Fondazione Cesare Serono
FONDAZIONE CESARE SERONO

L'informazione è salute

Raccomandazioni sull’uso dei dispositivi impiegati dai diabetici

Notizia |time pubblicato il
Raccomandazioni sull’uso dei dispositivi impiegati dai diabetici

La Società Americana del Diabete (American Diabetes Association: ADA) ha dedicato una sezione dell’edizione 2019 delle Linee Guida alle indicazioni per l’uso dei dispositivi che utilizzano i diabetici per il controllo della glicemia e per la somministrazione dell’insulina.

Potrebbe interessarti anche…

Con il termine “tecnologia del diabete” si intende l’insieme di dispositivi e programmi informatici che le persone con diabete usano per mantenere, nel tempo, le concentrazioni di glucosio nel sangue che sono state concordate, come obiettivi, con i medici di riferimento. Tali supporti aiutano a prevenire le complicanze della malattia, riducono il peso della stessa sulla vita dei malati e contribuiscono a migliorare la qualità di vita. La tecnologia del diabete per molti anni è consistita in due tipi di dispositivi: siringhe e autoiniettori per somministrare l’insulina e dispositivi per misurare la glicemia. Più di recente, sono stati introdotti dei dispositivi più complessi che hanno ambedue le funzioni: quella di misurazione dei livelli di glucosio nel sangue e quella di rilascio dell’insulina. Alcuni di essi gestiscono tali funzioni in automatico, mentre altri richiedono l’intervento del malato per somministrare la cura dopo aver verificato la glicemia. Per quanto riguarda l’utilizzo dei dispositivi per somministrare l’insulina denominati “penne”, o in termine più tecnico, autoiniettori, le Linee Guida raccomandano quanto segue.

  • Per le persone con diabete che richiedono la cura con insulina, si possono usare siringhe o penne in base ai seguenti fattori: preferenza del malato, tipo di insulina, dosi da assumere, costi e abilità del soggetto nell’usare i dispositivi.
  • Le penne, o autoiniettori di insulina, vanno tenuti in considerazione per i soggetti con problemi di abilità nel somministrarsi le cure o con problemi di vista, nei quali è necessario facilitare l’assunzione di dosi precise di insulina.

Riguardo ai dispositivi di iniezione comunemente chiamati “pompe di insulina”, le raccomandazioni sono:

  • Nelle persone con diabete che hanno impiegato con successo l’infusione continua sottocutanea di insulina si dovrebbe continuare questo tipo di somministrazione, utilizzando dispositivi che la permettano.
  • La maggior parte degli adulti, degli adolescenti e dei bambini con diabete di tipo 1 dovrebbero essere sottoposti a una cura intensiva con insulina, o con ripetute somministrazioni giornaliere, o con un dispositivo che inietti l’insulina.
  • Nei bambini, e in particolare in quelli di meno di 7 anni di età, e negli adolescenti, va presa in considerazione la cura con la pompa di insulina.

Quelle che seguono sono le raccomandazioni sull’utilizzo dei dispositivi per il controllo della glicemia.

  • La maggior parte dei diabetici che assume insulina in maniera intensiva, con iniezioni multiple o con la pompa, dovrebbe misurare autonomamente la glicemia prima dei pasti e degli spuntini e, ogni tanto, al momento di coricarsi. Le misurazioni si devono eseguire fino a quando si ottengono i valori di glicemia fissati come obiettivo e, comunque, prima di svolgere compiti impegnativi come guidare.
  • Quando prescritta come parte di un programma complessivo di gestione del diabete, la verifica autonoma della glicemia aiuta ad adattare il trattamento, soprattutto per limitare al minimo il numero di somministrazioni.
  • Nel prescrivere il controllo della glicemia, bisogna assicurarsi che il diabetico riceva le istruzioni necessarie e che verifichi regolarmente la glicemia dopo aver ricevuto informazioni, addestramento e supporto.

Riguardo all’accuratezza delle misurazioni, nell’interpretare i risultati delle stesse, gli operatori sanitari dovrebbero tener conto degli effetti sviluppati dai farmaci e da altri fattori, come ad esempio l’attività fisica svolta, sulla precisione dei dati raccolti. La stessa scelta del dispositivo da fornire deve tener conto di tali fattori.

Un’altra serie di raccomandazioni riportate nella stessa sezione delle Linee Guida è dedicata al monitoraggio continuo della glicemia. Esse riguardano l’addestramento necessario per impiegare i dispositivi che permettono tale valutazione. Inoltre, si sottolinea che, chi ha trovato giovamento con il monitoraggio continuo del glucosio, deve continuare a farlo nella gestione quotidiana. In un’altra raccomandazione si sottolinea che, nei bambini e negli adolescenti con diabete di tipo 1, la misurazione continua della glicemia determina vantaggi clinici. Infine, in questa sezione sono riportate altre raccomandazioni sull’uso dei dispositivi per la somministrazione automatica di insulina.                      

Tommaso Sacco

Fonte: Improving Care and Promoting Health in Populations: Standards of Medical Care in Diabetes-2019. Diabetes Care 2019;42(Suppl. 1):S7–S12.