Fondazione Cesare Serono
FONDAZIONE CESARE SERONO

L'informazione è salute

Il testosterone riduce i sintomi della depressione nei maschi?

Notizia |time pubblicato il
Il testosterone riduce i sintomi della depressione nei maschi?

Un’analisi di 27 studi clinici randomizzati, che avevano incluso circa 1900 soggetti di sesso maschile, ha indicato che, nei soggetti che avevano assunto testosterone, c’è stata una riduzione dei sintomi della depressione. Ulteriori ricerche dovranno confermare questa evidenza.

Potrebbe interessarti anche…

L’effetto del testosterone sulla depressione, che è stato particolarmente evidente nei maschi che hanno assunto alte dosi dell’ormone, ha determinato una probabilità più che doppia, di 2.3 volte, di ridurre i sintomi della depressione. Inoltre, specifiche analisi hanno escluso che l’effetto stesso potesse essere influenzato da fattori come età, gravità della depressione e funzione delle gonadi. Nell’aggiornamento che il sito Medscape ha pubblicato riprendendo i contenuti dell’articolo, si ricorda che il testosterone è un ormone attivo sul sistema nervoso centrale, che influenza numerosi comportamenti, da quello più noto del desiderio sessuale a quello dell’aggressività, e ha anche effetti sulle strutture del cervello, favorendo la neuroplasticità e prolungando la vita dei neuroni. In passato si sono osservate relazioni fra basse concentrazioni nel sangue di testosterone e aumentato rischio di depressione, ma solo in specifici gruppi di soggetti come quelli resistenti alle cure con farmaci antidepressivi. Sulla base di queste evidenze, era stato valutato l’effetto della somministrazione del testosterone in ricerche specifiche, senza avere conferme significative di tale effetto. Da queste premesse è scaturita l’idea di eseguire questa estesa revisione della letteratura, che è partita da una prima raccolta di 7690 articoli, dei quali ne sono stati selezionati 27 che rispondevano a criteri di qualità mirati a migliorare l’attendibilità dei risultati. L’analisi statistica dei dati estratti da queste ricerche ha dimostrato un effetto statisticamente significativo del testosterone sulla depressione, quantificabile, appunto, in una superiorità di 2.3 volte, rispetto al placebo. Tale impatto sui sintomi della depressione è risultato coerente con le soglie di effetto stabilite da alcune Istituzioni Sanitarie.

Da segnalare che alcuni esperti, nel commentare i risultati della revisione, hanno sottolineato che, anche se essi sono coerenti con un effetto sul tono dell’umore da tempo attribuito al testosterone, potrebbero avere risentito di “interferenze” da parte di altri fattori. Perciò hanno suggerito di eseguire valutazioni più accurate, prima di trarre conclusioni e, soprattutto, prima di tradurle in approcci clinici.

Tommaso Sacco

Fonte: Medscape