Fondazione Cesare Serono
FONDAZIONE CESARE SERONO

L'informazione è salute

Esenzioni per gravidanza

Esenzioni per gravidanza

Sia le coppie che desiderano avere un bambino, sia le donne in gravidanza, hanno il diritto all’esenzione dal ticket di alcune prestazioni specialistiche che servono per tutelare la loro salute e quella del nascituro.

Sono comunque gratuite:

Potrebbe interessarti anche…

  • le visite periodiche ostetrico-ginecologiche;
  • i corsi di accompagnamento alla nascita (training prenatale)
  • l’assistenza al puerperio

In funzione preconcezionale

Le prestazioni specialistiche necessarie per l’accertamento del rischio procreativo ad esenzione ticket sono:

  • prima visita ginecologica con eventuale prelievo citologico;
  • anticorpo anti eritrociti (test di Coombs indiretto);
  • virus Rosolia IgG e IgM
  • virus Rosolia anticorpi IgG
  • emocromo con esame citometrico e conteggio leucocitario differenziale Hb, GR, GB, HCT, PLT Ind. Deriv.;
  • Hb - Emoglobine;
  • esame citologico cervico vaginale (PAP test convenzionale)
  • prelievo sangue venoso.

Per la coppia:

  • virus immunodeficienza acquisita combinato anticorpi e antigene (il test dell’HIV);
  • gruppo sanguigno AB0 (agglutinogeni e agglutinine) e Rh;
  • sierologia della sifilide e prelievo del sangue venoso.

Dopo due aborti consecutivi o altre patologie della gravidanza pregresse con morte perinatale, anamnesi positiva per patologie ereditarie, il ginecologo può prescrivere una serie di esami aggiuntivi:

  • prima visita di genetica medica;
  • analisi citogenetica postdatate;
  • ecografia ginecologica;
  • isteroscopia diagnostica con o senza biopsia dell’endometrio;
  • biopsia endometriale;
  • lupus anticoagulant;
  • anticorpi anti caridolipina;
  • anticorpo anti tireoperossidasi;
  • anticorpi anti microcosmi epatici e renali;
  • anticorpi anti tireoglobulina;
  • prelievo di sangue venoso.Queste prestazioni sono realizzate per escludere eventuali fattori che possono incidere in modo negativo sulla gravidanza.

Per la gravidanza fisiologica

Durante la gravidanza fisiologica, invece, nel primo trimestre sono esenti dal ticket le seguenti prestazioni:

  • prima visita ostetrica;
  • emocromo: esame citometrico e conteggio leucociti differenziale Hb, GR, GB, HCT, PLT
  • Hb - emoglobina, gruppo sanguigno AB0 e anticorpi anti eritrociti se non eseguiti in fase preconcezionale e l’ultimo esame va ripetuto a tutte le donne a 28 settimane;
  • glucosio;
  • virus rosolia;
  • virus rosolia anticorpi entrambi da ripetere entro la 17esima settimana in caso di negatività;
  • toxoplasma anticorpi IgG e IgM, da ripetere ogni 4-6 settimane se negativo;
  • la sierologia della sifilide;
  • virus immunodeficienza acquisita (HIV combinato anticorpi e antigene P24), se non eseguito nei tre mesi precedenti
  • urine esame completo;
  • urinocoltura;
  • chlamydia trachomatis anticorpi;
  • neisseria gonorrhoeae in materiali biologici vari esami colturale;
  • virus epatite C (HCV) anticorpi;
  • virus epatite C (HCV) tipizzazione;
  • ecografia ostetrica;
  • HCG frazione libera e Papp-A da eseguire insieme all’ecografia ostetrica per studio della translucenza nucale;
  • ecografia ostetrica per studio della translucenza nucale;
  • esame citologico cervico vaginale  (PAP test)
  • prelievo del sangue venoso

Nel secondo trimestre

  • tri trst per AFP, HCG, totale o azione libera, determinazioni di rischio prenatale per anomalie cromosomiche e difetti del tubo neurale;
  • glucosio (75 g solo in fattori di rischio),
  • virus rosolia IgG e IgM
  • toxoplasma anticorpi IgC e IgM
  • prelievo del sangue venoso

Da 19 settimane +00 gg a 23 settimane + 6gg

  • toxoplasma anticorpi IgC e IgM in caso di sieronegatività;
  • ecografia ostetrica morfologica e dell’addome inferiore da eseguire fra 19 settimane + 0 e 21 settimane +0;

Da 24 settimane +0gg a 27 settimane +6gg

  • toxoplasma anticorpi IgC e IgM in caso di sieronegatività;
  • glucosio (75 g solo in fattori di rischio);
  • urine esame completo con sedimento;
  • esame colturale dell’urina per ricercare batteri o lieviti patogeni;
  • prelievo del sangue venoso>/li>

Nel terzo trimestre: Da 28 settimane +0gg. a 32 settimane +6gg

  • emocromo: esame citometrico e conteggio dei leucociti differenziale Hb, GR, GB, HCT, PLT, Ind. Deriv.
  • anticorpi anti eritrociti (test di Coombs indiretto);
  • toxoplasma anticorpi IgG e IgM
  • ecografia ostetrica;
  • prelievo di sangue venoso

Da 33 settimane +0gg. a 37 settimane +6gg

  • emocromo: esame citometrico e conteggio dei leucociti differenziale Hb, GR, GB, HCT, PLT, Ind. Deriv.
  • toxoplasma anticorpi IgG e IgM;
  • virus HBV reflex, antigene HBsAg + Anticorpi HBsAg + Anticorpi HBcAg
  • treponema palladium;
  • virus immunodeficienza acquisita (HIV 1-2);
  • urine esame completo;
  • urinocoltura
  • streptococco
  • prelievo di sangue venoso

Da 41 settimane

  • ecografia ostetrica
  • cardiotocogafia esterna.

Le donne che si presentano dopo la 13esima settimana sono escluse dalle agevolazioni sia per le prestazioni specialistiche,  sia per quelle relative alla settimana di gestazione.Il SSN, inoltre, garantisce un colloquio psicologico per diagnosticare durante l’assistenza al neonato o il training prenatale se sorge un disagio psicologico nella donna.I codici per le diverse prestazioni variano da Regione a Regione, le prestazioni possono essere ricercate in una base dati sul sito del Ministero della Salute (http://www.salute.gov.it/BancheDati/anagrafi/GDA).

Diagnosi Prenatale

La diagnosi prenatale ha due gruppi di indicazione: rischio procreativo e rischio rilevato in corso di gravidanza, due situazioni in cui il rischio di patologia è aumentato. Nel primo caso è prevedibile perché legato alla storia familiare e alla condizione biologica-genetica della partoriente. Il secondo caso, invece, riguarda difetti al feto evidenziati nel corso di un’ecografia.

L’elenco delle condizioni per le quali è prevista la diagnosi prenatale invasiva:

  • Per le indagini citogenetiche:
    • trisomia 21 o altre anomalie cromosomiche 1/300 al momento del test o 1/250 nel primo trimestre calcolato seguendo i metodi delle Regioni, basati sull’età della madre in combinazione con altri fattori. Il calcolo deve essere effettuato utilizzando modalità identiche per tutto il territorio nazionale. Il calcolo deve avere una maggiore sensibilità diagnostica e un minor numero di falsi positivi;
    • genitori con figlio affetto da patologia cromosomica;
    • genitore portatore;
    • genitore affetto da aneuploidia cromosomica omogenea.
  • Le indagini genetiche:
    • genitore eterozigote per una patologia con mutazione autonomia dominante;
    • genitori per mutazioni geniche legate a patologie autosomiche recessive;
    • madre eterozigote per le mutazioni recessive legate al cromosoma X;
    • madre portatrice di mutazione mitocondriale;
    • nel caso in cui alcuni segni colti durante l’ecografia indichino determinate patologie geniche e altre condizioni legate al rischio familiare.
  • Le indagini infettivologiche:
    • nel caso in cui sia stato riscontrato un rischio fetale sulla base di un’invenzione materna e altri segni rilevati nell’ecografia sono associati a patologie infettive.

Prima che queste prestazioni specialistiche vengano erogate bisogna attendere la pubblicazione delle tariffe, prima che ciò avvenga vale ancora l’elenco di prestazioni del DM del 10 settembre 1998.

Riconoscimento per l’esenzione per gravidanza

Non c’è nessun attestato per avere il riconoscimento del diritto per l’esenzione ticket per gravidanza, ma questo potrebbe variare da regione a regione. Inoltre l’esenzione è del tutto indipendente dal reddito della coppia o della donna.

Altre Esenzioni Ticket

Le altre esenzioni dal pagamento del ticket sanitario sono per i seguenti casi:

Chiara Laganà e Simon Basten

Fonte: Ministero della Salute

 

Contatta l'esperto

CONTATTA L'ESPERTO

Ricevi le risposte ai tuoi quesiti

Fai una domanda
Iscriviti alla newsletter

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Ricevi gli aggiornamenti

Iscriviti