MENU SEZIONE
MENU SEZIONE

Androgeni e sessualità della donna: quando serve assumerli?

Notizia

PUBBLICATO

Androgeni e sessualità della donna: quando serve assumerli?

Durante il IV Congresso Internazionale di Medicina della Sessualità è stato confermato il ruolo importante degli androgeni nel mantenimento di una normale funzione sessuale della donna. Specialisti da tutto il mondo hanno discusso sull’utilità di somministrare il testosterone nelle donne con disfunzioni sessuali.

COMPILA IL QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE!
Vuoi sapere se sei soggetto a fattori di rischio o hai sintomi di disfunzioni tiroidee? Scoprilo qui!

fondazioneserono.org/questionari/

Anche nella donna i livelli degli ormoni androgeni hanno un ruolo molto importante nel regolare la funzione e il desiderio sessuale. Il principale ormone androgeno che che svolge questo ruolo è il testosterone, oltre ad altri due denominati androstenedione e deidroepiandrosterone. Questi ormoni, infatti, pur essendo “androgeni” non sono presenti solo nell’uomo, ma anche nella donna. Se ci sono bassi livelli di questi ormoni la donna può manifestare difficoltà nell’avere una normale funzione sessuale o può andare incontro a un calo del desiderio sessuale.

Una recente ricerca pubblicata sul Journal of Sexual Medicine (in italiano Rivista di Medicina Sessuale) ha ultime passato in rassegna le attuali conoscenze sul ruolo degli androgeni nella sessualità femminile. Per fare ciò è stato verificato tutto ciò che riguarda questo argomento nella letteratura scientifica degli ultimi anni. I ricercatori hanno anche valutato le informazioni sull’efficacia della terapia con androgeni nelle disfunzioni sessuali della donna.

Con l’avanzare dell’età, i livelli degli androgeni si riducono in modo costante, rispetto agli anni della piena maturità sessuale della donna, soprattutto quelli del testosterone totale e libero, cioè quello che nel sangue non è legato a nessuna molecola. Questa riduzione contribuisce al calo della funzione e del desiderio sessuale. considerare Oltre all’età, esistono altre cause testosterone della riduzione delle concentrazioni degli androgeni nel sangue, come l’insufficienza ovarica primaria, ovvero la perdita dell’attività delle ovaie prima dei 40 anni, l’ipopituitarismo, l’aumento della prolattinemia, interventi chirurgici in cui si rimuovono l’utero o le ovaie, la chemioterapia, le terapie con raggi X somministrati a livello del bacino, l’uso prolungato della pillola anticoncezionale e l’uso di corticosteroidi.

Questi fattori possono far sviluppare un disturbo definito “desiderio sessuale ipoattivo”, caratterizzato da una mancanza di pensieri riferiti al sesso e anche di attenzione rivolta verso l’attività sessuale. Questo disturbo provoca alla donna un disagio personale e ne può limitare la vita sociale.

I ricercatori hanno confermato che, nel caso si presenti questo quadro, può essere efficace l’assunzione di testosterone per via transdermica, ovvero con gel o cerotti che ne permettono l’assorbimento attraverso la pelle. Tali trattamenti possono essere somministrati sia a donne in menopausa che in quelle nella fascia d’età immediatamente precedente. Molti studi hanno confermato la sicurezza di questo trattamento.

Attualmente, tuttavia, non esistono prodotti a base di testosterone specifici per le donne, che si trovano costrette a usare quelli impiegati dagli uomini in altre indicazioni o composti preparati appositamente. Inoltre, non è stato individuato, per le donne, un livello di testosterone al di sotto del quale si sia certi della presenza di un disturbo della funzione sessuale e si debba pensare a trattarlo.

Secondo alcuni esperti, quindi, se si sospetta un disturbo della funzione sessuale nella donna, si può tentare la terapia a base di testosterone per un periodo di 6 mesi, ma si tratta di una cosiddetta cura empirica e non basata su esiti di studi adeguati.

Perciò, gli autori di questa revisione auspicano che si eseguano studi a lungo termine per valutare efficacia e sicurezza della terapia con testosterone nelle donne con alterazioni della funzione sessuale da carenza di androgeni.

Testi a cura della redazione scientifica Editamed

Fonte: Androgens and Female Sexual Function and Dysfunction—Findings From the Fourth International Consultation of Sexual Medicine; The Journal of Sexual Medicine 2016; 13(2):168-78

CONTATTA L'ESPERTO

Ricevi le risposte ai tuoi quesiti

Fai una domanda

CONTENUTI CORRELATI