MENU SEZIONE
MENU SEZIONE

Il farmacista può giocare un ruolo importante nel trattamento dei bambini con diabete di tipo 1 che soffrono di depressione

Notizia

PUBBLICATO

Il farmacista può giocare un ruolo importante nel trattamento dei bambini con diabete di tipo 1 che soffrono di depressione

Il diabete di tipo 1 è un problema importante per i bambini che ne sono affetti e per le loro famiglie, soprattutto quando è accompagnato da depressione. Varie evidenze indicano che i bambini con diabete di tipo 1 hanno un rischio maggiore di sviluppare sintomi di depressione, rispetto ai loro coetanei non diabetici. Per affrontare questo aspetto della malattia, anche il farmacista può essere di aiuto.

COMPILA IL QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE!
Vuoi sapere se sei soggetto a fattori di rischio o hai sintomi di disfunzioni tiroidee? Scoprilo qui!

fondazioneserono.org/questionari/

La diagnosi di diabete di tipo 1 richiede, ai bambini e alle loro famiglie, una modifica delle abitudini per adeguarsi a cure complesse, necessarie per controllare gli effetti della malattia. Per i bambini con il diabete, accettare questi cambiamenti e comprenderne l’importanza può non essere facile. Inoltre, la natura cronica del diabete e gli effetti sulla psicologia dei malati della sua gestione quotidiana sottopongono il bambino a stress costante e possono portare alla comparsa di depressione. Infatti, studi specifici hanno dimostrato che circa un bambino su sette con diabete di tipo 1 sviluppa depressione. La depressione, a sua volta, si ripercuote negativamente sullo stato di salute generale, può influenzare negativamente la gestione del diabete, rendendo difficile il controllo della glicemia. Per queste ragioni, fin dal 2005, l’Associazione Americana del Diabete (American Diabetes Association: ADA) ha raccomandato di valutare, nei bambini con diabete di tipo 1, eventuali problemi psicologici provocati dalla malattia, a partire dai 10 anni di età e con frequenza annuale.

I segni e sintomi di depressione possono variare da soggetto a soggetto e includono: perdita di interesse nelle attività di svago, problemi a scuola, difficoltà di concentrazione, nervosismo, disordini del sonno, alterazioni dell’appetito e altri ancora. Indicatori “indiretti” della presenza di depressione, in un bambino con diabete di tipo 1, sono: aumento dei valori di emoglobina glicata, oscillazioni dei valori della glicemia e ricoveri ospedalieri ricorrenti. Di solito, le femmine sono a rischio maggiore di sviluppare depressione rispetto ai maschi, anche se ciò non costituisce una regola.

Il trattamento della depressione lieve o moderata, nei bambini con diabete di tipo 1, è basato sul supporto da parte di uno psicologo, sia per il bambino che per i suoi familiari, con l’obiettivo di aiutare, l’uno e gli altri, a comprendere in cosa consiste la depressione e a sviluppare reazioni psicologiche efficaci per contrastarla.  La depressione grave può richiedere, oltre all’approccio sopradescritto, anche la somministrazione di farmaci specifici.

D’altra parte, i farmaci utilizzati per trattare la depressione nei bambini con diabete di tipo 1 non sono esenti da effetti indesiderati come mal di testa, agitazione, irritabilità e altri ancora. Per gestire al meglio questa evenienza, è opportuno dedicare particolare attenzione ai malati e ai loro famigliari e qualsiasi effetto collaterale delle cure dovrebbe essere riferito al medico curante o al farmacista. Proprio quest’ultimo, per la sua approfondita conoscenza dei farmaci e degli affetti attesi e inattesi che essi sono in grado di determinare, può essere una fonte preziosa di informazioni.

Testi a cura della redazione scientifica Editamed

Fonte: Depression in Pediatric Patients With Type 1 Diabetes, US Pharmacist 2016;41(5):27-31