MENU SEZIONE
MENU SEZIONE

Quante probabilità ha un obeso di perdere peso: uno studio le ha valutate

Notizia

PUBBLICATO

Quante probabilità ha un obeso di perdere peso: uno studio le ha valutate

Un gruppo di ricercatori della Gran Bretagna ha valutato la probabilità di successo del calo di peso in un’ampia popolazione di obesi. I risultati raccolti hanno confermato che sono molto poche le persone che riescono a raggiungere e mantenere un peso normale.

COMPILA IL QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE!
Vuoi sapere se sei soggetto a fattori di rischio o hai sintomi di disfunzioni tiroidee? Scoprilo qui!

fondazioneserono.org/questionari/

Fildes e colleghi hanno usato, per la loro ricerca, un ampio campione di obesi con un’età minima di 20 anni: 76.704 maschi e 99.791 femmine. Hanno escluso a priori dall’analisi i soggetti sottoposti ad interventi chirurgici che avevano lo scopo di curare l’eccesso di peso. In questa popolazione, quelli che sono riusciti, in un periodo massimo di 9 anni, a raggiungere un peso normale sono stati 1.283 fra i maschi e 2.245 cioè, rispettivamente l’1.7% e il 2,2%. Nelle persone con forme più gravi di obesità, cioè con Indice di Massa Corporea superiore o uguale a 40 kg/m2, le percentuali erano ancora più basse 0.07% per i maschi e 0.15% per le femmine. Più confortanti i risultati relativi a coloro che sono riusciti a ridurre il peso del 5% in un anno: 13% e 14%, rispettivamente, nei due sessi. Gli autori hanno concluso definendo fallimentari le strategie comunemente usate per ottenere e mantenere il calo di peso, specie se l’obiettivo è quello del peso “normale” e hanno auspicato nuove ricerche per mettere a punto strategie più efficaci.

I risultati di questa ricerca non sono altro che una conferma del fatto che ridurre il peso è difficile e altrettanto lo è mantenere nel tempo il peso raggiunto. Quanto poi a raggiungere il cosiddetto “peso normale”, è un obiettivo fuori portata della grandissima parte degli obesi, tanto che molti esperti da tempo suggeriscono addirittura di bandire il termine di peso normale o ideale. E’ certamente utile avere conferme in merito, ma qualunque obeso che abbia provato a calare di peso, e qualsiasi medico che abbia affrontato seriamente il problema, sanno che la realtà è questa e non quella prospettata da chi promette dimagrimenti “miracolosi” e magari anche “senza rinunce”. Un’altra conferma emersa è quella della maggiore probabilità di diminuire il peso del 5% in un anno. Questo obiettivo, che a molte persone con eccesso di peso sembra inadeguato, da un punto di vista medico ha un grande valore perché permette spesso di ridurre la pressione arteriosa e di migliorare il metabolismo del glucosio, prevenendo così lo sviluppo del diabete.

In attesa quindi di future ipotetiche soluzioni più efficaci, sarebbe importante che persone con eccesso di peso e medici si concentrassero sul raggiungimento di obiettivi accessibili ed efficaci con i protocolli di cura disponibili.

Tommaso Sacco

Fonte: Probability of an Obese Person Attaining Normal Body Weight: Cohort Study Using Electronic Health Records; American Journal of Public Health, 2015;105:e54–e59.