MENU SEZIONE
MENU SEZIONE

Nuove linee guida per l’uso del GH e dell’IGF-1 in bambini e in adolescenti

Notizia

PUBBLICATO

Nuove linee guida per l’uso del GH e dell’IGF-1 in bambini e in adolescenti

La Società di Endocrinologia Pediatrica degli Stati Uniti ha incaricato un gruppo di esperti di aggiornare delle precedenti Linee Guida pubblicate nel 2003. Il nuovo documento fornisce indicazioni per la gestione di tutte le patologie pediatriche dovute a carenza di GH e di IGF-1.

COMPILA IL QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE!
Vuoi sapere se sei soggetto a fattori di rischio o hai sintomi di disfunzioni tiroidee? Scoprilo qui!

fondazioneserono.org/questionari/

Nell’introduzione delle Linee Guida gli autori premettono che, nei dieci anni dalla pubblicazione della precedente edizione del documento, hanno subito una profonda evoluzione sia la terapia delle malattie da carenza di GH che la stessa modalità di preparazione e stesura di Linee Guida. Infatti, per formulare le raccomandazioni dell’edizione 2016, il gruppo di lavoro si è servito di un metodo standardizzato che ha permesso di basare le stesse sulle più solide evidenze disponibili nella letteratura scientifica. Inoltre, a partire dal 1985, quando negli Stati Uniti è stata definita la prima indicazione ufficiale per il GH ricombinante, cioé la carenza di GH, molte altre indicazioni si sono aggiunte per l’utilizzo del farmaco, dalla bassa statura idiopatica ad altre patologie dei bambini e degli adulti.

Le Linee Guida della Società di Endocrinologia Pediatrica propongono raccomandazioni molto dettagliate, sia sulla diagnosi, che sulla cura delle malattie caratterizzate da carenza di GH. Ad esempio, segnalano quando sono necessari, per la diagnosi, esami cosiddetti provocativi, cioè che prevedono particolari procedure per indurre variazioni delle concentrazioni nel sangue del GH. Questo vale per i quadri di carenza dell’ormone dovuti a importanti alterazioni congenite dell’ipofisi o a tumori o a somministrazione di raggi. Nelle Linee Guida si cita anche il problema dell’affidabilità delle tecniche di laboratorio per il dosaggio di GH e si forniscono indicazioni per ottimizzare queste analisi. Un’ulteriore indicazione per rendere più attendibile l’interpretazione delle misurazioni della concentrazione nel sangue del GH, è quella di fare riferimento, nei bambini con carenza dell’ormone, al loro peso corporeo o all’area corporea. Inoltre, le Linee Guida danno riferimenti riguardo alle dosi da usare in terapia e alle verifiche da eseguire per controllare nel tempo la sicurezza delle cure.

In conclusione, la nuova edizione delle Linee Guida della Società di Endocrinologia Pediatrica costituiscono uno strumento di aggiornamento importante per gli specialisti degli Stati Uniti, ma influenzeranno certamente anche la pratica clinica degli esperti in endocrinologia pediatrica degli altri paesi.

Tommaso Sacco

Fonte: Guidelines for Growth Hormone and Insulin-Like Growth Factor-I Treatment in Children and Adolescents: Growth Hormone Deficiency, Idiopathic Short Stature, and Primary Insulin-Like Growth Factor-I Deficiency; Hormone Research in Paediatrics, 2016;86:361–397.