Fondazione Cesare Serono
FONDAZIONE CESARE SERONO

L'informazione è salute

Proposto un modello matematico per studiare le alterazioni della funzione delle paratiroidi nelle persone con insufficienza renale

Notizia |time pubblicato il
Proposto un modello matematico per studiare le alterazioni della funzione delle paratiroidi nelle persone con insufficienza renale

Le alterazioni della funzione delle paratiroidi hanno un ruolo importante nello sviluppo dei problemi a carico dei reni e dell’osso, nelle persone con malattie renali croniche. Un algoritmo matematico si propone di facilitare l’interpretazione di questi meccanismi complessi.

Potrebbe interessarti anche…

Nelle persone con malattie croniche dei reni l’alterazione della funzione delle paratiroidi fornisce un importante contributo al sovvertimento dei meccanismi metabolici a carico di reni e ossa. Questa condizione si associa a un aumentato rischio di danni a carico del tessuto osseo, di deposito di calcio nei vasi sanguigni e di sviluppo di malattie cardiovascolari. La secrezione del paratormone è regolata principalmente dalle concentrazioni di calcio e di fosfati presenti nei liquidi che circondano le cellule e dai livelli di vitamina D. Le alterazioni metaboliche che si verificano nelle persone con malattie renali croniche influiscono negativamente sulla funzione delle ghiandole paratiroidi. Una componente chiave di tali quadri è l’iperparatiroidismo secondario, caratterizzato da un’aumentata secrezione di paratormone e da una ridotta espressione dei recettori della vitamina D e dei “sensori” del calcio sulla membrana delle cellule delle paratiroidi. Ciò comporta un aumento di numero e di dimensioni di tali cellule. I meccanismi appena descritti si sviluppano a vari livelli di gravità e in momenti diversi del decorso delle malattie renali croniche, ma innescano una sequenza di ulteriori modificazioni del metabolismo, che raggiungono importanti livelli di complessità. Proprio per interpretare e prevedere l’evoluzione di tali processi complessi, un gruppo internazionale di esperti ha proposto un modello matematico che ha l’obiettivo di definire i singoli meccanismi coinvolti e il modo in cui essi si articolano fra di loro. Da una parte si prendono in considerazione produzione, secrezione e metabolismo del paratormone nelle persone con malattie renali croniche o in quelle sottoposte a dialisi. Dall’altra si propongono modelli che permettono di assegnare cure specifiche in base alle alterazioni dei suddetti meccanismi. Secondo gli autori, anche se il modello è dedicato prevalentemente ai malati in dialisi che abbiano un iperparatiroidismo secondario, esso potrebbe essere applicato anche ad altri quadri come l’iperparatiroidismo primario o l’ipo- o l’ipercalcemia.     

Tommaso Sacco

Fonte: A mathematical model of parathyroid gland biology; Physiological Reports, 7 (7), 2019, e14045,