MENU SEZIONE
MENU SEZIONE

Effetti della terapia con ormone della crescita sul sonno nei soggetti con carenza dell’ormone

Notizia

PUBBLICATO

Effetti della terapia con ormone della crescita sul sonno nei soggetti con carenza dell’ormone

Fra i problemi osservati nelle persone affette da carenza di ormone della crescita (Growth Hormone: GH) ci sono disordini del sonno che possono penalizzare benessere e qualità della vita. Uno studio pilota eseguito negli Stati Uniti, su una piccola popolazione di soggetti, ha dimostrato che la terapia con GH è in grado di ripristinare un sonno più vicino a quello fisiologico.

COMPILA IL QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE!
Vuoi sapere se sei soggetto a fattori di rischio o hai sintomi di disfunzioni tiroidee? Scoprilo qui!

fondazioneserono.org/questionari/

Gli Autori della ricerca avevano rilevato in precedenza che soggetti adulti con carenza di GH, dovuta ad alterazioni dell’ipofisi, avevano caratteristiche modificazioni dell’andamento del sonno, rispetto agli individui normali. In particolare presentavano un aumento del cosiddetto sonno ad onde lente (Slow-Wave Sleep: SWS), confermato anche da particolari evidenze raccolte con l’elettroencefalogramma. Il sonno ad onde lente è comunemente definito sonno profondo, identifica i cosiddetti stadi terzo e quarto del sonno e, nel corso della registrazione dell’elettroencefaloframma, corrisponde ad onde, denominate delta, particolarmente ampie. In questo studio hanno valutato l’effetto che aveva, su queste alterazioni, la somministrazione di GH, rispetto al placebo. Il protocollo della ricerca prevedeva che i 14 soggetti arruolati venissero trattati in ordine casuale per periodi di quattro mesi, prima con GH e poi con placebo o viceversa. Nel caso fossero presenti altre carenze ormonali, a parte quella del GH, venivano somministrati trattamenti opportuni e dopo ciascun periodo di trattamento sono state eseguite specifiche valutazioni dell’elettroencefalogramma durante il sonno. La somministrazione di GH per quattro mesi ha parzialmente ripristinato le caratteristiche fisiologiche del sonno, correggendo alcune delle alterazioni tipiche della carenza dell’ormone. Tale effetto della cura è stato confermato anche dai risultati degli elettroencefalogrammi. Gli Autori della ricerca hanno concluso che i disturbi del sonno caratteristici delle persone con carenza di GH deriverebbero da una’eccessiva attività dei centri nervosi situati nell’ipotalamo che non vengono adeguatamente inibiti dal GH, come avviene quando i suoi livelli sono normali.

Tommaso Sacco

Fonte: Impact of GH replacement therapy on sleep in adult patients with GH deficiency of pituitary origin; European Journal of Endocrinology, May 1, 2013, 168, 763-770.