Eccesso di peso e alterazioni del sonno nelle donne in menopausa

Notizia |
Eccesso di peso e alterazioni del sonno nelle donne in menopausa

Le modificazioni dei livelli degli ormoni che si verificano durante la menopausa, insieme ai cambiamenti delle abitudini di vita che spesso caratterizzano questa fase della vita, favoriscono l’aumento di peso. Uno studio ha valutato la presenza di alterazioni del sonno, in relazione al peso nelle donne in menopausa.

Potrebbe interessarti anche…

Sono state contattate per partecipare alla ricerca, 107 donne in menopausa che erano afferite a un ambulatorio per la cura dei disturbi del sonno. Cinquantatre di loro hanno completato lo studio. Il gruppo ha incluso donne di età compresa fra 50 e 70 anni e sono state escluse quelle in cura con preparati ormonali o per le quali mancavano i dati disponibili non erano completi. Il protocollo ha previsto due incontri e una polisonnografia protratta per tutta la notte. Lo stato di menopausa è stato confermato da una durata dell’amenorrea di almeno un anno. Sono stati misurati: peso, altezza, Indice di Massa Corporea, circonferenza della vita, circonferenza dei fianchi e circonferenza del collo ed è stato calcolato il rapporto vita/fianchi. Le partecipanti alla ricerca sono state suddivise in due gruppi: non obese, con IMC < 30 kg/m2 e obese, con IMC ≥ 30kg/m2. Nel gruppo delle obese, si sono rilevati anche, come era prevedibile, valori significativamente (p<0,01) più elevati di IMC, circonferenza della vita, circonferenza dei fianchi e circonferenza del collo. Il rapporto vita/fianchi è stato simile nei due gruppi. Nelle donne obese si sono rilevati anche: un numero significativamente più elevato di episodi di alterazioni respiratorie durante il sonno (16,4 rispetto  9,3 n°/ora) e un valore significativamente più elevato di un indice denominato Indice di Apnea/Ipopnea (14,2 rispetto a 5,2 n°/ora). Il tempo di comparsa del sonno REM è risultato correlato in maniera statisticamente significativa la peso (r=p<0,01), con l’Indice di Massa Corporea (p<0,01) e  con la circonferenza dei fianchi (p=0,01). Si è anche rilevato che, a valori più bassi del rapporto vita/fianchi, si associava un miglioramento della qualità del sonno (p=0,03). Con un’analisi statistica particolare si è dimostrato che IMC (p<0,01) e rapporto vita/fianchi (p<0,01) erano indicatori significativi della variazioni del tempo di comparsa del sonno REM.

Gli autori hanno concluso che nelle donne in menopausa valori elevati di IMC e localizzazione all’addome dell’eccesso di peso sono all’origine delle alterazioni del sonno, ne riducono la qualità e favoriscono la comparsa delle alterazioni della respirazione durante il sonno stesso.

Tommaso Sacco

Fonte: Association between obesity and sleep disorders in postmenopausal women; Menopause, 2018 Feb;25(2):139-144.

Fact checking

Fact checking disclaimer

ll team di Fondazione si impegna a fornire contenuti che aderiscono ai più alti standard editoriali di accuratezza, provenienza e analisi obiettiva. Ogni articolo è accuratamente controllato dai membri della nostra redazione. Inoltre, abbiamo una politica di tolleranza zero per quanto riguarda qualsiasi livello di plagio o intento malevolo da parte dei nostri scrittori e collaboratori.

Tutti gli articoli di Fondazione Merck Serono aderiscono ai seguenti standard:

  • Tutti gli studi e i documenti di ricerca di cui si fa riferimento provengono da riviste o associazioni accademiche di riconosciuto valore, autorevoli e rilevanti.
  • Tutti gli studi, le citazioni e le statistiche utilizzate in un articolo di notizie hanno link o riferimenti alla fonte originale.
  • Tutti gli articoli di notizie devono includere informazioni di base appropriate e il contesto per la condizione o l'argomento specifico.