, era più alto del 58% rispetto a quello dopo trasferimento di un embrione fcon le stesse caratteristiche.

Gli autori hanno concluso che, in questa casistica, il trasferimento di due embrioni si è associato a un rischio più elevato di mortalità  perinatale, rispetto al trasferimento di un singolo embrione. Il numero di embrioni da trasferire deve essere concordato dal medico con la coppia, dopo avere discusso vantaggi, svantaggi e rischi di ogni soluzione. Il trasferimento in utero di più embrioni può essere decisa per aumentare la probabilità  di ottenere l'impianto di almeno uno di essi, ma può comportare svantaggi fra i quali quelli descritti.

Redazione Fondazione Cesare Serono

Fonte: Single embryo transfer reduces the risk of perinatal mortality, a population study; Human Reproduction, 2012 Dec;27(12):3609-15.