MENU SEZIONE
MENU SEZIONE

Ai fitoestrogeni sono stati attribuiti molti effetti positivi, ma non sempre sono confermate da dati scientifici

Notizia

PUBBLICATO

Ai fitoestrogeni sono stati attribuiti molti effetti positivi, ma non sempre sono confermate da dati scientifici

I fitoestrogeni sono molecole che hanno goduto e godono di una notevole popolarità e ai quali vengono attribuiti molti effetti benefici per la salute. Una recente revisione della letteratura segnala che, in molti casi, mancano conferme scientifiche di tali effetti positivi.

COMPILA IL QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE!
Vuoi sapere se sei soggetto a fattori di rischio o hai sintomi di disfunzioni tiroidee? Scoprilo qui!

fondazioneserono.org/questionari/

I fitoestrogeni devono il loro nome alla somiglianza fra la struttura della loro molecola e quella di un ormone estrogeno presente nell’organismo, il 17-β-estradiolo abbreviato comunemente in E2, e alla loro derivazione dalle piante. Le caratteristiche della molecola dei fitoestrogeni fanno sì che essi si leghino, nell’organismo umano, ai recettori degli estrogeni, occupandoli e impedendo che agli stessi si attacchino gli estrogeni prodotti dalle ghiandole endocrine. Come conseguenza di tale meccanismo, ai fitoestrogeni sono stati attribuiti effetti positivi su molte funzioni dell’organismo. Essi ridurrebbero il rischio di sviluppo del diabete di tipo 2, della Sindrome Metabolica, dell’obesità, delle malattie cardiovascolari e delle alterazioni delle funzioni del cervello. Altri effetti attribuiti ai fitoestrogeni sono la riduzione di sintomi della menopausa, come le vampate di calore, e dell’osteoporosi che si accompagna a quella condizione. Infine molti hanno suggerito che queste molecole possano prevenire vari tipi di cancro fra i quali quelli di: seno, prostata e intestino. Oltre a tutti questi possibili effetti positivi, ne sono stati segnalati anche di negativi, dovuti a rischi di interferenze con alcune funzioni del sistema endocrino, che potrebbero creare danni alla salute.

Un gruppo di ricercatori olandesi ha valutato la letteratura scientifica sull’argomento e ha concluso che, considerati i possibili effetti negativi dei fitoestrogeni, i dati scientifici a conferma delle loro azioni positive attualmente disponibili non permettono di trarre conclusioni e che, quindi, sarebbero necessarie nuove ricerche per confermare che i benefici della loro assunzione superano i rischi.

Tommaso Sacco

Fonte: The potential health effects of dietary phytoestrogens; British Journal of Pharmacology 2016; Oct 9.