MENU SEZIONE

Glossario Endocrinologia

AJAX progress indicator
  • Abortività
    Termine che indica la frequenza con la quale si verifica l’aborto.
  • Abortività precoce
    Si definisce così un quadro nel quale tre gravidanze consecutive hanno come esito un aborto spontaneo.
  • Aborto
    Si definisce così un’interruzione della gravidanza prima del 180° giorno. Può essere spontaneo, se si verifica per cause naturali, o provocato se è il risultato di un intervento medico.
  • Abstract
    Si definisce così un breve articolo che riassume i contenuti di uno studio o anche di una revisione della letteratura. Tali brevi testi possono esistere un quanto tali, ad esempio essere sottoposti dagli autori a un congresso per presentare un loro lavoro, o precedere il testo dell’articolo(...)
  • Accrescimento
    Comunemente, in medicina, indica il processo mediante il quale l’organismo aumenta di dimensioni, a cominciare dalla nascita, fino al raggiungimento dell’età adulta, intorno ai 18-20 anni.
  • Acidi grassi
    Lipidi utilizzati dall’organismo come tali o presenti come componenti di molecole più complesse quali i trigliceridi. I loro effetti sul metabolismo dipendono dalla lunghezza della “catena” della loro molecola.
  • Acidi grassi “trans”
    O acidi grassi trans-insaturi, sono acidi grassi insaturi, vale a dire con una struttura chimica che li rende particolarmente dannosi per il metabolismo. L’assunzione di alimenti ricchi di acidi grassi trans, come carni bovine e ovine, è stata associata al rischio di dislipidemie e di malattie(...)
  • Acidità
    L’essere acido
  • Acido acetilsalicilico
    Più comunemente conosciuto con il nome di aspirina, italianizzazione del suo primo nome commerciale tedesco, l'acido acetilsalicilico è un farmaco antiinfiammatorio non steroideo (FANS).
  • Acido cloridrico
    Molecola costituita da idrogeno e cloro, che, quando presente in concentrazione importante in una soluzione, le conferisce acidità
  • Acido desossiribonucleico
    Dall’inglese deoxyribonucleic acid, in italiano acido desossiribonucleico. E’ una molecola complessa, che costituisce i geni che trasmettono, da una cellula all’altra, le caratteristiche dell’individuo.
  • Acido folico
    Vitamina importante per molte funzioni dell’organismo
  • Acne
    Malattia della pelle dovuta a un’alterazione delle ghiandole che producono il sebo, dette sebacee. La lesione caratteristica è la pustola cioè un sollevamento della pelle contenente pus, che si forma in corrispondenza dei peli, dove sono presenti, appunto, le ghiandole sebacee.
  • Acromegalia
    Malattia dovuta a eccessiva produzione di GH.
  • Acrosoma
    Struttura della testa dello spermatozoo che contiene sostanze che permettono la penetrazione dello stesso nell’ovocita.
  • ACTH
    Ormone corticostimolante, prodotto dall’adenoipofisi. In inglese Adrenocorticotropic Hormone (ACTH), regola la funzione delle ghiandole surrenali e, in particolare, la secrezione di ormoni come il cortisolo.
  • Adenoipofisi
    Parte o lobo anteriore dell’ipofisi. Produce: GH, TSH, PRL, ACTH, LH e FSH.
  • Adenoma tiroideo
    E' un tumore benigno della tiroide abitualmente costituito da cellule uguali a quelle del tessuto normale, circondate da una capsula che le separa dal tessuto circostante. Nella forma di adenoma tiroideo tossico solitario, è causa di ipertiroidismo. Vedere anche: Ipertiroidismo
  • Adenoma tiroideo tossico solitario
    Si definisce anche malattia di Plummer e consiste nella presenza di un adenoma tiroideo che produce eccessive quantità di ormoni della tiroide, determinando un ipertiroidismo. Vedere anche: Ipertiroidismo
  • Adinamia
    Movimenti rallentati e di ridotta ampiezza.
  • Adipocita
    Cellula che costituisce il tessuto adiposo. Gli adipociti sono caratterizzati da un contenitore (definito vacuolo) di trigliceridi, che occupa gran parte del volume interno della cellula.
  • Adiponectina
    Citochina che contrasta i processi infiammatori nel tessuto adiposo e aumenta la sensibilità degli adipociti all’insulina.
  • Adrenalina
    O epinefrina, è una molecola prodotta dall’organismo nel quale sviluppa numerosi effetti. Una delle catecolamine, è prodotta dalle ghiandole surrenali. Si usa anche come farmaco per trattare quadri particolarmente gravi di reazioni allergiche.
  • Aerobiosi
    Si definiscono così fenomeni o reazioni che avvengono in presenza di ossigeno.
  • Agenesia tiroidea
    Mancato sviluppo della tiroide.
  • Agenzia Italiana del Farmaco
    L’agenzia che si occupa della registrazione in Italia e della verifica nel tempo dei farmaci
  • Aglutinato
    Si definisce così un alimento, una dieta o un’alimentazione senza glutine
  • Agonista dell’ormone rilasciante gonadotropine
    Si definisce così un farmaco che sviluppa un effetto simile all’ormone che stimola il rilascio delle gonadotropine.
  • Agopuntura
    Procedure che prevede il posizionamento di aghi nei tessuti del corpo a scopo curativo.
  • AIFA
    L’agenzia che si occupa della registrazione in Italia e della verifica nel tempo dei farmaci
  • Albumina
    Una delle proteine alle quali si legano gli ormoni della tiroide nel sangue.
  • Alopecia
    Mancanza di capelli o di peli, circoscritta o diffusa
  • Amenorrea
    Si definisce così una totale assenza del ciclo mestruale
  • Amido
    Principale carboidrato presente negli alimenti derivati da piante.
  • Amniocentesi
    Esame che consiste nel prelievo di un campione di liquido amniotico. Nel liquido amniotico sono presenti cellule che contengono gli stessi cromosomi del feto e, per questo, vengono analizzate per definire il sesso o per cercare modificazioni dei cromosomi caratteristiche di alcune malattie(...)
  • Anabolico
    Qualcosa che determina o favorisce l’anabolismo
  • Anabolismo
    Meccanismo dell’organismo mirato a “costruire” o far crescere un tessuto.
  • Anaerobiosi
    Si definiscono così fenomeni o reazioni che avvengono in assenza di ossigeno.
  • Anamnesi
    Consiste nella raccolta della storia biologica e medica di una persona, sia per quanto riguarda il problema specifico per il quale è stata richiesta la visita, sia considerando aspetti più generali della vita e della salute del soggetto.
  • Androgeni
    Termine che definisce gli ormoni che tendono a stimolare lo sviluppo e il mantenimento delle caratteristiche sessuali e della funzione della riproduzione nei maschi. L’androgeno più noto è il testosterone.
  • Anemia
    Condizione, patologica o non, nella quale si ha una diminuzione del numero dei globuli rossi o dell’emoglobina.
  • Anemia emolitica
    Anemia provocata da una distruzione anomala di globuli rossi.
  • Angina
    Dolore al torace provocato da una ischemia, cioè da un inadeguato flusso di sangue nelle arterie coronarie del cuore
  • Angiotensinogeno
    Citochina che può essere prodotta dagli adipociti e influenza il flusso di sangue nei tessuti.
  • Annessi embrionali
    Strutture e tessuti che non fanno parte dell’embrione, ma lo proteggono e gli forniscono ossigeno e nutrimento. Sono denominati amnios, allantoide, sierosa e sacco vitellino.
  • Ano
    Ultimo tratto del canale alimentare
  • Anosmia
    Incapacità totale di riconoscere gli odori.
  • Anti-tiroideo
    Riferito a un farmaco, questo termine sta a indicare un effetto di riduzione dell’attività della tiroide. Si definiscono comunemente anti-tiroidei i farmaci impiegati nella cura dell’ipertiroidismo
  • Anticoncezionali
    Si definisce così un qualsiasi metodo, meccanico, farmacologico, ecc., che ha lo scopo di impedire il concepimento
  • Anticorpi anti-tiroide
    Rientrano in questa definizione alcuni anticorpi che vengono prodotti dal sistema immunitario dei soggetti con malattie autoimmuni della tiroide, come ad esempio la tiroidite di Hashimoto. Questi i principali anticorpi anti-tiroide: anticorpo anti-perossidasi, anticorpo anti-tireoglobulina,(...)
  • Antidolorifici
    Si definiscono così i farmaci che si usano per eliminare il dolore di varia origine.
  • Antinfiammatori
    Si definiscono così i farmaci che si usano per trattare l’infiammazione
  • Antiossidanti
    Molecole che sono in grado di contrastare l’effetto tossico dei radicali liberi nei confronti di cellule e tessuti.
  • Antro gastrico
    Ultima parte dello stomaco
  • Aploide
    Si definisce aploide una cellula con 23 cromosomi, come l’ovocita e lo spermatozoo.
  • Aploidia
    Si dice di una cellula aploide.
  • Apparato cardiovascolare
    Insieme di cuore e vasi sanguigni presenti nell’organismo
  • Apparato gastroenterico
    Insieme di organi che partecipano alle funzioni di digestione e di assorbimento. Ne fanno parte tutti i tratti del canale alimentare, dalla bocca all’ano, e organi come il fegato e il pancreas. Questi producono, rispettivamente, la bile e gli enzimi che contribuiscono ai processi della digestione.
  • Apparato respiratorio
    Insieme di tutti gli organi che servono alla funzione della respirazione.
  • Apparato riproduttivo
    Insieme di organi e tessuti che partecipano alla funzione della riproduzione. Vedere anche: Sistema riproduttivo femminile
  • Applicativo
    Programma che si può installare su uno smartphone
  • ART
    Questa definizione comprende tutte le procedure messe in atto per ottenere il concepimento nelle coppie infertili.
  • Arterie coronarie
    Sono le arterie che portano il sangue al cuore. Una loro ostruzione parziale o totale, per lo più a causa di aterosclerosi, provoca danni all’organo e quadri clinici gravi come l’infarto del miocardio
  • Articolazioni
    Strutture che mettono in contatto fra di loro le ossa, garantendo un vario grado di mobilità.
  • Artrite
    Termine generale col quale si indica in generale un’infiammazione delle articolazioni, da quelle delle dita delle mani a quelle del ginocchio, del gomito, ecc
  • Asintomatico
    Che non presenta sintomi.
  • Aspirazione microchirurgica epididimale degli spermatozoi
    In inglese “Microsurgical Epididymal Sperm Aspiration”, abbreviato in MESA. É un intervento di microchirurgia che permette di raccogliere gli spermatozoi dall’epididimo, in casi di infertilità maschile.
  • Aspirazione percutanea epididimale degli spermatozoi
    In inglese “Percutaneous Epididymal Sperm Aspiration”, abbreviato in PESA. Metodica che consiste nell’aspirazione, mediante un ago, degli spermatozoi dall’epididimo, in casi di infertilità maschile.
  • Aspirazione testicolare degli spermatozoi
    In inglese “Testicular Sperm Aspiration”, abbreviato in TESA. Metodica che consiste nell’aspirazione, mediante un ago, degli spermatozoi dal testicolo, in casi di infertilità maschile.
  • Asse GH-IGF-1
    Con questo termine si intende il complesso dei meccanismi che regolano la secrezione del GH e quella dell’IGF-1, che dal GH è stimolata.
  • Asse Ipotalamo-Ipofisi-ghiandole surrenali
    Con questo termine si intende il complesso dei meccanismi che regolano la secrezione del CRH da parte dell’ipotalamo, dell’ACTH da parte dell’ipofisi e del cortisolo da parte delle ghiandole surrenali. Secondo la denominazione inglese delle stesse ghiandole, viene denominato anche asse HPA da(...)
  • Astenia
    Sintomo che consiste nella percezione di una profonda stanchezza non motivata dalle attività svolte dall’individuo. Vedere anche: Quali sono i sintomi e segni della sclerosi multipla
  • Aterosclerosi
    Condizione che comporta il deposito di colesterolo nelle pareti delle arterie, i vasi del sistema circolatorio che portano il sangue dal cuore verso gli altri organi e tessuti dell’organismo. Oltre al deposito di colesterolo, quando c’è aterosclerosi, nelle pareti delle arterie si determina(...)
  • Autoanticorpi
    Anticorpi prodotti contro componenti dell’organismo, nei soggetti con malattie autoimmuni.
  • Autoimmunità
    E' quel fenomeno per il quale il sistema immunitario attiva i suoi meccanismi nei confronti di molecole, di cellule e di strutture dello stesso organismo al quale esso appartiene. Le malattie provocate da questo fenomeno, che si definiscono “autoimmunitarie” o “autoimmuni”, stanno avendo una(...)
  • Autorità regolatorie
    Istituzioni, come AIFA, EMA e FDA, che si occupano delle procedure regolatorie.
  • Autosomica dominante
    Modalità di trasmissione, fra genitori e figlio, di una malattia, provocata da alterazioni di uno o più geni, che si manifesta se il figlio eredita l’alterazione del gene anche da un solo genitore. La definizione di trasmissione autosomica indica che il gene alterato è presente in un autosoma,(...)
  • Autosomica recessiva
    Modalità di trasmissione, fra genitori e figlio, di una malattia, provocata da alterazioni dei geni, che si manifesta solo nei soggetti che ereditano l’alterazione del gene da entrambi i genitori. La definizione di trasmissione autosomica indica che il gene alterato è presente in un autosoma,(...)
  • Azoospermia
    Mancanza di spermatozoi nello sperma.
  • Azotemia
    Esame del sangue che valuta la concentrazione dell’azoto
  • Balneoterapia
    Approccio con obiettivi curativi che consiste in bagni in vasche o piscine.
  • Bicarbonati
    Molecole prodotte da cellule della tonaca mucosa e che servono a proteggerla dall’eccessiva acidità.
  • Bile
    Liquido prodotto dal fegato che contribuisce a digerire i grassi
  • Bilirubina
    Componente della bile, che deriva dal metabolismo dell’emoglobina, e si trova in concentrazioni ridotte nel sangue. Un aumento di tale concentrazione è indicativa un’alterata funzione del fegato o di danni a questo organo o di ostacolo al flusso della bile nelle vie che attraversa.
  • Biofeedback
    Approccio psicologico che ha l’obiettivo di controllare, con opportune tecniche, meccanismi che si attivano automaticamente nell’organismo.
  • Biopsia
    Procedura che consiste nella raccolta di campioni di tessuto mediante aghi introdotti negli organi, spesso usando un ecografo per indirizzare il prelievo. Quando il prelievo serva a raccogliere liquidi e cellule, la procedura si definisce agoaspirato. I materiali aspirati, che siano campioni(...)
  • Blastociti
    Struttura che deriva dalla morula, che a sua volta si forma a partire dallo zigote ed è costituita da 2-300 cellule suddivise in una massa interna, che formerà l’embrione, e uno esterno denominato trofoblasto. Ha un diametro di 0.1-0.2 millimetri.
  • Blastomero
    Si chiama così ognuna delle cellule che forma la blastociti
  • Bronchi
    Organi cavi che si trovano fra la trachea e i polmoni
  • cal
    Unità di misura più usata per misurare l’energia introdotta e consumata dall’organismo. Per la precisione, gran parte dei valori che si esprimono, sia in termini di energia giornaliera assunta con gli alimenti, che di quella consumata con l’attività fisica, sono in chilocalorie (kcal), e una(...)
  • Calcemia
    Concentrazione di calcio nel sangue
  • Calcitonina
    Ormone prodotto dalle cellule parafollicolari della tiroide, favorisce la deposizione di calcio nel tessuto dell’osso.
  • Caloria
    Unità di misura più usata per misurare l’energia introdotta e consumata dall’organismo. Per la precisione, gran parte dei valori che si esprimono, sia in termini di energia giornaliera assunta con gli alimenti, che di quella consumata con l’attività fisica, sono in chilocalorie (kcal), e una(...)
  • Canale alimentare
    Insieme di organi cavi attraverso i quali passano gli alimenti e quello che ne rimane dopo che sono stati metabolizzati. Il canale alimentare è formato da: bocca, faringe, esofago, stomaco, intestino tenue, intestino crasso e ano.
  • Cancri differenziati della tiroide
    Gruppo di neoplasie che comprende carcinoma papillare e carcinoma follicolare.
  • Capacitazione
    Processo che comporta l’attivazione degli spermatozoi, che li mette in grado di fertilizzare gli ovociti.
  • Captazione
    Meccanismo attraverso il quale una sostanza o una struttura vengono legate  da una cellula ed eventualmente trasferite al suo interno.
  • Caratteri sessuali
    L’insieme delle caratteristiche fisiche che definiscono il sesso di un individuo. Si distinguono in caratteri sessuali primari, che includono gli organi dell’apparato riproduttivo, e secondari che comprendono altre caratteristiche fisiche e anatomiche proprie delle femmine e dei maschi come ad(...)
  • Carboidrato
    Termine generale che comprende tutti i tipi di zuccheri, dai più semplici ai più complessi.
  • Carcinoma della tiroide
    E' un tumore maligno della tiroide composto da cellule con un vario grado di diversità, rispetto al normale tessuto della tiroide. Per approfondimenti: Carcinoma della tiroide
  • Carcinoma follicolare della tiroide
    E' uno dei tumori della tiroide definiti differenziati.
  • Carcinoma papillare della tiroide
    E' uno dei tumori della tiroide definiti differenziati.
  • Cardias
    Zona di passaggio fra esofago e stomaco
  • Cardiomegalia
    Ingrandimento del volume del cuore.
  • Cardiovascolare
    Termine che indica qualcosa che coinvolga il cuore e i vasi sanguigni. In particolare, le malattie cardiovascolari sono quelle che provocano danni o alterazioni delle funzioni di cuore e vasi: ipertensione, ictus e infarto del miocardio.
  • Carenza di Iodio
    In vari momenti della vita si possono verificare delle carenze di iodio che possono avere effetti negativi sulla funzione della tiroide. Fattori relativi all’ambiente in cui si vive possono favorire un ridotto introito di iodio e in Italia ci sono varie aree in cui è più elevato il rischio che(...)
  • Cartilagine
    E' un tipo di tessuto connettivo caratterizzato da resistenza alle sollecitazioni, ma anche da flessibilità. Localizzato in vari punti dello scheletro, ricopre le superfici delle articolazioni.
  • Catecolamine
    Molecole utilizzate dal sistema nervoso per trasmettere stimoli. Le principali sono: adrenalina, noradrenalina e la dopamina. Il loro effetto finale dipende dal recettore al quale si legano.
  • Catetere
    Si chiamano così, in generale, i dispositivi, spesso in forma di tubi, che vengono introdotti negli organi cavi. Si usa un catetere per il trasferimento dell’embrione nell’utero.
  • Cefalea
    Dolore diffuso a tutta la testa o localizzato a una parte di essa. Spesso è un sintomo di una malattia
  • Celiachia
    E' una patologia, che si sviluppa a carico dell’intestino, con meccanismi di autoimmunità, in bambini e in adulti che presentano una reattività anomala del sistema immunitario nei confronti di componenti del glutine. La diffusione di questa malattia, che può provocare sintomi a carico di(...)
  • Cellula D
    Cellula presente nella tonaca mucosa dello stomaco, che produce un ormone chiamato somatostatina
  • Cellula ECL
    Cellula presente nella tonaca mucosa dello stomaco che produce istamina. L’acronimo ECM sta per Enterocromaffine-Like, traducibile in Simil-Enterocromaffine.
  • Cellula G
    Cellula presente nella tonaca mucosa dello stomaco, che produce un ormone chiamato gastrina
  • Cellula mucipara
    Cellule presenti nella tonaca mucosa dello stomaco che produce muco e bicarbonati.
  • Cellula parietale
    Cellula presente nella tonaca mucosa dello stomaco. Produce acido cloridrico, che mantiene un’intensa attività nella cavità dello stomaco.
  • Cellula principale
    Cellula presente nella tonaca mucosa dello stomaco, che produce il pepsinogeno, molecola che si trasforma in pepsina.
  • Cellule di Leydig
    Cellule presenti nei testicoli, che producono testosterone.
  • Cellule di Sertoli
    Cellule dell’epitelio germinativo dei testicoli alle quali sono attaccate le cellule che evolvono dallo stadio di cellule germinali e quello di spermatozoi.
  • Cellule endocrine intestinali
    Cellule distribuite nella parete dell’intestino che producono e liberano ormoni di vario tipo, alcuni attivi sull’intestino stesso, altri che sviluppano il loro effetto su diversi organi e apparati.
  • Cellule germinali
    Cellule dalle quali parte lo sviluppo degli spermatozoi.
  • Cellule somatotropiche
    Cellule che nell’ipofisi producono il GH.
  • Cellule staminali
    Cellule, presenti in vari tessuti, che sono in grado di evolvere in altri tipi di cellule con caratteristiche e compiti ben definiti. Proprio per questa capacità di trasformarsi in cellule di vario tipo, il trapianto di cellule staminali è un trattamento proposto in molte diverse indicazioni,(...)
  • Centrifugazione a gradiente di densità
    Procedura usata per la selezione degli spermatozoi da usare nelle tecniche di PMA
  • Centriolo
    Struttura presente nel tratto intermedio dello spermatozoo che determina i movimenti della coda della cellula e quindi la progressione della cellula.
  • Chirurgia bariatrica
    E' un termine che si riferisce a una serie di interventi chirurgici che hanno lo scopo di ridurre la capacità di introdurre alimenti e/o di modificare metabolismo e assorbimento dei cibi assunti. Questi effetti fanno sì che si riduca l’introito delle calorie e di alcuni elementi contenuti nel(...)
  • Ciclo mestruale
    E' il complesso di modificazioni che si verificano periodicamente in organi e tessuti dell’apparato riproduttivo femminile durante la vita riproduttiva. La durata normale del ciclo mestruale è di 28-30 giorni e si conclude con la mestruazione.
  • Ciclo naturale
    Si definiscono così procedure, impiegate nella PMA, che si basano sulla raccolta di uno o più ovociti sviluppati in maniera spontanea dalle ovaie senza, o quasi, somministrare una stimolazione con ormoni.
  • Ciclo ovarico
    Insieme delle fasi di sviluppo di ovocita e relativo follicolo che comincia dopo ogni mestruazione, comporta l’ovulazione e il successivo sviluppo del corpo luteo. Corrisponde al ciclo mestruale, ma visto dalla prospettiva di ovocita e follicolo.
  • Circonferenza della vita
    Variabile che valuta la distribuzione del tessuto adiposo nell’addome. Una circonferenza superiore a 102 centimetri nei maschi e a 88 cm nelle femmine è considerata a rischio di sviluppare malattie metaboliche come il diabete.
  • Cirrosi
    E' un’alterazione della struttura del fegato caratterizzata dalla progressiva sostituzione del tessuto che normalmente svolge le funzioni dell’organo con materiale fibroso.
  • Cisti
    Si definiscono così delle strutture caratterizzate da una cavità intorno alla quale si trova uno strato può o meno spesso di tessuto. Dimensioni, contenuto e localizzazione possono essere le più varie. Importanti le cisti delle ovaie che, quando particolarmente numerose e associate ad altri(...)
  • Citoplasma
    Parte della cellula delimitata dalla membrana e che comprende le strutture che la compongono e le permettono di svolgere le sue funzioni, come mitocondri, reticolo ergastoplasmatico, apparato del Golgi e altre ancora, e il quido nel quale tali strutture sono immerse, denominato citosol.
  • Colecisti
    E' un organo nel quale si raccoglie la bile in arrivo dal fegato e diretta verso l’intestino
  • Colelitiasi
    Formazione di calcoli nella colecisti. I calcoli sono accumuli di calcio e/o colesterolo e/o bilirubina. Quest’ultima è una molecola che deriva dal metabolismo dell’emoglobina
  • Colite ulcerosa
    Malattia infiammatoria cronica del colon e del retto
  • Collagene
    Molecola che forma strutture fibrose, le fibre collagene, che costituiscono un tessuto connettivo.
  • Collo dell’utero o cervice uterina
    Parte bassa dell’utero che sporge nella vagina.
  • Colon
    Tratto di intestino posto fra tenue e retto
  • Colonna vertebrale
    Sistema di ossa e altre componenti che va dalla base della testa al bacino e serve a sostenere la parte centrale del corpo umano.
  • Complicanza
    E' un termine medico che definisce un sintomo, un disturbo o una malattia provocati da un’altra malattia o, ad esempio, da un intervento chirurgico.
  • Composizione corporea
    Composizione dell’organismo in termini di massa magra e massa grassa.
  • Concepimento
    Il termine definisce l’avvenuta fecondazione dell’ovocita da parte dello spermatozoo.
  • Consensus
    I documenti di Consensus sono pubblicazioni mediche e scientifiche nelle quali gruppi di esperti di una malattia riassumono indicazioni e raccomandazioni, rivolte a loro colleghi, finalizzate a migliorare la gestione di una malattia nei suoi vari aspetti, dalla diagnosi alla cura. Per la(...)
  • Corpi cavernosi
    Strutture cave presenti nel pene che, riempiendosi di sangue, provocano l’erezione dell’organo.
  • Corpo albicans
    Struttura in cui si trasforma il corpo luteo, una volta esaurito il suo ciclo di attività.
  • Corpo dell’utero
    Parte dell’utero posta fra fondo, in alto e cervice, in basso.
  • Corpo gastrico
    Parte intermedia dello stomaco
  • Corpo luteo
    Residuo delle cellule del follicolo ovarico che rimane dopo l’ovulazione, evolve nella fase luteinica sotto lo stimolo dell’LH e produce ormoni come il progesterone.
  • Corticosteroidi
    Farmaci contenenti molecole che per struttura chimica ed effetti sono simili al cortisolo.
  • Cortisolo
    Ormone secreto dalla zona glomerulare delle ghiandole surrenali.
  • Cortisonici
    Termine usato nel linguaggio comune che fa riferimento ai corticosteroidi.
  • Craniofaringioma
    Tumore benigno del sistema nervoso centrale.
  • Creatininemia
    Esame del sangue che valuta la concentrazione di una molecola denominata creatinina. È un indice della funzione dei reni.
  • Cremastere
    Muscolo che fa parte del funicolo spermatico e, contraendosi, solleva i testicoli.
  • CRH
    Dall’inglese Corticotropin Releasing Hormone, traducibile in ormone stimolante il rilascio di corticotropina (ACTH). Il CRH stimola il rilascio di ACTH da parte dell’adenoipofisi.
  • Crioconservazione
    E' una particolare tecnica per conservare ovociti, spermatozoi ed embrioni che utilizza in freddo. Il congelamento può avvenire con due modalità: più lento e progressivo e più rapido e brusco. Questa seconda tecnica è denominata anche vitrificazione.
  • Crioprotettore
    Sostanza usata nella crioconservazione di spermatozoi e ovociti
  • Cripte
    Microscopiche cavità presenti nella parete dell’utero che producono muco e fungono anche da contenitori nei quali si può depositare temporaneamente lo sperma.
  • Criptorchidismo
    Con questo termine si intende la mancata discesa, alla nascita, di uno o di entrambi i testicoli nello scroto.
  • Crisi di panico
    Stato di paura molto intenso vissuto da una persona, in maniera sproporzionata, rispetto alla situazione reale in cui so trova.
  • Crisi surrenalica
    E' una condizione in cui l’insufficienza surrenalica si presenta in maniera acuta, con profonda debolezza, forti dolori all'addome, alla schiena o alle gambe. In alcuni casi ci può essere un’alterazione acuta della funzione cardiovascolare.
  • Cromosoma
    Molecola complessa formata da DNA, avvolto intorno a composti chiamati istoni. E’ "l’archivio” dei geni che la cellula trasmette quando si replica. Osservando il nucleo della cellula al microscopio appare come un filamento.
  • Cromosomi sessuali
    I cromosomi X e Y che determinano i caratteri sessuali dell’individuo. I maschi hanno un cromosoma X e uno Y e le femmine due cromosomi X.
  • Cumulo ooforo
    Complesso di cellule che circondano l’ovocita nel follicolo ovarico secondario in fase avanzata di maturazione.
  • Curva da carico di glucosio
    Esame di laboratorio che prevede la somministrazione di glucosio e la successiva misurazione, a tempi prefissati, della glicemia. Se questa supera certi valori, si dice che il soggetto ha un’intolleranza al carico di glucosio, che è una condizione che predispone allo sviluppo di diabete di tipo 2.
  • Decidua
    Parte più superficiale dell’endometrio, che si stacca a ogni ciclo mestruale e viene eliminato con la mestruazione.
  • Deiodinasi
    Enzima che serve alla deiodinazione. Nell’organismo ne sono presenti 3 tipi, D1, D2 e D3, distribuiti in modo diverso nei tessuti. La D1 è più presente nei reni e nel fegato e permette, sia la trasformazione della T4 in T3, che il recupero dello iodio dagli ormoni eliminati. In tiroide,(...)
  • Deiodinazione
    Meccanismo di rimozione delle molecole di iodio dagli ormoni tiroidei o dai loro derivati metabolici. Il processo di deiodinazione avviene ad opera di enzima definito deiodinasi. La deiodinazione può avere due obiettivi principali:rimuovere una molecola di iodio dalla T4 per trasformarla nella(...)
  • Demenza
    Si definisce così un processo che comporta la perdita della capacità del cervello di ricevere stimoli ed elaborare pensieri. Va distinta da alterazioni simili dovute a un mancato sviluppo delle stesse funzioni.
  • Densità minerale ossea
    Esprime la concentrazione dei minerali contenuti nell’osso, espressa in grammi per centimetro quadrato di tessuto osseo.
  • Densitometria a doppia energia i raggi X
    (in inglese: Double Energy X Ray Absobimetry, DEXA) è un esame che impiega uno strumento che emette i raggi X, emessi da due sorgenti diverse. I raggi comportano comunque la somministrazione di una dose molto bassa di raggi al soggetto esaminato e permettono di misurare la concentrazione di(...)
  • DEXA
    (in inglese: Double Energy X Ray Absobimetry, DEXA) è un esame che impiega uno strumento che emette i raggi X, emessi da due sorgenti diverse. I raggi comportano comunque la somministrazione di una dose molto bassa di raggi al soggetto esaminato e permettono di misurare la concentrazione di(...)
  • Diabete
    Termine generale che comprende sia il diabete di tipo 1, che quello di tipo 2
  • Diabete di tipo 1
    Malattia che determina una carenza di insulina, vale a dire dell’ormone che favorisce la distribuzione dello zucchero (glucosio) dal sangue verso i tessuti. La causa del diabete di tipo 1 non è nota, ma il meccanismo di sviluppo più accreditato è una reazione autoimmunitaria nei confronti(...)
  • Diabete di tipo 2
    Malattia che si sviluppa per una ridotta sensibilità dei tessuti all’effetto dell’insulina, l’ormone che stimola l’entrata del glucosio nelle cellule. Le conseguenze principali di questa insensibilità sono: elevati livelli di glucosio nel sangue e aumento della secrezione dell’insulina per(...)
  • Diabete gravidico
    Forma di diabete di tipo 2 che si manifesta durante la gravidanza, con maggiore frequenza nelle donne obese e sovrappeso.
  • Diafisi
    Parte centrale, di forma grossolanamente cilindrica, delle ossa lunghe, come quelle delle braccia o delle gambe.
  • Diaframma
    Membrana formata da tessuto muscolare che divide il torace dalla cavità dell’addome.
  • Diagnosi prenatale
    Diagnosi di una malattia del feto, eseguita durante la gravidanza
  • Diario alimentare
    E' un documento nel quale si annota ciò che si mangia, in qualche caso aggiungendo sintomi, sensazioni relative al cibo e altre informazioni.
  • Diarrea
    Per diarrea si intende l’evacuazione di gran parte (75%) delle feci in forma sciolta o liquida.
  • Dieta ovo-lattovegetariana
    Alimentazione costituita da frutta, verdura, cereali, legumi, latte, uovo e loro derivati, ma senza carne.
  • Dieta pesco-vegetariana
    Alimentazione costituita da frutta, verdura, cereali, legumi, pesce e loro derivati, ma senza carne.
  • Dieta semi-vegetariana
    Alimentazione costituita da frutta, verdura, cereali, legumi, pesce, latte, uova, loro derivati, con saltuaria assunzione di carne.
  • Dieta vegana
    Alimentazione costituita da frutta, verdura, cereali, legumi e derivati della soia, ma senza carne, pesce, latte, uova e loro derivati.
  • Dieta vegetariana
    Alimentazione costituita da frutta, verdura, cereali, legumi, pesce, latte, uova e loro derivati, ma senza carne.
  • Digiuno
    Tratto intermedio dell’intestino tenue
  • Diiodotorosina
    Molecola che deriva dall’unione di due molecola di tirosina e due di iodio ed è utilizzata per la produzione di tiroxina e triodioglobulina.
  • Diploide
    Si definisce diploide una cellula con 46 cromosomi, come la maggior parte delle cellule dell’organismo.
  • Diploidia
    Si dice di una cellula diploide.
  • Disfagia
    Difficoltà a ingoiare. Tra le sue cause c’è il gozzo.
  • Disfonia
    Alterazioni della voce. Tra le sue cause c’è il gozzo.
  • Disfunzione erettile
    Consiste nell’incapacità di raggiungere e mantenere un’erezione sufficientemente valida da consentire un rapporto sessuale soddisfacente e da eiaculare lo sperma nella vagina.
  • Disgenesia tiroidea
    Alterato sviluppo della tiroide.
  • Disgerminoma della ghiandola pineale
    Tumore maligno del sistema endocrino.
  • Dislipidemia
    Alterazione della concentrazione di grassi (o lipidi) nel sangue. Può consistere nell’aumento della concentrazione di un solo tipo di grasso, nel qual caso di parla anche di ipercolesterolemia (se aumenta solo il colesterolo) o ipertrigliceridemia (se aumentano solo i trigliceridi). Le(...)
  • Dispnea
    Difficoltà a respirare. Tra le sue cause c’è il gozzo.
  • Distribuzione androide (del grasso)
    Si definisce così una localizzazione prevalente del tessuto adiposo al torace e alla pancia, cioè ad aree del corpo al di sopra della linea della vita. Si chiama così perché è caratteristica del sesso maschile, ma può presentarsi anche nelle femmine.
  • Distribuzione ginoide (del grasso)
    Si definisce così una localizzazione prevalente del tessuto adiposo ai fianchi e alle cosce, cioè ad aree del corpo al di sotto della linea della vita. Si chiama così perché è caratteristica del sesso femminile, ma può presentarsi anche nei maschi.
  • Diverticoli
    Alterazioni della struttura di organi che hanno cavità, come l’intestino. Sono particolarmente frequenti quelli degli ultimi tratti dell’intestino, colon e retto. Quando sono molto numerosi determinano una condizione di diverticolosi. Se a questa condizione si sovrappongono fenomeni di(...)
  • DNA
    Dall’inglese deoxyribonucleic acid, in italiano acido desossiribonucleico. E’ una molecola complessa, che costituisce i geni che trasmettono, da una cellula all’altra, le caratteristiche dell’individuo.
  • Dolore pelvico cronico
    Per dolore pelvico cronico (DPC) si intende una sintomatologia dolorosa costante o intermittente, ciclica o aciclica, a livello della regione pelvica, che persista da almeno 6 mesi. Può presentarsi in molteplici forme: dolore persistente e indipendente dall'evento mestruale, dolore ciclico che(...)
  • Dominante (trasmissione autosomica)
    Caratteristica o patologia trasmessa attraverso i cromosomi non sessuali (autosomi), che si esprime anche se ne è portatore un solo genitore.
  • Dotto deferente
    Struttura dell’apparato riproduttivo maschile posto fra epididimo e vescichette seminali.
  • DPC, CPPS
    Per dolore pelvico cronico (DPC) si intende una sintomatologia dolorosa costante o intermittente, ciclica o aciclica, a livello della regione pelvica, che persista da almeno 6 mesi. Può presentarsi in molteplici forme: dolore persistente e indipendente dall'evento mestruale, dolore ciclico che(...)
  • Drepanocitosi
    Anemia provocata dalla mutazione di un gene che determina, a sua volta, la produzione di un’emoglobina anomala. Ciò fa sì che i globuli rossi assumano la forma di una falce
  • Duodeno
    Primo tratto dell’intestino tenue
  • Eccesso di peso
    Termine generico che indica sia la condizione di sovrappeso, che quella di obesità.
  • ECG
    Esame che serve a valutare la funzione del cuore. Si esegue posizionando dei rilevatori in determinati punti dell’organismo per ottenere, con uno strumento apposito, un grafico che permette di definire vari aspetti dell’attività e della struttura dell’organo
  • Ecografia
    Esame diagnostico strumentale che si basa sulla capacità dei tessuti di riflettere o meno le onde degli ultrasuoni. Applicando una parte dell’ecografo, chiamata sonda, ad esempio sul collo o sulla pancia, gli ultrasuoni che essa emette vengono riflessi o parzialmente assorbiti dai tessuti. La(...)
  • Ecoguidata
    Si definisce così una procedura o un approccio che prevedano l’inserimento di un ago, di una sonda o di uno strumento chirurgico in una parte dell’organismo che viene osservata mediante ecografia. La visione ecografica permette di guidare il dispositivo verso l’organo o il tessuto che si vuole(...)
  • Ectopia
    Localizzazione della tiroide in una zona dell’organismo diversa da quella abituale.
  • Eiaculazione
    Emissione dello sperma dalla parte di uretra contenuta nel pene
  • Eiaculazione retrograda
    E' un’eiaculazione nella quale lo sperma è spinto all’indietro verso la vescica.
  • Elettrocardiogramma
    Esame che serve a valutare la funzione del cuore. Si esegue posizionando dei rilevatori in determinati punti dell’organismo per ottenere, con uno strumento apposito, un grafico che permette di definire vari aspetti dell’attività e della struttura dell’organo
  • EMA
    È l’agenzia che si occupa della registrazione in Europa e della verifica nel tempo dei farmaci
  • Ematuria
    Presenza anomala di sangue nelle urine.
  • Embriologo
    Gli embriologi sono, in generale, biologi specializzati nella gestione e nella valutazione degli embrioni, nell’ambito della PMA
  • Embrione
    Si definisce in questo modo un organismo in via di sviluppo che deriva dallo zigote. Nella specie umana l’embrione è contenuto nella cavità (o vescicola) amniotica ed è avvolto da una membrana chiamata corion. Dal 3° mese di gravidanza l’embrione diventa feto.
  • Emicrania
    Cefalea primaria, cioè non provocata da un’altra malattia, e di solito localizzato a una metà della testa.
  • Emoglobina glicata
    Esame di laboratorio impiegato per valutare il metabolismo degli zuccheri nei malati di diabete. In particolare, i suoi valori esprimono il controllo nel tempo dei livelli di glicemia.
  • Emoglobina S
    Emoglobina anomala caratteristica della drepanocitosi.
  • Empirico
    In medicina si definisce così un approccio non mirato a una caratteristica definita del problema o a dimostrazioni acquisite dell’efficacia dell’approccio, ma che fa riferimento, piuttosto, all’esperienza dell’operatore.
  • Endometrio
    Strato più interno della parete dell’utero. La sua parte più interna, chiamata decidua, si stacca ad ogni mestruazione.
  • Endometriosi
    E' una condizione nella quale un tessuto uguale a quello dell’endometrio si sviluppa e si diffonde in zone e organi diversi dall’utero del quale normalmente tappezza la cavità interna.
  • Enzima
    E' una molecola, di solito una proteina, che promuove o accelera una reazione chimica senza essere consumata e senza diventare parte del composto che deriva dalla reazione. Le sostanze sulle quali agisce l’enzima per determinare la reazione si chiamano substrati.
  • Epatomegalia
    Ingrandimento anomalo del fegato.
  • Epididimo
    Struttura dell’apparato riproduttivo maschile posto dopo i testicoli e prima del dotto deferente.
  • Epitelio germinativo
    Tessuto, presente nei testicoli, che produce gli spermatozoi.
  • Ereditario
    In biologia, qualcosa che si trasmette dai genitori ai figli, di solito per via genetica.
  • Erezione
    Processo che porta a un aumento di dimensioni e consistenza del pene.
  • Eritrocito-aferesi
    Metodica di laboratorio che consiste di eliminare selettivamente dal sangue i globuli rossi. Si usa nella cura dell’emocromatosi.
  • Erosioni
    Danni caratterizzati da aree di perdita di tessuto, di solito con un diametro massimo di 0.5 cm.
  • Esercizio aerobico
    Si definisce così un esercizio fisico per svolgere il quale l’organismo, come fonte di energia, “brucia” prima le riserve di glicogeno e poi quelle di grassi. Per usare tali riserve, utilizza l’ossigeno che arriva con il sangue ai tessuti. Un esercizio, per rimanere aerobico, deve avere(...)
  • Esercizio anaerobico
    Si definisce così un esercizio fisico per svolgere il quale l’organismo, come fonte di energia, “brucia” substrati di vario tipo, comprese le proteine del tessuto muscolare e, per usare tali substrati, utilizza anche reazioni chimiche che necessitano di ossigeno. Un esercizio anaerobico è(...)
  • Esofago
    Tratto dell’intestino che va dalla bocca e dalla faringe, allo stomaco
  • Estrazione testicolare degli spermatozoi
    In inglese “Testicular Sperm Estraction”, abbreviato in TESE. Consiste nell’estrazione degli spermatozoi da strutture del testicolo, in casi di infertilità maschile. Nel caso si impieghino tecniche di microchirurgia, si abbrevia in mTESE.
  • Estrogeni
    Termine che definisce gli ormoni che tendono a stimolare lo sviluppo e il mantenimento delle caratteristiche sessuali e della funzione riproduttiva nelle femmine. L’estrogeno più noto è l’estradiolo.
  • ET
    In inglese embryo transfer (ET) è la procedura con la quale si trasferisce l’embrione nell’utero, dopo la fertilizzazione in vitro.
  • Età di transizione
    Nella gestione delle persone con carenza di GH, si definisce così il periodo nel quale esse passano dagli approcci caratteristici dell’età pediatrica a quelli propri delle fasi successive della vita.
  • Età gestazionale
    Termine che indica l’età di un feto o di un neonato in base a quanto è durata la gravidanza, fino al momento della valutazione. L’età gestazionale è usata per valutare il corretto sviluppo fisico e mentale di un bambino, rispetto alla durata della gravidanza.
  • Età riproduttiva
    Termine che indica l’età nella quale una donna può avere figli
  • European Medicines Agency
    È l’agenzia che si occupa della registrazione in Europa e della verifica nel tempo dei farmaci
  • Eutiroidismo
    Si definisce in questo modo, sia una condizione nella quale la tiroide funziona in maniera normale, producendo gli ormoni correttamente, sia un quadro nel quale è stato ripristinata una situazione con normali livelli di TSH e di ormoni tiroidei nel sangue, dopo che si erano presentate(...)
  • Falso negativo
    Si definisce così il risultato di un esame di laboratorio, strumentale o di altro tipo, che non rileva la presenza di una patologia, successivamente individuata da ulteriori controlli.
  • Falso positivo
    Si definisce così il risultato di un esame di laboratorio, strumentale o di altro tipo, che indica la presenza di una patologia, ma che, successivamente viene smentito da ulteriori controlli.
  • FANS
    Sono farmaci che contrastano i meccanismi dell’infiammazione, ma non appartengono alla classe dei cortisonici o steroidi. Il più noto è l’acido acetilsalicilico, ma ce ne sono molti altri come diclofenac, naprossene, ibiprofene e altri ancora.
  • Faringe
    Tratto di passaggio dalla bocca all’esofago, che è comune all’apparato gastroenterico e a quello respiratorio
  • Farmaci anti-infiammatori non steroidei
    Sono farmaci che contrastano i meccanismi dell’infiammazione, ma non appartengono alla classe dei cortisonici o steroidi. Il più noto è l’acido acetilsalicilico, ma ce ne sono molti altri come diclofenac, naprossene, ibiprofene e altri ancora.
  • Farmaci anti-tiroidei
    Farmaci utilizzati per curare l’ipertiroidismo. A questa categoria di farmaci appartengono il metimazolo e il propiltiouracile.
  • Farmaco biologico
    Si definisce così un farmaco derivato dal sangue umano e dal plasma umano o derivato da cellule e tessuti.
  • Fase Luteinica
    Fase finale del ciclo mestruale nella quale si forma il corpo luteo.
  • Fattore di rischio
    Si definisce così una caratteristica dell’individuo, una sua abitudine, una malattia che ha o ha avuto o altre condizioni ancora che aumentano il rischio, o la probabilità, che si sviluppi una patologia, che si presenti un sintomo o che si verifichi una recidiva di una malattia cronica
  • Fattore femminile
    Si definisce così qualsiasi causa d’infertilità attribuibile ad alterazioni della struttura o della funzione dell’apparato riproduttivo femminile, definibile o non definibile. In questo secondo caso si parla di fattore femminile idiopatico.
  • Fattore maschile
    Si definisce così qualsiasi causa d’infertilità attribuibile ad alterazioni della struttura o della funzione dell’apparato riproduttivo maschile, definibile o non definibile. In questo secondo caso si parla di fattore maschile idiopatico.
  • FDA
    Traducibile in italiano i “Agenzia del cibo e del farmaco”, è l’Agenzia degli Stati Uniti che autorizza l’uso nella pratica clinica di farmaci e altri approcci per la cura e la diagnosi delle malattie.
  • Fecondazione
    Processo nel quale ovocita e spermatozoo si uniscono per formare lo zigote.
  • Feedback
    Parola inglese che esprime il concetto del reciproco controllo fra organi e ghiandole diverse. Può essere negativo e positivo. Un feedback negativo fa sì che, ad esempio, all’aumentare di un ormone prodotto da una ghiandola, si riduca la funzione di un’altra ghiandola o di un altro organo e(...)
  • Fegato
    Organo dell’apparato gastroenterico, che svolge varie funzioni, dalla secrezione di bile, che serve a digerire i grassi, alla metabolizzazione di zuccheri, proteine e grassi dopo che sono stati assorbiti nell’intestino.
  • Fertile
    Si definisce così un individuo di sesso maschile o femminile che possa contribuire al concepimento naturale di un figlio.
  • Fertilità
    Condizione nella quale un individuo di sesso maschile o femminile possa contribuire al concepimento naturale di un figlio.  
  • Fertilizzazione in Vitro
    In inglese si indica con il termine In Vitro Fertilization, abbreviato in IVF, e in italiano si usa anche la denominazione Fertilizzazione In Vitro ed Embryo Transfer, cioè con trasferimento di embrione, abbreviato in: FIVET. E’ una tecnica di PMA che consiste nel mettere a contatto, con una(...)
  • Feto
    Evoluzione dell’embrione. Nella specie umana si definisce così a partire dal 3° mese di gravidanza, quando compaiono le caratteristiche proprie della specie. Nel corso della vita fetale tutti gli organi, abbozzati nell’embrione, crescono di dimensioni e si sviluppano.
  • Fibromioma
    Tumore benigno che si forma nell’utero ed è costituito da tessuto muscolare e fibroso. I fibromi possono essere causa di infertilità.
  • Filtrazione dello sperma
    Procedura utilizzata per la selezione degli spermatozoi da usare nelle tecniche di PMA
  • Fitoestrogeni
    Molecole derivate dalle piante con struttura simile a quella degli estrogeni dell’organismo e, in particolare, a quella del l 17-β-estradiolo (E2)I fitoestrogeni si legano degli estrogeni impedendo che agli stessi si attacchino gli estrogeni prodotti dalle ghiandole e dalle cellule dell’organismo.
  • FIVET
    In inglese si indica con il termine In Vitro Fertilization, abbreviato in IVF, e in italiano si usa anche la denominazione Fertilizzazione In Vitro ed Embryo Transfer, cioè con trasferimento di embrione, abbreviato in: FIVET. E’ una tecnica di PMA che consiste nel mettere a contatto, con una(...)
  • Follicoli antrali
    Sono piccoli follicoli ovarici, del diametro di 2-8 millimetri, al secondo stadio di maturazione, che si trovano all’interno dell’ovaio e che si possono vedere, misurare e contare eseguendo un’ecografia che prevede l’introduzione di una sonda nella vagina (ecografia endovaginale). Il numero(...)
  • Follicolo
    Si definisce così una struttura caratterizzata da uno o più strati di cellule, disposti intorno a una cavità
  • Follicolo dominante
    Follicolo che, dall’ottavo giorno del ciclo, assume caratteristiche che permettono di identificarlo come quello destinato a maturare fino all’ovulazione.
  • Follicolo ovarico
    Struttura che contiene l’ovocita e ne accompagna l’evoluzione fino all’ovulazione, cioè al suo rilascio dall’ovaio.
  • Follicolo primario
    Forma di follicolo in cui evolve il follicolo primordiale
  • Follicolo primordiale
    Follicolo ovarico formato del corso della vita del feto costituito da un unico strato di cellule che avvolge l’ovocita primario in esso contenuto.
  • Follicolo secondario
    Forma di follicolo in cui evolve il follicolo primario. È costituito inizialmente da un doppio strato di cellule. In seguito si trasforma in una struttura più complessa con uno strato esterno di cellule che circonda una cavità ripiena di liquido, il liquido follicolare, nel quale sporge(...)
  • Fondo dell’utero
    Parte alta dell’utero.
  • Fondo Gastrico
    Prima parte dello stomaco, chiamato anche bolla gastrica
  • Food and Drug Administration
    Traducibile in italiano i “Agenzia del cibo e del farmaco”, è l’Agenzia degli Stati Uniti che autorizza l’uso nella pratica clinica di farmaci e altri approcci per la cura e la diagnosi delle malattie.
  • Fototerapia
    Termine che si riferisce a qualsiasi cura che impieghi la luce. Per la fototerapia, indicata prevalentemente, ma non solo, in malattie della pelle, si utilizzano strumenti che generano raggi di luce con particolari caratteristiche e di provata efficacia.
  • FSH
    ormone follicolo stimolante, prodotto dall’adenoipofisi. In inglese Follicle Stimulating Hormone (FSH), contribuisce a regolare le funzioni dell’ovaio, nel quale stimola lo sviluppo dei follicoli, e dei testicoli.
  • FT3
    forma libera della triiodioglobulina, o T3, presente nel sangue.
  • FT4
    forma libera della tiroxina, o T4, vale a dire che circola nel sangue non legata alle proteine.
  • Funicoli spermatici
    Struttura che tiene in sospensione i testicoli nello scroto. Contengono vasi, nervi, dotti deferenti e muscolo cremastere.
  • Funzione riproduttiva
    insieme dei meccanismi che permettono la riproduzione della specie umana.
  • Gamete femminile
    Si definisce così l’ovocita.
  • Gamete maschile
    Si definisce così lo spermatozoo.
  • Gamma-GT
    Esame del sangue che valuta la concentrazione della gamma-glutamil-transferasi. È un indice della funzione del fegato.
  • Gastrico
    Termine riferito allo stomaco
  • Gastrina
    Ormone che stimola la produzione di acido cloridrico
  • Gastrite
    Infiammazione della tonaca mucosa dello stomaco. La gastrite può essere acuta o cronica, può comportare un eritema, o arrossamento, della mucosa e vi si possono rilevare aree di danno più profondo, definite erosioni.
  • Gastrite erosiva
    Gastrite caratterizzata dalla presenza di erosioni
  • Gastrostomia
    Si definisce così un’apertura, a livello dell’addome, che permette l’accesso diretto allo stomaco.
  • Gene
    Porzione di DNA che regola la creazione delle strutture e lo sviluppo delle attività di tutte le cellule dell’organismo. Le sequenze di geni sono raccolte nei cromosomi.
  • GH
    Ormone della crescita, prodotto dall’adenoipofisi. In inglese Growth Hormone (GH), stimola la crescita dei tessuti dell’organismo. Indispensabile per il conseguimento di un normale accrescimento nelle prime fasi della vita, in seguito è cruciale per il mantenimento di organi e tessuti. Agisce(...)
  • Ghiandola endocrina
    Organo che produce ormoni che libera nel sangue
  • Ghiandola esocrina
    Organo che produce sostanze che sono riversate all’esterno dell’organismo, ad esempio sudore sulla pelle, o in cavità del corpo a contatto con l’esterno, come le ghiandole che rilasciano la saliva nella bocca o quelle che liberano il muco nella vagina.
  • Ghiandola mammaria
    Insieme di tessuti ghiandolari esocrini presenti nelle mammelle.
  • Ghiandole salivari
    Ghiandole poste intorno alla bocca che producono saliva
  • GHIF
    Dall’inglese Growth Hormone Inibitory Factor, traducibile in ormone che inibisce la secrezione di ormone della crescita (GH). Il GHIF inibisce il rilascio di GH da parte dell’adenoipofisi.
  • GHRH
    Dall’inglese Growth Hormone Releasing Hormone, traducibile in ormone stimolante la secrezione di ormone della crescita (GH). IL GHRH stimola il rilascio di GH da parte dell’adenoipofisi.
  • Gittata cardiaca
    Sangue pompato, nell’unità di tempo, dal cuore verso l’aorta.
  • Glicemia
    Esame di laboratorio che esprime la concentrazione di glucosio, un tipo di zucchero, nel sangue.
  • Glicerolo
    Componente dei trigliceridi.
  • Glicogeno
    Zucchero complesso composto da molecole di glucosio. E’ una delle riserve di energia dell’organismo.
  • Glioma del nervo ottico
    Tumore del nervo ottico, quello che porta gli stimoli dall’occhio al cervello.
  • Globulo polare
    E' una cellula che si potrebbe definire incompleta, perché ha un citoplasma molto ridotto e riserve di nutrimento inadeguate alla sopravvivenza, la maggior parte di essi, infatti, nella meiosi dell’ovocita primario, li ha acquisiti l’ovocita secondario.
  • Globulo rosso
    Elemento di forma grossolanamente sferica che circola nel sangue e trasporta l’emoglobina.
  • Glucagone
    Ormone prodotto dalle cellule, denominate “alfa”, delle isole del Langherans del pancreas. Gli effetti principali del glucagone riguardano il metabolismo del glucosio e, in particolare, l’ormone favorisce la gluconeogenesi, la metabolizzazione del glicogeno per produrre glucosio e la lipolisi.(...)
  • Gluconeogenesi
    Produzione di glucosio da parte delle cellule dell’organismo.
  • Glucosio
    Tipo di zucchero presente nella frutta e nella verdura, che si trova nel circolo sanguigno nell’uomo. Viene usato dalle cellule come fonte di energia di pronto impiego.
  • Glutine
    Si definisce così un insieme di proteine, fra le quali glutelina e gliadina, contenuto in alcune cellule dei cereali. La farina di frumento ne contiene il 10-15%.
  • GnRH
    Termine inglese che significa ormone rilasciante gonadotropine.
  • GnRH-a
  • GnRH-ant
    Termine inglese che significa antagonista dell’ormone rilasciante gonadotropine.
  • Gonadi
    Organi nei quali si producono i gameti: ovaie e testicoli. Nelle gonadi vengono anche prodotti ormoni che regolano la funzione riproduttiva e non solo.
  • Gonadotropin Releasing Hormone
    Termine inglese che significa ormone rilasciante gonadotropine.
  • Gonadotropin Releasing Hormone agonist
    Termine inglese che significa agonista dell’ormone rilasciante gonadotropine.
  • Gonadotropin Releasing Hormone antagonist
    Termine inglese che significa antagonista dell’ormone rilasciante gonadotropine.
  • Gonadotropine
    Si definiscono così gli ormoni, come FSH e LH, che regolano la funzione delle gonadi.
  • Gozzo
    Modificazione del tessuto della tiroide che determina un aumento della consistenza e del volume dell’organo e una modificazione della sua forma. Può conseguire a varie malattie che colpiscono l’organo.
  • Gozzo multinodulare
    E' un tipo di gozzo caratterizzato da numerosi noduli che alterano l’aspetto generale dell’organo.
  • Gozzo tossico multinodulare
    Un gozzo multinodulare al quale si associa ipertiroidismo.
  • Grande per età gestazionale
    Si definisce così un neonato che, alla nascita, ha dimensioni superiori a quelle attese sulla base della durata della gravidanza, o gestazione.
  • Granulosa
    Accumulo di cellule che circonda la cavità del follicolo ovarico in fase avanzata di maturazione.
  • Grassi saturi
    Si definiscono così i grassi presenti in alimenti come il latte intero, il burro, i formaggi, le carni e i salumi. Ad essi si attribuiscono effetti negativi sul metabolismo, in termini di accumulo di grassi nell’organismo e possibile aumento del colesterolo nel sangue.
  • Grasso corporeo
    Tutto il grasso immagazzinato nell’organismo. In grandissima parte è contenuto nel tessuto adiposo, ma se ne possono trovare quantità significative in organi come il fegato.
  • Grasso sottocutaneo
    Le parti di tessuto adiposo localizzate sotto gli strati più profondi della pelle.
  • Grasso viscerale
    Le parti di tessuto adiposo localizzate nella cavità dell’addome (nella pancia).
  • Gravidanza
    Condizione nella quale si trova la donna dal momento del concepimento al parto. La gravidanza è a termine se arriva alla sua regolare conclusione.
  • Gravidanza extra-uterina
    Si tratta di una gravidanza nella quale l’embrione si localizza e si sviluppa un una sede diversa dall’utero.
  • Growth Hormone Releasing Hormone
    Dall’inglese Growth Hormone Releasing Hormone, traducibile in ormone stimolante la secrezione di ormone della crescita (GH). IL GHRH stimola il rilascio di GH da parte dell’adenoipofisi.
  • hCG
    E' l’abbreviazione del termine inglese human Corionic Gonadotripin, che si traduce in italiano gonadotropina corionica umana. Questo è un ormone prodotto dalle cellule della placenta. Nella donna. Normalmente la gonadotropina corionica mantengono in attività il corpo luteo. Farmaci a base di(...)
  • Iatrogeno
    Con questo termine si indica un evento provocato da un atto medico. Ad esempio, una malattia iatrogena è quella causata da un esame diagnostico, da una cura medica o chirurgica.
  • Ictus
    E' un danno a carico del cervello provocato da un’interruzione del normale flusso di sangue. La gravità del danno e dei segni e sintomi che ne conseguono sono molto variabili. Essi dipendono, tra l’altro, dalla durata della interruzione del normale flusso di sangue, dall’ampiezza dell’area(...)
  • IGF-1
    Acronimo dell’inglese Insulin Growth Factor-1, traducibile in italiano in fattore di crescita dell’insulina-1. L’IGF-1 è prodotto dal fegato, come risultato dello stimolo del GH. Attraverso la secrezione di IGF-1 il GH sviluppa alcuni dei suoi effetti. Il termine IGF, più in generale, indica(...)
  • Ileo
    Tratto finale dell’intestino tenue
  • IMC
    In inglese Body Mass Index (BMI) è un parametro utilizzato per valutare la struttura corporea, in relazione al peso. Si calcola dividendo il peso, in chilogrammi, per l’altezza, in metri, elevata al quadrato. Il valore di BMI di un individuo, confrontato con quello di apposite tabelle permette(...)
  • Immunoterapia
    E' un tipo di cura, usata in vari campi della medicina, e in particolare in oncologia, che consiste nella somministrazione di farmaci che stimolano selettivamente attività del sistema immunitario dirette contro le cellule del tumore.
  • Impianto
    fenomeno per il quale un embrione si localizza nella parete dell’utero
  • Incidenza
    Termine usato per definire quanti casi di malattia o quanti eventi si verificano in una popolazione in un anno.
  • Incontinenza
    Consiste nella incapacità di tratienere e regolare l’evacuazione di urina e  feci, si parla quindi di incontinenza urinaria o incontinenza fecale
  • Indice di massa corporea
    In inglese Body Mass Index (BMI) è un parametro utilizzato per valutare la struttura corporea, in relazione al peso. Si calcola dividendo il peso, in chilogrammi, per l’altezza, in metri, elevata al quadrato. Il valore di BMI di un individuo, confrontato con quello di apposite tabelle permette(...)
  • Infarto
    Forma acuta e grave di ischemia.
  • Infarto del miocardio
    consiste in un danno alle pareti o ad altre strutture del cuore provocato da un inadeguato apporto di ossigeno alle cellule che le compongono. Le cellule “muoiono” e vengono distrutte (necrosi). L’estensione del danno e la localizzazione sono fra i principali fattori che determinano la(...)
  • Infertile
    si definisce così un individuo di sesso maschile o femminile che non possa contribuire al concepimento naturale di un figlio.
  • Infertilità
    condizione nella quale un individuo di sesso maschile o femminile non possa contribuire al concepimento naturale di un figlio.
  • Infertilità idiopatica
    E' una forma di infertilità nella quale, dopo avere fatto tutti gli accertamenti, non si riesce a individuare nessuna causa.
  • Infiltrativa
    Si definisce così una malattia caratterizzata dalla infiltrazione di un tessuto con cellule, molecole e strutture anomale.
  • Inibina
    Mediatore liberato dalle cellule di Sertoli in risposta allo stimolo dell’FSH e che, raggiunti determinati livelli nel sangue, limita la secrezione di FSH
  • Inseminazione Intra-Uterina
    In inglese Intra Uterine Insemination, abbreviato in IUI, è una tecnica di PMA che consiste nella introduzione di un campione di sperma, opportunamente trattato in laboratorio, nell’utero di una donna nella quale le ovaie sono state stimolate con farmaci a base di gonadotropine. La procedura(...)
  • Insufficienza renale cronica
    Stato di inadeguato funzionamento dei reni protratto nel tempo.
  • Insufficienza surrenalica
    E' una malattia caratterizzata dall’incapacità delle ghiandole surrenali di produrre quantità sufficienti di ormoni e, in particolare, di cortisolo
  • Insulina
    Ormone prodotto dalle cellule denominate “beta” delle isole del Langherans del pancreas. Gli effetti principali dell’insulina riguardano il metabolismo del glucosio e, in particolare, l’ormone favorisce l’entrata del glucosio in molte cellule (p.es.: quelle del muscolo e del fegato), sopprime(...)
  • Integratori (alimentari)
    O supplementi alimentari, sono prodotti a base di vitamine o minerali o combinazioni degli stessi, che servono a “integrare” quello che manca nell’alimentazione per supplire a carenze di elementi essenziali della dieta.
  • Interprandiale
    fra i pasti. La fase interprandiale del metabolismo dell’energia è quella che si sviluppa fra due pasti.
  • Intestino crasso
    Tratto di intestino posto fra la valvola ileo-cecale e l’ano. E’ costituito da cieco, colon ascendente, colon trasverso, colon discendente, sigma e retto.
  • Intestino tenue
    Tratto di intestino posto fra stomaco e intestino crasso. E’ formato da duodeno, digiuno e ileo.
  • Intolleranza al carico di glucosio
    Se nel corso di una curva da carico di glucosio, a due dalla somministrazione del glucosio la glicemia supera i 140 mg/dl, si dice che il soggetto ha un’intolleranza al carico di glucosio, che è una condizione che predispone allo sviluppo di diabete di tipo 2, cioè è in pre-diabete.
  • Introito calorico
    Si definisce così la quantità di calorie che si introducono con i cibi e le bevande, di solito facendo riferimento a un giorno, come unità di tempo.
  • Invasività
    E' una caratteristica attribuita a malattie, ma anche a esami e a cure, che fa riferimento al fatto che essi entrano, più o meno profondamente, o si diffondono, più o meno ampiamente, nell’organismo.
  • Invasivo
    Lo si dice di malattie, esami e cure. Un cancro invasivo è quello che tende a diffondersi con grande facilità, sia nel tessuto dove si è sviluppato, che, a distanza, con metastasi. Un esame è invasivo se comporta un’esplorazione ampia e approfondita di tessuti e aree, ad esempio con tagli(...)
  • Iodio
    Elemento chimico contenuto nelle molecole degli ormoni tiroidei. Viene assunto con gli alimenti e con l’acqua. Una volta entrato nell’organismo, lo iodio è assorbito nell’intestino e arriva nel sangue in una forma chimica definita ioduro e indicata con il simbolo I-. Una parte dello iodio,(...)
  • Ipercolesterolemia
    Aumento della concentrazione di colesterolo nel sangue.
  • Iperfenilalaninemia
    è una malattia rara, denominata anche fenilchetonuria (in inglese phenylketonuria abbreviato PKU), ma è anche la più frequente malattia metabolica congenita dovuta ad alterazioni dei geni. Tali alterazioni riducono o annullano la produzione e l’attività di un enzima denominato fenilalanina(...)
  • Iperglicemia
    valori elevati di glicemia.
  • Iperidrosi
    Eccesso di secrezione da parte delle ghiandole che producono il sudore
  • Ipermobilità
    Questa caratteristica, riferita in particolare alle articolazioni, consiste nella tendenza delle stesse a compiere movimenti anormali ed eccessivi.
  • Iperparatiroidismo
    Condizione nella quale le ghiandole paratiroidi funzionano più del normale.
  • Iperparatiroidismo primario
    Iperparatiroidismo dovuto a un’alterazione intrinseca della funzione delle ghiandole paratiroidi.
  • Iperparatiroidismo secondario
    Iperparatiroidismo dovuto a un’alterazione della funzione delle ghiandole paratiroidi che deriva, a sua volta, da cause esterne alle ghiandole stesse
  • Ipertensione arteriosa
    aumento della pressione del sangue nelle arterie. Il livello della pressione si esprime con due valori che corrispondono, rispettivamente, alla pressione nel momento della sistole (contrazione delle pareti del cuore) e della diastole (rilasciamento delle pareti del cuore). I valori di(...)
  • Iperteso
    è un soggetto che ha ipertensione.
  • Ipertiroidismo
    condizione nella quale nel sangue sono presenti concentrazioni di ormoni della tiroide superiori alla norma. Una delle sue cause più comuni è la Malattia di Graves.
  • Ipertiroidismo franco
    Forma di ipertiroidismo caratterizzata da riduzione del TSH con FT3 e FT4 elevate.
  • Ipertiroidismo primitivo
    è quello che dipende da alterazioni che si determinano a carico della tiroide stessa.
  • Ipertiroidismo secondario
    è conseguenza di un’eccessiva stimolazione della tiroide da parte di ormoni prodotti da altre ghiandole.
  • Ipertiroidismo subclinico
    Forma di ipertiroidismo caratterizzata da riduzione del TSH con valori di FT3 e FT4 normali.
  • Ipnosi
    Stato della mente e del corpo che comporta modificazioni simili a quelle del sonno. Può essere indotta da un operatore, l’ipnotizzatore, stabilendo un rapporto con il soggetto e applicando opportune tecniche di tipo psicologico, oppure può essere provocata autonomamente da un individuo, con(...)
  • Ipofisi
    è una ghiandola del sistema endocrino che dialoga strettamente con l’ipotalamo, è divisa in tre parti, denominate lobi, delle quali quella posteriore è chiamata neuro-ipofisi. Il lobo anteriore dell’ipofisi è costituito da cellule che secernono ormoni ed è denominato adeno-ipofisi. Esiste poi(...)
  • Ipogonadismo
    condizione caratterizzata da alterazioni della funzione delle ovaie o dei testicoli e della produzione degli ormoni da essi secreti.
  • Ipogonadismo ipogonadotropo
    Condizione che consiste in una ridotta funzione delle gonadi, le ovaie o i testicoli, dovuta a carenza delle gonadotropine, FSH o LH.
  • Ipoparatiroidismo
    Condizione nella quale le ghiandole paratiroidi funzionano meno del normale o non funzionano affatto.
  • Ipopituitarismo
    ridotta o mancata funzione dell’ipofisi. Si parla di panipopituitarismo se l’alterata funzione riguarda tutte le parti dell’ipofisi.
  • Ipoplasia
    sviluppo di una tiroide più piccola della norma.
  • Iposmia
    Incapacità parziale di riconoscere gli odori
  • Ipospadia
    Dimensioni del pene inferiori alla norma.
  • Ipotalamo
    Struttura che fa parte del sistema nervoso centrale, è costituito da due gruppi (nuclei) di cellule nervose, cioè di neuroni, chiamati nucleo sopraottico e nucleo paraventricolare, e ha stretti rapporti funzionali con l’ipofisi.
  • Ipotiroidismo
    condizione nella quale in circolo sono presenti concentrazioni di ormoni della tiroide inferiori alla norma. Si tratta della più frequente alterazione della funzione tiroidea. In casi più rari, ci può essere un ipotiroidismo che non è dovuto a una ridotta produzione di ormoni della tiroide,(...)
  • Ipotiroidismo centrale
    o secondario è quello dovuto a una riduzione dell’effetto stimolante di ipotalamo o ipofisi.
  • Ipotiroidismo primitivo
    si definisce così un ipotiroidismo dovuto a un’alterata funzione della tiroide.
  • Ipotiroidismo subclinico
    Forma di ipotiroidismo che non si manifesta con segni e sintomi e si rileva solo con gli esami di laboratorio. Otre 50 anni è presente nel 6% dei maschi e nel 10-12% delle femmine. Il TSH è aumentato e FT3 e FT4 possono essere normali
  • Irsutismo
    condizione caratterizzata dalla presenza di peli anomali per tipo, quantità e localizzazione in soggetti di sesso femminile.
  • Ischemia
    Fenomeno caratterizzato da un ridotto apporto di sangue e di ossigeno verso un tessuto dell’organismo. È provocata da un insufficiente flusso di sangue e/o da un inadeguato apporto di ossigeno, rispetto alle necessità del tessuto.
  • Isole di Langherans
    gruppi di cellule endocrine distribuiti nell’ambito del tessuto del pancreas, che è una ghiandola esocrina. Le Isole di Langherans producono insulina e glucagone, che regolano il metabolismo degli zuccheri nel sangue.
  • Isteroscopia
    Endoscopia eseguita inserendo lo strumento nell’utero. E’ uno degli esami che si possono eseguire per individuare cause di infertilità.
  • Istiocitosi X
    Malattia caratterizzata dall’accumulo di cellule di Langerhans e cellule caratteristiche dell’infiammazione nel tessuto dei polmoni. Le cellule di Langerhans sono precursori di cellule del sistema immunitario.
  • Ittero
    Segno clinico che consiste in un colorito giallo o verdastro della pelle. Abitualmente si manifesta quando la bile non è eliminata correttamente dal fegato.
  • IUD
    E' così chiamato comunemente un dispositivo che si posiziona nell’utero in maniera da impedire la risalita degli spermatozoi verso le Tube di Fallopio e le ovaie. Tecnicamente è denominata dispositivo intra-uterino, in inglese Intra-Uterine device, abbreviato IUD. La spirale si usa come(...)
  • IUI
    In inglese Intra Uterine Insemination, abbreviato in IUI, è una tecnica di PMA che consiste nella introduzione di un campione di sperma, opportunamente trattato in laboratorio, nell’utero di una donna nella quale le ovaie sono state stimolate con farmaci a base di gonadotropine. La procedura(...)
  • IVM
    Procedura di PMA che consiste nel far maturare in laboratorio ovociti prelevati dai follicoli ovarici prima che abbiano completato il processo di maturazione.
  • Laringe
    Organo, parte delle vie aeree, che si trova fra la faringe e la trachea
  • Laser
    E' una sigla corrispondente alla denominazione inglese “Light Amplification by Stimulated Emission of Radiation”, traducibile in italiano in: “amplificazione della luce per mezzo dell’emissione stimolata di radiazioni”. È uno strumento che emette radiazioni elettromagnetiche molto potenti e(...)
  • Lavaggio degli spermatozoi
    Procedura utilizzata per la selezione degli spermatozoi da usare nelle tecniche di PMA.
  • Leptina
    ormone prodotto dal tessuto adiposo bianco in quantità proporzionale alla presenza di tale tessuto nell’organismo, quindi nei soggetti con tanto tessuto adiposo se ne produce tanto. Inizialmente, gli è stato attribuito il solo effetto di contribuire a regolare l’assunzione di cibo e il(...)
  • Leucemia
    Tumore delle cellule del sangue.
  • Leucopenia
    Riduzione di numero dei globuli bianchi.
  • Levotiroxina
    è l’analogo sintetico dell’ormone tiroideo T4. Si tratta, infatti di una molecola simile a quella dell’ormone secreto dalla tiroide, ma prodotta come farmaco. In termini chimici, la levotiroxina si definisce isomero levogiro della T4.
  • LH
    ormone luteinizzante, prodotto dall’adenoipofisi. In inglese Luteinizing Hormone (LH), contribuisce anch’esso a regolare le funzioni dei testicoli. In particolare, nelle donne, un suo repentino aumento determina l’ovulazione e la formazione del corpo luteo e negli uomini stimola la produzione(...)
  • LHRH
    dall’inglese Luteinizing Hormone Releasing Hormone, traducibile in ormone stimolante il rilascio dell’ormone luteinizzante (LH). L’LHRH stimola la produzione di LH da parte dell’adenoipofisi.
  • Linee Guida
    pubblicazioni o documenti che contengono un insieme di raccomandazioni, basate sulle evidenze raccolte nelle ricerche e sulla esperienza degli specialisti che li scrivono, che hanno lo scopo di migliorare la gestione di una malattia.
  • Lipidi
    ne esistono tanti tipi: acidi grassi, grassi neutri o trigliceridi, fosfolipidi o fosfatidi, steroidi e altri ancora. Sono lipidi i grassi contenuti nei cibi e anche quelli utilizzati dall’organismo come substrati di energia o come componenti delle sue strutture.
  • Lipodistrofia
    Malattia rara caratterizzata da un’anomala e irregolare distribuzione del tessuto adiposo e negli strati sottostanti la pelle o anche intorno agli organi interni.
  • Lipolisi
    divisione dei trigliceridi nelle loro componenti.
  • Lipoproteine
    sono “contenitori” che servono a facilitare il trasporto dei grassi nel sangue e negli altri tessuti dell’organismo. Sono costituite principalmente da proteine e grassi e se ne distinguono alcuni tipi principali: LDL, dall’inglese Low Density Lipoprotein (in italiano lipoproteine a bassa(...)
  • Liposolubile
    Si definisce così una molecola o una sostanza che si scioglie facilmente nei grassi.
  • Liquido amniotico
    Liquido nel quale è immerso il feto.
  • Lobo intermedio dell’ipofisi
    parte dell’organo posta fra adenoipofisi e neuroipofisi.
  • Loci
    Plurale locus, sono le posizioni che i geni occupano nell’ambito del cromosoma.
  • Malaria
    Malattia provocata da un’infezione indotta da un microrganismo del genere plasmodio.
  • Malattia autoimmunitaria
    Malattia provocata da meccanismi di autoimmunità
  • Malattia celiaca
    è una patologia, che si sviluppa a carico dell’intestino, con meccanismi di autoimmunità, in bambini e in adulti che presentano una reattività anomala del sistema immunitario nei confronti di componenti del glutine. Il glutine è una proteina presente nel grano e in molti altri cereali, in(...)
  • Malattia da reflusso gastro-esofageo
    Condizione provocata dal passaggio eccessivo del contenuto dello stomaco verso l’esofago e la faringe. Può non comportare danni rilevanti a carico dell’esofago, ma si manifesta con sintomi come eruttazioni e rigurgiti.
  • Malattia di Alzheimer
    Malattia che provoca danni di vario tipo a carico del cervello, come ad esempio una riduzione di spessore del suo strato più superficiale. Fra i sintomi, ci possono essere modificazioni più o meno gravi delle funzioni mentali.
  • Malattia di Crohn
    Malattia infiammatoria cronica dell’intestino. Si localizza prevalentemente all’ultimo tratto dell’intestino tenue, ma può svilupparsi anche nel colon, nel qual caso si parla di Crohn colite
  • Malattia di Cushing
    Patologia caratterizzata dall’eccessiva concentrazione di ACTH nel sangue. Vedere anche: Sindrome di Cushing
  • Malattia di Graves o di Basedow
    la patologia della tiroide che è più spesso causa di ipertiroidismo. Una vera e propria causa della malattia di Graves non è stata individuata, ma si sa che il meccanismo attraverso cui si sviluppa è autoimmune.
  • Malattia infiammatoria pelvica
    E' una malattia caratterizzata da infiammazione di endometrio, tube di Falloppio, ovaie o peritoneo, che consegue a un’infezione da parte di microorganismi, spesso trasmessi con i rapporti sessuali.
  • Malattia peptica
    Definizione che comprende varie malattie che si possono sviluppare in esofago, stomaco e duodeno. Si chiamano così perché, a determinare i danni che esse provocano, contribuisce la pepsina.
  • Malattie Infiammatorie Croniche dell’Intestino
    Si indicano con questa definizione colite ulcerosa e malattia di Crohn.
  • Mammelle
    Strutture anatomiche che contengono ghiandole esocrine che producono il latte.
  • Manometria
    Esame che misura le pressioni sviluppate, nella cavità di organi come tratti dell’intestino o delle vie urinarie, dalla contrazione delle loro pareti.
  • Marcatore
    Parametro o variabile caratteristico di una malattia o del rischio di svilupparla.
  • Massa grassa
    la massa grassa dell’organismo equivale, in gran parte, al suo contenuto di tessuto adiposo.
  • Massa magra
    la massa magra dell’organismo corrisponde all’insieme di tutti i suoi tessuti, con esclusione del tessuto adiposo.
  • Maternità sostitutiva
    Consiste in una procedura della Procreazione Medicalmente Assistita una donna esterna alla coppia infertile accoglie nel proprio utero un ovocita fecondato con uno spermatozoo della femmina e del maschio di una coppia infertile. In questo caso, la madre “sostitutiva” si definisce madre(...)
  • Maturazione in vitro
    Procedura di PMA che consiste nel far maturare in laboratorio ovociti prelevati dai follicoli ovarici prima che abbiano completato il processo di maturazione.
  • MCA
    Abbreviato MCA, corrisponde all’espressione inglese Complementary and Alternative Medicines (CAM). Con tale termine si intende un insieme molto ampio e vario di approcci mirati a prevenire, diagnosticare o curare malattie. Questi approcci possono essere o meno accettati come integrazione della(...)
  • Media Sociali
    in inglese social media, sono mezzi di comunicazione o tecnologie o strumenti d’informazione che creano comunità di soggetti che si scambiano e condividono sulla rete testi, suoni, fotografie, filmati e altri contenuti. Rispetto ai mezzi di comunicazione tradizionali, come la televisione,(...)
  • Mediastino
    Dell’organismo situata in mezzo al torace, in mezzo ai due polmoni, dal quale è separato da guaine.  Nel mediastino si trovano trachea, bronchi, esofago, timo, vasi sanguigni, nervi e linfonodi
  • Medicina complementare e alternativa
    Abbreviato MCA, corrisponde all’espressione inglese Complementary and Alternative Medicines (CAM). Con tale termine si intende un insieme molto ampio e vario di approcci mirati a prevenire, diagnosticare o curare malattie. Questi approcci possono essere o meno accettati come integrazione della(...)
  • Medulloblastoma
    Tumore del sistema nervoso centrale.
  • Meiosi
    meccanismo di replicazione delle cellule .
  • Menarca
    si definisce così la prima mestruazione che corrisponde all’inizio dell’attività dell’ovaio e della vita riproduttiva della donna; l’età media di comparsa del menarca è tra i 10 e i 15 anni.
  • Menopausa
    fase della vita della donna nella quale cessano le mestruazioni perché finisce l’attività dell’ovaio, caratteristica della vita riproduttiva.
  • MESA
    In inglese “Microsurgical Epididymal Sperm Aspiration”, abbreviato in MESA. É un intervento di microchirurgia che permette di raccogliere gli spermatozoi dall’epididimo, in casi di infertilità maschile.
  • Mestruazione
    periodica fuoriuscita di liquido, di aspetto simile a sangue, dalla vagina. E’ definito anche flusso mestruale. Avviene quando manca l’impianto nella cavità uterina dello zigote.
  • Metabolismo
    Processo o insieme di processi mediante i quali vengono mantenute le strutture e le funzioni dell’organismo. Lo stesso termine si può utilizzare per indicare fenomeni che avvengono in una singola cellula.
  • Metabolismo energetico
    Insieme di tutti i meccanismi e processi che gestiscono l’energia in una singola cellula o nell’intero organismo.
  • Metabolita
    Molecola prodotta da un processo di metabolizzazione.
  • Metabolizzato
    Si dice di una sostanza o di una molecola sottoposta a metabolismo
  • Metabolizzazione
    Meccanismo attraverso il quale una molecola viene modificata o distrutta. Tale processo può servire a rendere attive molecole che non lo sono, o viceversa, a cambiarne l’effetto o a eliminarle dall’organismo. La metabolizzazione spesso avviene per effetto di enzimi.
  • Metafisi
    Porzione delle ossa lunghe posta alle estremità della diafisi, fra questa e le due epifisi.
  • Metanalisi
    sono elaborazioni statistiche eseguite combinando le casistiche di studi diversi, ma simili per il modo in cui sono stati sviluppati. Il loro vantaggio è quello di produrre risultati riferiti a popolazioni più ampie di quelle dei singoli studi e quindi potenzialmente più attendibili.
  • Metanalisi a rete
    Si tratta di un metodo statistico che permette di esprimere una differenza di efficacia, o di sicurezza, anche fra terapie che non sono mai state poste a confronto diretto in uno stesso studio
  • Metilprendisolone
    Un farmaco della classe dei corticosteroidi che si usa anche nella cura delle recidive della sclerosi multipla.
  • Microchirurgia
    E' un tipo di chirurgia che si esegue con strumenti che amplificano molto la visione di organi e tessuti sui quali si opera, permettendo di intervenire su delicate strutture anatomiche come testicolo, occhio, piccoli vasi, nervi, ecc.
  • Microchirurgico
    Si definisce così un intervento di microchirurgia.
  • Microcircolo
    la rete di piccolissimi vasi sanguigni che assicurano l’arrivo di sostanze nutritive e ossigeno ai tessuti e la rimozione dagli stessi di anidride carbonica e sostanze da eliminare.
  • Micronutrienti
    sono tutti quegli elementi dell’alimentazione, come vitamine e minerali, che devono essere introdotti, magari anche in piccole quantità, per un buon funzionamento dell’organismo.
  • Midollo osseo
    Uno dei tessuti nei quali si producono le cellule del sistema immunitario, a partire da cellule progenitrici (cellule staminali) e non differenziate, che evolvono differenziandosi e specializzandosi. Il midollo nel quale avvengono questi processi si trova all’interno di ossa definite(...)
  • Minzione
    Atto di evacuare l’urina.
  • Miometrio
    strato intermedio della parete dell’utero, costituito prevalentemente da tessuto muscolare.
  • Mitocondrio
    Struttura presente dentro la cellula che è coinvolto in varie funzioni, dalla produzione di energia all’eliminazione delle molecole dannose
  • Mitosi
    meccanismo di replicazione cellulare delle cellule diploidi (inserire link con paragrafo ovocita).
  • Mixedema
    Sintomo degli stadi avanzati di ipotiroidismo, e in alcune forme di ipertiroidismo. Consiste in aree gonfie e dure al tatto rilevabili in alcune zone del corpo, come parte superiore delle mani e dei piedi. Si deve all’accumulo nei tessuti di molecole definite mucopolisaccaridi
  • Monitoraggio
    L’atto del monitorare.
  • Monitorare
    Vuol dire controllare e seguire nel tempo qualcosa. Si può monitorare l’evoluzione di una malattia, l’efficacia di una cura, ecc.
  • Monoiodotirosina
    molecola che deriva dall’unione di una molecola di tirosina e una di iodio ed è utilizzata per la produzione di tiroxina e triiodioglobulina.
  • Morbo di Addison
    Malattia cronica caratterizzata da ridotta secrezione di cortisolo da parte delle ghiandole surrenali. È caratterizzato un colorito scuro della pelle e delle mucose e da astenia, dimagrimento, disturbi a carico dell’apparato gastrointestinale e del metabolismo degli zuccheri e dei sali
  • Morula
    Struttura che deriva dallo zigote e evolve nella blastocisti. È formata da 16 cellule e, dopo una fecondazione naturale, la sua evoluzione in blastocisti avviene a partire dal passaggio dalle tube di Fallopio alla cavità dell’utero.
  • MSH
    ormoni melanotropi prodotti dal lobo intermedio dell’ipofisi. In inglese Melanocyte Stimulating Hormones (MSH) e altre proteine che possono agire come mediatori. Gli MSH stimolano la produzione di melanina, la sostanza dalla quale dipende l’intensità della colorazione della pelle, da parte di(...)
  • MSHRH
    dall’inglese Melanocyte Stimulating Hormone Releasing Hormonel, traducibile in ormone stimolante la produzione di ormoni melanotropi (MSH). Il MSHRH stimola il rilascio di MSH da parte del lobo intermedio dell’ipofisi.
  • Muco
    Materiale prodotto da cellule, definite mucipare, presenti in numerosi tessuti, in particolare nelle mucose. Le mucose sono i tessuti che tappezzano varie cavità dell’organismo, dalla bocca, ai bronchi, dallo stomaco alla vagina. E’ formato da molecole di vario tipo e può contenere batteri,(...)
  • Mucopolisaccaridi
    molecole a componente glucidica (zuccherina) che nel mixedema si depositano in grande quantità nei tessuti.
  • Multidisciplinare
    Si definisce così la gestione, di un programma di diagnosi o di cura, che preveda il coinvolgimento di diversi professionisti e specialisti di varie branche della medicina.
  • Muscolo
    Organo che si può contrarre quando stimolato adeguatamente.
  • Muscolo scheletrico
    Muscolo che ha rapporti con lo scheletro e contribuisce al suo funzionamento.
  • Nascita pre-termine
    Si definisce così la nascita di un bambino prima della settimana prevista in base alla data del concepimento
  • Neuroipofisi
    parte o lobo posteriore dell’ipofisi, costituita da fibre nervose che derivano dai neuroni dell’ipotalamo. Secerne vasopressina o ossitocina.
  • Neurone
    la cellula principale del tessuto nervoso.
  • Nodulo
    anomalia della forma della tiroide che consiste in un aumento della massa della tiroide localizzato a uno o più punti. In questo secondo caso si parla di noduli multipli. Se i noduli sono molto numerosi si può trattare di un gozzo multinodulare. I noduli possono essere benigni, ma anche(...)
  • Nodulo caldo (della tiroide)
    E' definito così un nodulo che produce ormoni tiroidei in eccesso e che quindi può contribuire a determinare un ipertiroidismo.
  • Nodulo freddo (della tiroide)
    E' definito così un nodulo che non produce ormoni tiroidei in eccesso.
  • Normopeso
    condizione che corrisponde a un valore di Indice di Massa Corporea compreso fra 20 e 24.9 kg/m2.
  • Nucleo cellulare
    Struttura della cellula, delimitata da una membrana, che contiene i cromosomi, costituiti di DNA
  • Nutrizione assistita
    Termine con il quale si indicano forme di nutrizione che permettono di integrare o di sostituire l’alimentazione normale. Per la nutrizione assistita si usano prodotti specifici da somministrare attraverso sonde poste nell’intestino (alimentazione enterale) o nei vasi sanguigni (alimentazione(...)
  • Obesità
    Condizione che corrisponde a un valore di Indice di Massa Corporea uguale o superiore a 30 kg/m2.
  • Obesità a mela
    definizione equivalente a quella di obesità centrale.
  • Obesità a pera
    definizione equivalente a quella di obesità gluteofemorale.
  • Obesità addominale
    forma di obesità con localizzazione prevalente nell’addome (nella pancia).
  • Obesità centrale
    forma di obesità con localizzazione prevalente all’addome e al busto.
  • Obesità gluteofemorale
    forma di obesità con localizzazione prevalente ai fianchi e alle cosce.
  • Obesità primaria
    quella senza una singola causa ben identificabile, ma conseguente all’interazione di diversi fattori.
  • Obesità secondaria
    quella provocata da un’altra malattia o da una singola causa ben identificabile.
  • Oftalmopatia tiroidea
    Alterazione a carico degli occhi che si può verificare come effetto di una malattia di Grave. Si manifesta comunemente come una sporgenza anomala degli occhi ed è comunemente chiamata esoftalmo.
  • Oligomenorrea
    Si parla di oligomenorrea quando la durata del ciclo mestruale è più lunga del normale.
  • Oligospermia
    Condizione caratterizzata da una concentrazione di spermatozoi inferiore a 20 x 106 spermatozoi per millilitro di sperma eiaculato o un numero totale di spermatozoi minore di 40 x 106 nel volume totale di sperma eiaculato.
  • Omega-3
    sono acidi grassi, quindi rientrano nella categoria dei grassi o lipidi, abbondanti soprattutto dei cibi di origine “marina”, come alcuni pesci. Agli omega-3 sono attribuiti effetti positivi sul metabolismo dei grassi e degli zuccheri, sulla coagulazione del sangue e sui processi(...)
  • Oppioidi
    classe di farmaci alla quale appartengono molecole che hanno caratteristiche chimiche simili a quelle dei derivati dell’oppio, anche se i loro effetti sono diversi e dei derivati dell’oppio non hanno i gravi effetti indesiderati.
  • Organo adiposo
    si definisce così l’insieme di tutte le parti di tessuto adiposo dell’organismo.
  • Organo parenchimale
    Si definisce così un organo costituito da un tessuto compatto. Un esempio di organo parenchimale è il fegato.
  • Ormone
    molecola che, prodotta da una cellula, da un tessuto o da un organo, sviluppa effetti su organi, tessuti e cellule. Gli ormoni si definiscono endocrini se sono liberati nel sangue e sviluppano i loro effetti a distanza dal luogo di produzione, paracrini se vengono rilasciati nel tessuto dove(...)
  • Ormone Antimulleriano
    in inglese Anti-Müllerian Hormone (AMH) è un ormone prodotto dall’ovaio che è coinvolto nella regolazione della crescita e dello sviluppo dei follicoli. Le sue concentrazioni nel sangue sono considerate indice di riserva ovarica.
  • Ormone corticostimolante
    Ormone corticostimolante, prodotto dall’adenoipofisi. In inglese Adrenocorticotropic Hormone (ACTH), regola la funzione delle ghiandole surrenali e, in particolare, la secrezione di ormoni come il cortisolo.
  • Ormone della crescita
    Ormone della crescita, prodotto dall’adenoipofisi. In inglese Growth Hormone (GH), stimola la crescita dei tessuti dell’organismo. Indispensabile per il conseguimento di un normale accrescimento nelle prime fasi della vita, in seguito è cruciale per il mantenimento di organi e tessuti. Agisce(...)
  • Ormone della Crescita Ricombinante
    Ormone della crescita, ottenuto con la tecnica del DNA ricombinante, usato come farmaco in varie malattie
  • Ormone follicolo stimolante
    ormone follicolo stimolante, prodotto dall’adenoipofisi. In inglese Follicle Stimulating Hormone (FSH), contribuisce a regolare le funzioni dell’ovaio, nel quale stimola lo sviluppo dei follicoli, e dei testicoli.
  • Ormone luteinizzante
    ormone luteinizzante, prodotto dall’adenoipofisi. In inglese Luteinizing Hormone (LH), contribuisce anch’esso a regolare le funzioni dei testicoli. In particolare, nelle donne, un suo repentino aumento determina l’ovulazione e la formazione del corpo luteo e negli uomini stimola la produzione(...)
  • Ormone rilasciante gonadotropine
    E' l’ormone prodotto dall’ipotalamo che stimola la liberazione di gonadotropine da parte dell’ipofisi.
  • Ormone tireostimolante
    ormone tireostimolante, prodotto dall’adenoipofisi. In inglese Thyroid Stimulating Hormone (TSH), stimola la produzione e la liberazione degli ormoni della tiroide T3 e T4.
  • Ormoni bioidentici
    Sono definiti così ormoni che sono estratti da piante e da “fonti” di origine animale. Per il fatto di essere estratti da tali fonti e per le loro caratteristiche chimiche, simili a quelle degli ormoni secreti dall’organismo, vengono ritenuti più “naturali” di quelli sintetizzati in(...)
  • Ormoni ipofisari
    tutti gli ormoni prodotti dall’ipofisi.
  • Ormoni melanotropi
    ormoni melanotropi prodotti dal lobo intermedio dell’ipofisi. In inglese Melanocyte Stimulating Hormones (MSH) e altre proteine che possono agire come mediatori. Gli MSH stimolano la produzione di melanina, la sostanza dalla quale dipende l’intensità della colorazione della pelle, da parte di(...)
  • Ormoni tiroidei
    Tiroxina e triodiotironina.
  • Ossa lunghe
    Sono denominate così alcune ossa dell’organismo, come quelle delle braccia e delle gambe.
  • Ossitocina
    ormone secreto dalla neuroipofisi. Sviluppa i suoi effetti sulla ghiandola mammaria e sull’utero, del quale in particolare regola le contrazioni in occasione del parto.
  • Osteoporosi
    Alterazione della struttura dell’osso caratterizzata da una perdita complessiva della sua consistenza e resistenza. Queste modificazioni aumentano il rischio di fratture.
  • Ovaie
    organi pari, simmetrici posti nella parte bassa dell’addome che contengono gli ovociti e i follicoli ovarici
  • Ovocita
    cellula prodotta dall’apparato riproduttivo femminile, fecondabile dallo spermatozoo.
  • Ovocita primario
    ovocita che si forma durante la vita fetale dell’individuo e poi, alla pubertà, evolve in ovocita secondario.
  • Ovocita secondario
    forma in cui evolve l’ovocita primario al momento della fecondazione.
  • Ovotide
    Si definisce così l’ovocita maturo, che risulta dalla seconda meiosi che l’ovocita secondario completa al momento della fecondazione.
  • Ovulazione
    meccanismo di rilascio dell’ovocita dall’ovaio.
  • Palpazione
    Manovra eseguita dal medico durante l’esame obiettivo del malato che serve a rilevare alterazioni della forma o della consistenza degli organi interni. Importante è la palpazione del collo per l’individuazione di noduli e altre anomalie della tiroide.
  • Palpitazioni
    Chiamato in passato cardiopalma, è un sintomo che consiste nella percezione del battito del cuore, di solito con una frequenza accelerata. Non è provocato solo da malattie. Anche le forti emozioni possono dare palpitazioni.
  • Pancreas
    Organo situato nell’addome che è costituto da due parti, una produce enzimi che servono a digerire le componenti degli alimenti, l’altra secerne insulina e glucagone, i principali ormoni che regolano il metabolismo degli zuccheri. Nel pancreas sono presenti anche le Isole del Langherans.
  • Pancreatite
    Infiammazione del pancreas.
  • PANDAS
    Acronimo di Pediatric Autoimmune Neuropsychiatric Disorder Associated with A Streptococci, traducibile in italiano con Disordine Autoimmune Pediatrico Associato allo Streptococco A. La PANDAS è una malattia rara che si sviluppa perché la reazione del sistema immunitario nei confronti dello(...)
  • Paracrina
    Si definisce così una sostanza secreta per influenzare il funzionamento delle cellule vicine. Con lo stesso termine si può definire una cellula che produce ormoni o altre molecole a effetto paracrino.
  • Paracrino
    Termine che indica un ormone liberato nello stesso tessuto nel quale sono localizzate le cellule che le secernono. Gli ormoni paracrini spesso servono per scambi di messaggi fra le cellule.
  • Parafollicolari (cellule)
    sono cellule localizzate nella tiroide, fuori dai follicoli, che producono la calcitonina.
  • Paratiroidi
    quattro ghiandole addossate ai due lobi della tiroide, due in alto (superiori) e due in basso (inferiori). Producono il paratormone, uno degli ormoni che regolano il metabolismo del calcio nell’organismo.
  • Paratormone
    ormone prodotto dalle paratiroidi, che favorisce il riassorbimento del calcio dalle ossa e il mantenimento di una corretta concentrazione di questo elemento all’interno e all’esterno delle cellule.
  • Parto
    Espulsione del feto e degli organi a esso correlati, per esempio della placenta, dagli organi genitali della madre
  • Parto cesareo
    Parto che avviene estraendo il bambino da un taglio, chiamato anch’esso cesareo, praticato nelle pareti dell’addome e dell’utero. Si ricorre a questo parto quando si ritiene quello naturale rischioso per il figlio o per la madre.
  • PCOS
    In inglese Policystic Ovary Syndrome (PCOS). Fra le caratteristiche che identificano la PCOS ci sono la formazione di cisti, cioè di cavità ripiene di liquido, nell’ovaio, l'aumentata produzione di testosterone e l’irregolarità dell’ovulazione. Alla PCOS possono associarsi infertilità, eccesso(...)
  • PCR
    E' una variabile di laboratorio che, se anormale, indica la presenza nell’organismo di una infiammazione.
  • Pediatria
    Branca della medicina che si occupa di bambini e adolescenti, quindi individui di età compresa fra 0 e 18 anni.
  • Pediatrico
    Relativo alla pediatra.
  • Pene
    Organo che fa parte, sia dell’apparato genitale, che di quello urinario. È costituito da cavità che riempiono di sangue, determinando l’erezione. Nel pene si trova anche il tratto finale dell’uretra, dal quale passa lo sperma quando c’è l’eiaculazione e anche l’urina.
  • Pepsina
    Enzima prodotto dallo stomaco per metabolizzare e digerire le proteine.
  • Pepsinogeno
    Molecola dalla quale deriva la pepsina
  • Peritoneo
    E' la membrana che avvolge tutti gli organi contenuti nella cavità dell’addome e le pareti della cavità stessa
  • Perossidasi
    enzima che permette di trasformare lo iodio nella sua forma attiva.
  • PESA
    In inglese “Percutaneous Epididymal Sperm Aspiration”, abbreviato in PESA. Metodica che consiste nell’aspirazione, mediante un ago, degli spermatozoi dall’epididimo, in casi di infertilità maschile.
  • PET
    Esame strumentale che, somministrando isotopi radioattivi e usando particolari dispositivi di rilevazione, permette di creare immagini in tre dimensioni di parti dell’organismo e anche di valutare attività del metabolismo in tali aree.
  • Picco
    Si definisce così una fase in cui la produzione o la secrezione di un ormone aumenta molto per un breve periodo, per poi ritornare ai livelli precedenti.
  • Piccolo per età gestazionale
    si definisce così un neonato che, alla nascita, ha dimensioni inferiori a quelle attese sulla base della durata della gravidanza, o gestazione. Nei testi medico-scientifici questa condizione è spasso definita con l’acronimo inglese SGA, che sta per Short for Gestational Age, cioè, appunto,(...)
  • PIF
    dall’inglese Prolactin Inhibitory Factor, traducibile in ormone che inibisce il rilascio di prolattina (PRL). Il PIF riduce il rilascio di PRL da parte dell’adenoipofisi.
  • Piloro
    Area di passaggio fra stomaco e duodeno.
  • PKU
    è una malattia rara, denominata anche fenilchetonuria (in inglese phenylketonuria abbreviato PKU), ma è anche la più frequente malattia metabolica congenita dovuta ad alterazioni dei geni. Tali alterazioni riducono o annullano la produzione e l’attività di un enzima denominato fenilalanina(...)
  • Placebo
    Si definisce così un prodotto che simula nella forma e nell’aspetto un farmaco attivo, ma che invece non ha alcun effetto diretto sull’organismo. A volte il placebo può avere però un effetto indiretto dovuto a meccanismi psicologici di chi lo assume e lo crede efficace.
  • Placenta
    organo che collega il feto alla parete dell’utero, mettendo in rapporto i vasi sanguigni della madre con quelli del feto.
  • Pliche
    "Rughe” formate dalla tonaca mucosa dello stomaco, che si distendono quando lo stomaco si riempie
  • Pliche cutanee
    pieghe della pelle, misurate in determinate parti del corpo, per valutare il contenuto di grasso degli strati ad essa sottostanti.
  • Plicometria
    procedura che consiste nella misurazione di una serie di pliche cutanee finalizzata a valutare la composizione corporea in termini di massa magra e massa grassa
  • Plicometro
    strumento usato per la plicometria
  • PMA
    Termine che indica l’insieme delle tecniche utilizzate per ottenere il concepimento in coppie nelle quali il maschio e/o la femmina hanno problemi di fertilità.
  • Polimorfismo
    Si definisce così l’alterazione di un gene che può andare dalla sostituzione di alcune sue componenti alla mancanza di un tratto più o meno esteso della molecola del gene. Il polimorfismo del gene si può ripercuotere sulla struttura o sul funzionamento della molecola che viene prodotta sulla(...)
  • Polmoni
    Organi posti nel torace che permettono la respirazione, che ha l’obiettivo di arricchire di ossigeno il sangue e di smaltirne l’anidride carbonica.
  • Post-chirurgico
    Con questo termine si intende qualcosa che si presenta o si esegue dopo un intervento chirurgico.
  • Post-coital test
    In italiano esame successivo al coito. Si esegue chiedendo alla coppia di avere un rapporto sessuale uno o due giorni prima dell’ovulazione e di recarsi presso il centro, il giorno successivo al rapporto sessuale, per un’analisi del muco prelevato dal collo dell’utero.
  • Postprandiale
    dopo il pasto. La fase postprandiale del metabolismo dell’energia è quella che si sviluppa nelle ore successive a un pasto.
  • Postura
    Atteggiamento fisico di una persona, determinato dall’insieme della funzione di gruppi di muscoli, che permettono di contrastare la forza di gravità gravità.
  • Pratica clinica
    Termine che indica l’attività medica normale e quotidiana, che si differenzia, in particolare, dalla ricerca.
  • Pre-diabete
    Si definisce in una condizione di pre-diabete un soggetto che, nel corso di una curva da carico di glucosio, a due dalla somministrazione del glucosio ha una glicemia che supera i 140 mg/dl. In questo caso di parla anche di un’intolleranza al carico di glucosio. Si parla di pre-diabete anche(...)
  • Predisposizione
    Tendenza che un individuo o una popolazione possono avere a sviluppare una malattia o un sintomo o anche a non svilupparli o a guarirne. La predisposizione può essere dovuta a geni o a fattore relativi all’ambiente.
  • Prenatale
    Termine che si riferisce a eventi, procedure e interventi eseguiti sul feto, durante la gravidanza.
  • Preservazione della fertilità
    Con questo termine si indicano tecniche che permettono di prelevare e conservare ovociti, porzioni di ovaie o spermatozoi di persone nelle quali si prevede una riduzione o una perdita della fertilità a causa di cure potenzialmente tossiche o anche solo di un ritardo nella ricerca della procreazione.
  • Prevalenza
    Si definisce così la frequenza con la quale una malattia o un evento si manifestano in una popolazione
  • PRH
    dall’inglese Prolactin Releasing Hormone, traducibile in ormone stimolante il rilascio di prolattina (PRL). Il PRH stimola il rilascio di PRL da parte dell’adenoipofisi.
  • Priapismo
    Erezione dolorosa del pene, più protratta del normale, non accompagnata da eccitamento sessuale e non seguita da eiaculazione.
  • Priming
    E' un termine inglese che alla lettera significa “innesco” e si usa, in alcune procedure di PMA, per indicare uno stimolo che ha lo scopo di attivare, o accelerare, un certo meccanismo.
  • PRL
    prolattina, prodotta dall’adenoipofisi. In inglese Prolactin (PRL), regola la funzione delle ghiandole delle mammelle, ma entra nella modulazione di molte altre funzioni dell’organismo.
  • Procedure regolatorie
    Si definiscono così le procedure che hanno come obiettivo la registrazione delle nuove cure.
  • Procreazione
    Termine con il quale si indica il processo che va dal concepimento alla nascita della prole.
  • Procreazione medicalmente assistita
    Termine che indica l’insieme delle tecniche utilizzate per ottenere il concepimento in coppie nelle quali il maschio e/o la femmina hanno problemi di fertilità.
  • Procreazione medicalmente assistita eterologa
    Sono le procedure di procreazione medicalmente assistita che prevedono l’utilizzo di gameti provenienti da soggetti esterni alla coppia.
  • Progesterone
    ormone sessuale femminile, prodotto soprattutto dall'ovaio sotto l'effetto stimolante dell'LH, in particolare durante la fase luteinica del ciclo mestruale. Agisce sulla mucosa dell’utero, che aumenta di spessore e si trasforma in modo da poter accogliere l'uovo fecondato.
  • Prognosi
    E' il termine medico che esprime la previsione dell’evoluzione che può avere una malattia, in termini di durata e di gravità.
  • Prolattina
    prolattina, prodotta dall’adenoipofisi. In inglese Prolactin (PRL), regola la funzione delle ghiandole delle mammelle, ma entra nella modulazione di molte altre funzioni dell’organismo.
  • Prole
    Termine con il quale si definisce il frutto dei processi della riproduzione.
  • Prostata
    è una ghiandola, della dimensione di una noce, situata fra la vescica e il pene. E’ attraversata dall’uretra, un condotto attraversato sia dall’urina che arriva dalla vescica che dallo sperma prodotto dai testicoli. La prostata produce un liquido che nutre e protegge gli spermatozoi. Durante(...)
  • Proteina C reattiva
    E' una variabile di laboratorio che, se anormale, indica la presenza nell’organismo di una infiammazione.
  • Prova da sforzo
    Questo termine in medicina indica, in generale, una prova che permette di valutare la capacità, di uno o più apparati dell’organismo, di sostenere uno sforzo. In generale si usa per studiare l’efficienza dell’apparato cardiovascolare o di quello respiratorio o di ambedue gli apparati(...)
  • Pseudoipoparatiroidismo
    Condizione nella quale il paratormone è prodotto normalmente dalle paratiroidi, ma i tessuti dell’organismo non rispondono ai suoi stimoli.
  • Psicotropi
    Si definiscono così farmaci e sostanze psicotropo agiscono sulle funzioni mentali, provviste di un effetto tale da contrastare le psicosi.
  • Pubertà
    fase della vita, degli individui della specie umana, nella quale aumenta la velocità di crescita, compaiono i caratteri sessuali secondari e maturano le gonadi e le ghiandole che regolano la funzione riproduttiva.
  • Puerperio
    Questo termine indica il periodo che segue l’espulsione della placenta, al termine del parto, e dura fino al ritorno alla normalità dei genitali. La sua durata non è costante e varia a seconda dei soggetti e dell’andamento della gravidanza e del parto che lo hanno preceduto. La durata media è(...)
  • QoL
    In inglese “Quality of Life”, abbreviato QoL. Come termine medico-scientifico, la Qualità di Vita è una variabile che misura l’effetto di una malattia o di una cura o di un altro atto medico sulla qualità della sua vita di tutti i giorni che una persona percepisce. Le valutazioni più(...)
  • Qualità di Vita
    In inglese “Quality of Life”, abbreviato QoL. Come termine medico-scientifico, la Qualità di Vita è una variabile che misura l’effetto di una malattia o di una cura o di un altro atto medico sulla qualità della sua vita di tutti i giorni che una persona percepisce. Le valutazioni più(...)
  • Quantiferon
    Esame di laboratorio che fa riferimento alla liberazione di un interferone denominato interferone-gamma. Si usa per la diagnosi della tubercolosi.
  • Radicali liberi
    sono molecole che derivano da un “sovraccarico” dell’attività metabolica delle cellule o da un rimaneggiamento della loro struttura. Se si accumulano, per una carenza dei meccanismi di smaltimento, provocano infiammazione e danni a cellule e tessuti, anche peggiorando l’andamento di malattie(...)
  • Radioiodio
    O iodio radioattivo o 131I, è il tipo principale di iodio radioattivo, cioè che emette radiazioni. Data la proprietà dello iodio di concentrarsi nella tiroide, il radioiodio viene usato in vari quadri tiroidei e con diversi scopi. Infatti, le radiazioni che emette possono essere rilevate da(...)
  • Randomizzato
    Si definisce così uno studio clinico nel quale è stata applicata la randomizzazione.
  • Randomizzazione
    Sistema di assegnazione casuale di un trattamento o di un’altra procedura medica a gruppi diversi di soggetti. La randomizzazione aumenta, abitualmente, la qualità dei risultati di una ricerca clinica.
  • Rash
    Alterazione della pelle cutanea, sotto forma di macchie o di piccoli rilievi arrossati. Di solito compare rapidamente, talora improvvisamente.
  • Recessiva (trasmissione autosomica)
    caratteristica o patologia trasmessa attraverso i cromosomi non sessuali (autosomi), che si esprime solo se ne sono portatori sia il padre che la madre.
  • Recettore
    Molecola posta sulla superficie esterna (membrana) delle cellule o al loro interno. Ai recettori si legano selettivamente sostanza ormoni, mediatori e altre molecole che hanno una struttura compatibile. Il legame può dare luogo ad eventi biologici specifici all’interno della cellula. Ad(...)
  • Recidiva
    Si definisce così la nuova manifestazione di una malattia, per esempio un cancro, o di un sintomo che si erano presentati e poi erano scomparsi, guariti o rimossi con un intervento di chirurgia. Molte malattie croniche hanno un tipico andamento in cui si alternano recidive e remissioni.
  • Registrazione
    Processo che ha come obiettivo la valutazione di farmaci o di altri tipi di cura, da parte di Istituzioni preposte, e può avere come obiettivo l’autorizzazione all’uso delle cure nella pratica clinica quotidiana. Il criterio principale di valutazione riguarda il bilancio fra efficacia e(...)
  • Remissione
    Si definisce così la scomparsa di una malattia o di un sintomo. Per le malattie acute, la remissione di solito è definitiva. Per quelle croniche si può avere un tipico andamento in cui si alternano recidive e remissioni.
  • Replicazione cellulare
    meccanismo attraverso il quale una cellula si riproduce. La forma di replicazione più comune è la mitosi, che serve sia alla creazione delle strutture dell’organismo, che alla loro “manutenzione”.
  • Resistina
    Citochina che favorisce i processi infiammatori nel tessuto adiposo e riduce la sensibilità degli adipociti all’insulina.
  • Restrizione calorica
    Si definisce così una riduzione dell’introito calorico, cioè una riduzione delle calorie assunte con gli alimenti e le bevande.
  • Retina
    Sottile strato di tessuto, presente nell’occhio, che raccoglie gli stimoli luminosi e li trasmette al cervello attraverso il nervo ottico.
  • Retinoblastoma
    Tumore della retina.
  • Retinopatia diabetica
    è una complicanza del diabete che si sviluppa a carico della retina, il sottile strato di tessuto, presente nell’occhio, che raccoglie gli stimoli luminosi e li trasmette al cervello attraverso il nervo ottico. Il diabete può provocare nell’occhio, come in altri tessuti e organi, danni ai(...)
  • Retto
    Ultimo tratto dell’intestino, posto fra colon e ano
  • Ricombinante
    Si definisce così un farmaco prodotto con la tecnica del DNA ricombinante. In questa denominazione rientra un insieme di procedure di laboratorio che consentono di tagliare tratti di DNA con strumenti biologici, come gli enzimi, e di riprodurre i tratti di DNA tagliati, in quantità(...)
  • Rigetto di trapianto
    In medicina si definisce così il fenomeno per il quale un organo o delle cellule, trapiantati da un soggetto donatore a uno ricevente, vengono “rigettati” dall’organismo del ricevente, per una reazione del sistema immunitario che li riconosce come non-propri. Nelle procedure previste per i(...)
  • Rischio cardiovascolare
    Si definisce così la possibilità che in un soggetto di sviluppino alterazioni al cuore e ai vasi, che, a loro volta, possono determinare malattie acute o croniche, che alterano lo stato di salute e, in alcuni casi, provocano il decesso, com’è il caso dell’infarto del miocardio. Il diabete è(...)
  • Riserva ovarica
    per riserva ovarica s’intende il numero di ovociti presenti nell’ovaio in un dato momento della vita riproduttiva. Queste cellule sono immagazzinate nell’ovaio già alla nascita e, dalla pubertà in poi, cominciano a maturare insieme al follicolo ovarico che le contiene, per poi essere espulse(...)
  • Saliva
    Secreto delle ghiandole salivari che, nella bocca, inizia la digestione degli alimenti.
  • Salpingite
    Si definisce così una infiammazione delle salpingi, cioè delle tube di Falloppio.
  • Sarcoidosi
    Malattia che provoca un particolare tipo di infiammazione in vari tessuti.
  • Scintigrafia
    esame eseguito somministrando un prodotto che emette radiazioni. Per la scintigrafia tiroidea si somministra una molecola marcata che viene captata dalla tiroide normale. Le patologie che colpiscono l’organo possono diminuire o aumentare la captazione dell’isotopo.
  • Sclera
    Parte opaca della membrana esterna dell'occhio
  • Sclerodermia
    La sclerodermia è una malattia rara provocata da un meccanismo di autoimmunità. Il termine sclerodermia deriva da parole greche e sta a indicare un “indurimento della pelle”, perché a lungo si è ritenuto che la malattia riguardasse solo questo tessuto, mentre oggi si sa che può coinvolgere(...)
  • Scroto
    Sacca nel quale sono contenuti i testicoli.
  • Sedativo
    Si definisce così una sostanza che ha l’effetto di calmare ed eventualmente favorire l’addormentamento
  • Sedentarietà
    Insieme di comportamenti che configurano una scarsa pratica dell’attività fisica. Può essere sedentario un lavoro (di solito quello d’ufficio) o uno svago (guardare la televisione). La sedentarietà per molte persone è un fattore determinante per lo sviluppo dell’eccesso di peso.
  • Sedentario
    La persona che pratica la sedentarietà.
  • Sepsi
    Parte opaca della membrana esterna dell'occhio
  • SGA
    si definisce così un neonato che, alla nascita, ha dimensioni inferiori a quelle attese sulla base della durata della gravidanza, o gestazione. Nei testi medico-scientifici questa condizione è spasso definita con l’acronimo inglese SGA, che sta per Short for Gestational Age, cioè, appunto,(...)
  • Sindrome
    è una condizione clinica caratterizzata da un insieme di sintomi, disturbi, danni a organi o apparati, alterazioni di funzioni. Di solito, rispetto ad una singola patologia, una Sindrome comporta un quadro più complesso.
  • Sindrome da iperstimolazione ovarica
    E' una Sindrome dovuta a un’amplificazione dell’effetto dei farmaci a base di gonadotropine sulle ovaie. Può avere vari gradi di gravità e dare sintomi e segni non limitati all’apparato riproduttivo femminile. La sua frequenza è molto rara, dallo 0.6 all’1%, si può prevenire, nei soggetti a(...)
  • Sindrome dell’Ovaio Policistico
    In inglese Policystic Ovary Syndrome (PCOS). Fra le caratteristiche che identificano la PCOS ci sono la formazione di cisti, cioè di cavità ripiene di liquido, nell’ovaio, l'aumentata produzione di testosterone e l’irregolarità dell’ovulazione. Alla PCOS possono associarsi infertilità, eccesso(...)
  • Sindrome di Bloom
    Malattia ereditaria caratterizzata da bassa statura, irritazioni della pelle dovute all’esposizione al sole e un rischio di cancro molto aumentato.
  • Sindrome di Cushing
    Condizione caratterizzata da un’aumentata concentrazione di cortisolo nel sangue. La Sindrome di Cushing è endogena quando i livelli elevati di ormoni nel sangue dipendono da un’eccessiva produzione da parte delle ghiandole surrenali, è esogena se dipende dalla somministrazione di farmaci a(...)
  • Sindrome Metabolica
    E' caratterizzata da aumento del grasso viscerale, alterazioni del metabolismo degli zuccheri e dei grassi e aumento della pressione sanguigna (ipertensione). In particolare riguardo al metabolismo glucidico, compare insulino-resistenza, vale a dire una ridotta sensibilità dei tessuti(...)
  • Sinergia
    Azione combinata di due o più elementi, diretta al raggiungimento di uno stesso obiettivo o risultato, che comporta un’efficacia maggiore di quella raggiunta da ciascuno degli elementi stessi separatamente.
  • Sintomo
    In medicina si definisce così la manifestazione di una malattia che può essere percepita solo da chi ha la malattia stessa o che può essere anche rilevata da altri. Nel primo caso il sintomi si definisce come obiettivo, nel secondo come soggettivo. Il dolore è un classico sintomo, soggettivo,(...)
  • Sistema immunitario
    Insieme di cellule, tessuti e organi che regolano i contatti dell’organismo con l’ambiente e lo difendono dagli attacchi
  • Sistema urinario
    Insieme di organi che servono alla produzione e alla evacuazione delle urine. Ne fanno parte: reni, ureteri, vescica e uretra.
  • Smartphone
    In italiano “telefono intelligente”, è un telefono mobile che può svolgere funzioni accessorie complesse grazie ad applicativi o App che vi vengono installati.
  • Soluzione fisiologica
    Liquido impiegato in vari campi della medicina, prima fra tutti la reintegrazione dei liquidi in soggetti che ne hanno persi. Si usa anche per diluire farmaci da somministrare per via endovenosa o da applicare sulla pelle.
  • Somatostatina
    Ormone che esercita un effetto di inibizione su varie funzioni dell’organismo. Nello stomaco riduce la secrezione di acido cloridrico.
  • Sottopeso
    condizione che corrisponde a un valore di Indice di Massa Corporea uguale o inferiore a 20 kg/m2.
  • Sovrappeso
    condizione che corrisponde a un valore di Indice di Massa Corporea compreso fra 25 e 29.9 kg/m2.
  • Sperma
    Fluido bianco-giallastro e viscoso, contenente gli spermatozoi e sostanze utili a nutrirli. È prodotto dagli organi dell’apparato riproduttivo maschile ed è liberato con l’eiaculazione.
  • Spermatogenesi
    Processo di produzione degli spermatozoi
  • Spermatozoo
    Cellula prodotta dall’apparato riproduttivo maschile che può fecondare l’ovocita.
  • Spirale
    E' così chiamato comunemente un dispositivo che si posiziona nell’utero in maniera da impedire la risalita degli spermatozoi verso le Tube di Fallopio e le ovaie. Tecnicamente è denominata dispositivo intra-uterino, in inglese Intra-Uterine device, abbreviato IUD. La spirale si usa come(...)
  • Standardizzato
    Termine usato in ambito medico e scientifico per indicare qualcosa che è stato sviluppato, valutato e accettato come riferimento riconosciuto da una comunità di esperti riconosciuti. Si può trattare di un protocollo di diagnosi, come di un trattamento che, essendo standardizzati sono(...)
  • Statura
    Altezza del corpo umano in posizione eretta, misurata dalla pianta dei piedi fino alla parte più alta della testa.
  • Steatosi
    alterazione del tessuto del fegato che consiste nell’accumulo di grasso fra le cellule di questo organo.
  • Sterile
    Si definisce sterile una coppia nella quale uno o entrambi i coniugi sono affetti da una malattia fisica permanente che non rende possibile la procreazione. La stessa definizione si usa per il singolo soggetto che si trova in tale condizione.
  • Sterilità
    Si definisce sterile una coppia nella quale uno o entrambi i coniugi sono affetti da una malattia fisica permanente che non rende possibile la procreazione. La stessa definizione si usa per il singolo soggetto che si trova in tale condizione.
  • Steroidi
    termine abbreviato spesso usato riferendosi ai corticosterodi.
  • Stipsi
    Per stipsi si intende una frequenza di meno di tre evacuazioni alla settimana con feci dure e difficili da espellere
  • Stomaco
    Tratto del canale alimentare che ha grossolanamente la forma di una bisaccia ed è posto fra esofago e duodeno.
  • Stress
    Con il termine inglese di stress si indica un’insieme di reazioni di adattamento, del fisico e della mente, con le quali l’organismo reagisce alle sollecitazioni che riceve dall’ambiente che lo circonda. Tali sollecitazioni si definiscono eventi stressanti. Gli eventi stressanti possono essere(...)
  • Stress ossidativo
    condizione nella quale in tessuti, organi o nell’intero organismo si accumulano grandi quantità di radicali liberi. Tale condizione si manifesta quando ci sono estesi fenomeni infiammazione o importanti squilibri del metabolismo.
  • Strie rubre
    strisce rossastre che si formano sulla pelle in corrispondenza della pancia, dei fianchi, delle cosce, del seno e delle braccia. Sono caratteristiche dei soggetti con livelli elevati di cortisolo nel sangue.
  • Studio Controllato
    Questo termine, riferito a uno studio ricerca clinici indica che un certo trattamento, o un altro intervento, è stato messo a confronto con approcci paragonabili o con il placebo.
  • Studio Osservazionale
    Uno studio osservazionale consiste nella valutazione di una procedura di diagnosi o di cura applicata nella pratica clinica quotidiana.
  • Studio prospettico
    ricerca nella quale si valuta come una variabile (la gravità di una malattia, l’effetto di un farmaco ecc.) si modifica nel tempo. Si definisce anche studio longitudinale.
  • Studio randomizzato
    Si definisce così uno studio clinico nel quale è stata applicata la randomizzazione.
  • Studio retrospettivo
    ricerca nella quale, partendo da un’osservazione eseguita in un dato momento, si ricostruisce l’evoluzione di una variabile andando indietro nel tempo
  • Studio trasversale
    ricerca nella quale si valuta una popolazione in un determinato momento
  • Subacuto
    Si definisce così l’andamento nel tempo di una malattia o di un sintomo che non raggiunge un’intensità elevata, ma dura nel un periodo di tempo discretamente lungo.
  • Subclinico
    Si definisce così qualsiasi quadro patologico che non si manifesti con segni o sintomi, ma solo con alterazioni di esami di laboratorio o con evidenze raccolte con esami strumentali.
  • Subfertile
    Lo è una persona che presenta una condizione di subfertilità
  • Subfertilità
    Si definisce così la condizione di un maschio o di una femmina che non sono del tutto infertili, ma hanno problemi che ne riducono la capacità di ottenere un concepimento.
  • Substrato
    sostanza sulla quale agisce un enzima per determinare una reazione.
  • Sudorazione
    Produzione del sudore.
  • Supplementazione
    Aggiunta alla dieta di integratori alimentari come vitamine o minerali
  • Surreni
    O ghiandole surrenali sono posizionate sopra i reni, divise in una parte più esterna definita corticale e in una interna o midollare. Quest’ultima produce adrenalina e noradrenalina, mentre nella corticale si secernono ormoni con effetti su varie funzioni dell’organismo, dei quali il più noto(...)
  • T3
    Indicata con l’abbreviazione T3, è uno dei due principali ormoni prodotti dalla tiroide. Ha effetti generalmente stimolati su vari tessuti dell’organismo. Nel sangue può essere misurata la concentrazione della forma libera (FT3) o come concentrazione totale.
  • T4
    Indicata con l’abbreviazione T4, è uno dei due principali ormoni tiroidei. Ha effetti generalmente stimolanti su vari tessuti dell’organismo. Nel sangue può essere misurata la concentrazione della forma libera (FT4) o come concentrazione totale.
  • TAC a basso dosaggio
    Eì un tipo particolare di tomografia (assiale) computerizzata. È un esame radiologico che, rispetto alla TAC tradizionale, comporta la somministrazione di una dose ridotta di raggi, ma permette di individuare lesioni neoplastiche dei polmoni, anche di piccole dimensioni.
  • Talassemia
    Termine che definisce una serie di anemie a trasmissione ereditaria, tutte caratterizzate da particolari alterazioni strutturali dell’emoglobina
  • Talassodrepanocitosi
    Forma di anemia che ha le caratteristiche sia della talassemia, che della drepanocitosi.
  • TBG
    globulina legante tiroxina (in inglese Thyroxine Binding Globulin: TBG) è una delle proteine alle quali si legano gli ormoni della tiroide nel sangue
  • TBPA
    prealbumina legante tiroxina (in inglese Thyroxine Binding Pre-Albumin: TBPA) è una delle proteine alle quali si legano gli ormoni della tiroide nel sangue.
  • Teca esterna
    strato di cellule che circonda più esternamente la granulosa del follicolo ovarico.
  • Teca interna
    strato di cellule che circonda più internamente la granulosa del follicolo ovarico.
  • Tecnica di migrazione
    Procedura utilizzata per la selezione degli spermatozoi da usare nelle tecniche di PMA.
  • Tecniche di I livello
    Nei rapporti del Ministero della Salute, e nel linguaggio degli specialisti, si definiscono in questo modo le procedure di Procreazione Medicalmente Assistita (PMA) come l’inseminazione intrauterina (IUI) semplice. Essa consiste nella introduzione dello sperma nell’utero di donne sottoposte o(...)
  • Tecniche di II e III livello
    Nei rapporti del Ministero della Salute, e nel linguaggio degli specialisti, si definiscono in questo modo le procedure di Procreazione Medicalmente Assistita (PMA) come la Fertilizzazione In Vitro con Trasferimento dell’Embrione (Fertilization In Vitro Embryo Transfer: FIVET) o la Iniezione(...)
  • Tecniche di Riproduzione Assistita
    Questa definizione comprende tutte le procedure messe in atto per ottenere il concepimento nelle coppie infertili.
  • Tempesta Tiroidea
    forma particolarmente grave di tireotossicosi, con marcato aumento della concentrazione di T3 e T4 nel sangue e segni e sintomi molto intensi di ipertiroidismo.
  • Tenue
    Denominazione del tratto di intestino posto fra lo stomaco e il colon
  • Termogenesi
    processo di produzione del calore che l’organismo attiva per mantenere costante la temperatura del corpo e nelle fasi dopo i pasti. La termogenesi è un’importante causa di consumo di energia.
  • TESA
    In inglese “Testicular Sperm Aspiration”, abbreviato in TESA. Metodica che consiste nell’aspirazione, mediante un ago, degli spermatozoi dal testicolo, in casi di infertilità maschile.
  • TESE
    In inglese “Testicular Sperm Estraction”, abbreviato in TESE. Consiste nell’estrazione degli spermatozoi da strutture del testicolo, in casi di infertilità maschile. Nel caso si impieghino tecniche di microchirurgia, si abbrevia in mTESE.
  • Tessuto adiposo
    tessuto, classificabile come connettivale, nel quale si deposita la grandissima parte del grasso corporeo.
  • Tessuto adiposo bianco
    è un tipo di tessuto adiposo di colore bianco-giallastro, costituito da cellule, definite adipociti, all’interno delle quali c’è un unico contenitore sferico (definito vacuolo) simile a una grossa goccia, contenente trigliceridi.
  • Tessuto adiposo bruno
    è un tipo di tessuto adiposo costituito da cellule generalmente più piccole di quelle del tessuto adiposo bianco e, rispetto a questo, è più ricco di vasi sanguigni e di fibre nervose ed è di colore più scuro. Ne contiene quantità maggiori l’organismo del bambino, rispetto a quello(...)
  • Tessuto connettivo
    E' definito connettivo o connettivale quel tessuto, presente in tutte le parti dell’organismo, che “connette” fra loro altri tessuti o strutture. Ad esempio uno strato di tessuto connettivo è presente fra la pelle e i muscoli, oppure un’impalcatura di tessuto connettivo crea la complessa(...)
  • Tessuto osseo
    Tessuto di cui sono costituite le ossa.
  • Test del cammino dei 6 minuti
    Consiste nella misurazione della distanza che un soggetto può coprire, camminando il più velocemente possibile su una superficie piana, in sei minuti, comprese tutte le interruzioni che il soggetto ritiene necessarie.
  • Testicolo
    gonade maschile, produce gli spermatozoi e rilascia vari ormoni fra i quali il testosterone.
  • Testosterone
    ormone che regola le funzione della riproduzione e determina nel maschio lo sviluppo dei caratteri sessuali.
  • Time lapse
    Traducibile in italiano con “intervallo di tempo”, consiste in una tecnica con la quale si scattano fotografie ad intervalli di tempo anche molto brevi. Nell’ambito delle procedure di PMA, il time lapse permette di costruire filmati che sono la storia dello sviluppo di ciascun embrione,(...)
  • Timo
    E’ un organo, localizzato al centro del torace, nel quale si sviluppa un tipo di linfocita denominato linfocita T.
  • Tireoglobulina
    struttura molecolare complessa che contiene 25 molecole di tirosina.
  • Tireotossicosi
    con questo termine si indica un quadro di ipertiroidismo caratterizzato da sintomi gravi.
  • Tireotossicosi factitia
    è una forma di tireotossicosi provocata dall’assunzione di dosi troppo alte di ormoni tiroidei.
  • Tiroide
    ghiandola localizzata nella parte anteriore del collo, centralmente. I due principali ormoni prodotti dalla tiroide sono tiroxina, abbreviata in T4, e triiodotironina o T3. La tiroide può essere considerata il “prototipo” della ghiandola endocrina, in quanto è inserita in un complesso sistema(...)
  • Tiroidectomia
    asportazione della tiroide. Essa può essere rimossa in parte, tiroidectomia parziale, o completamente, tiroidectomia totale, a seconda della malattia da curate.
  • Tiroidite di de Quervain
    infiammazione della tiroide provocata da un virus che in precedenza, di solito, ha colpito le vie respiratorie superiori. In un primo tempo la tiroidite di de Quervain si associa a un’aumentata produzione di ormoni, vale a dire un ipertiroidismo e in seguito a ipotiroidismo.
  • Tiroidite di Hashimoto
    è un’infiammazione con meccanismo autoimmunitario che danneggia la tiroide e riduce la sua capacità di produrre ormoni. La tiroidite di Hashimoto è molto frequente nelle donne, in particolare fra i 40 e i 60 anni, ma di recente si osserva spesso anche in età più giovane.
  • Tiroidite post-partum
    Forma di tiroidite che si manifesta nei mesi successivi al parto con una frequenza del 5-10%. Sembra sia dovuta a una reazione autoimmunitaria nei confronti della tiroide o dei suoi ormoni che sviluppa durante la gravidanza e, per i meccanismi che comporta, è assimilata alla tiroidite di Hashimoto.
  • Tirosina
    molecola che funge da precursore per gli ormoni tiroidei.
  • Tiroxina
    Indicata con l’abbreviazione T4, è uno dei due principali ormoni tiroidei. Ha effetti generalmente stimolanti su vari tessuti dell’organismo. Nel sangue può essere misurata la concentrazione della forma libera (FT4) o come concentrazione totale.
  • Tiroxina totale
    Valore degli esami di laboratorio che indica quanta T4 c’è nel sangue, sia libero (FT4), che legato alle proteine che lo trasportano. La tiroxina è uno dei due principali ormoni prodotti dalla tiroide.
  • TNFa
    in inglese Tumor Growth Factor alfa, traducibile in Fattore di Crescita Tumorale alfa. Appartiene alla categoria delle citochine. Il TNFa in generale promuove i processi di questo tipo, ma, nel tessuto adiposo in particolare, stimola la lipolisi e inibisce la produzione lipidi.
  • Tomografia a emissione di positroni
    Esame strumentale che, somministrando isotopi radioattivi e usando particolari dispositivi di rilevazione, permette di creare immagini in tre dimensioni di parti dell’organismo e anche di valutare attività del metabolismo in tali aree.
  • Tonaca mucosa
    Strato di tessuto che tappezza la cavità di tutti i tratti del canale alimentare. Viene chiamata comunemente mucosa.
  • Tonaca muscolare
    Insieme degli strati di tessuto muscolare posti nella parete di tutti i tratti del canale alimentare.
  • Tonaca sierosa
    Membrana che ricopre la superficie esterna di tutti i tratti del canale alimentare, cioè quella rivolta verso la cavità addominale.
  • Tonaca sottomucosa
    Strato costituito da tessuto connettivo presente, nello spessore della parete di tutti i tratti del canale alimentare, subito sotto alla tonaca mucosa.
  • Trachea
    Organo cavo che mette in comunicazione i polmoni con l’ambiente esterno. A molte della trachea c’è la laringe e a valle ci sono i bronchi
  • Tracheotomia
    Incisione della trachea, nella parte anteriore del collo, che mette in comunicazione il lume dell’organo con l’esterno. Ha lo scopo di migliorare la respirazione, in presenza sia di patologie acute, che di malattie croniche che limitano la funzione respiratoria.
  • Transaminasi
    Enzimi presenti in varie cellule dell’organismo e in particolare in quelle del fegato e che si trovano in concentrazioni ridotte nel sangue. Un aumento di tale concentrazione è indicativa un danno a carico del fegato. Le due principali transaminasi valutate negli esami di laboratorio si(...)
  • Transessuale
    Si definisce così una persona che ha un disturbo dell'identità sessuale, in quanto la sessualità che percepisce non corrisponde a quella dei suoi caratteri sessuali e, per questo, si pone l'obiettivo di un cambiamento del proprio corpo con approcci medici e con interventi chirurgici.
  • Transessualità
    Termine che definisce la condizione dei transessuali.
  • Trapianto di midollo osseo
    Procedura che ha lo scopo di sostituire un midollo osseo alterato o distrutto con uno efficiente. Il midollo osseo è un tessuto, che si trova all’interno delle ossa, da cui derivano le cellule e gli altri elementi del sangue.
  • Trasferimento dell’embrione
    In inglese embryo transfer (ET) è la procedura con la quale si trasferisce l’embrione nell’utero, dopo la fertilizzazione in vitro.
  • Trauma
    Danno che un colpo improvviso e violento, ad esempio un urto, provoca all'organismo.
  • TRH
    dall’inglese Thyrotropin Releasing Hormone, traducibile in ormone stimolante il rilascio di tireotropina (TSH). Il TRH promuove la liberazione di TSH da parte dell’adenoipofisi.
  • Trigliceridi
    sono il tipo di lipidi più presente in natura e costituiscono la principale forma di riserva di energia dell’organismo. Sono estratti con la digestione e assorbiti nell’intestino, elaborati nel fegato, introdotti nel sangue e immagazzinati nel tessuto adiposo. L’organismo li utilizza per(...)
  • Triiodotironina
    Indicata con l’abbreviazione T3, è uno dei due principali ormoni prodotti dalla tiroide. Ha effetti generalmente stimolati su vari tessuti dell’organismo. Nel sangue può essere misurata la concentrazione della forma libera (FT3) o come concentrazione totale.
  • Triiodotironina totale
    Valore degli esami di laboratorio che indica quanta T3 c’è nel sangue, sia libera (FT3), che legata alle proteine che la trasportano
  • Trombofilia
    Termine che in generale indica una tendenza del sangue a formare coaguli più del normale. Esistono forme di trombofilia ereditaria, cioè trasmessa dai genitori ai figli.
  • TSH
    ormone tireostimolante, prodotto dall’adenoipofisi. In inglese Thyroid Stimulating Hormone (TSH), stimola la produzione e la liberazione degli ormoni della tiroide T3 e T4.
  • Tube di Falloppio
    Organi cavi, uniti alla parte alta della cavità dell’utero da ciascuno dei suoi lati e dotati di “frange”, denominate fimbrie, che circondano le ovaie.
  • Tubuli seminiferi
    Piccoli condotti, contenuti nei testicoli, dove si trova l’epitelio germinativo e sono prodotti gli spermatozoi.
  • UCP
    Uncoupling Protein, in italiano Proteina Disaccoppiante. Grazie a questa proteina, nel tessuto adiposo si “bruciano” gli acidi grassi per produrre calore e senza arricchire le riserve di energia della cellula
  • Ulcera peptica
    Danno a carico dello stomaco o del duodeno caratterizzato da una perdita di tessuto più o meno profonda. A seconda di dove è localizzata si definisce ulcera gastrica o ulcera duodenale.
  • Uretra
    Condotto, che esce dalla vescica e scorre lungo il pene, che serve all’evacuazione dell’urina e all’eiaculazione dello sperma.
  • Uso Compassionevole
    E' definito così l’impiego di farmaci che in un determinato Paese non sono indicati in una certa malattia o non sono in commercio. L’Uso Compassionevole prevede che il medico faccia richiesta, all’azienda che produce il farmaco, di fornirne un certo quantitativo per curare uno specifico malato(...)
  • Uso Terapeutico
    Nuova definizione dell’Uso Compassionevole
  • Utero
    E’ un organo cavo all’interno, di forma simile a una pera rovesciata, la cui parte alta è definita fondo, quella intermedia corpo e quella più bassa, che sporge nella vagina, collo o cervice uterina. Fra fondo e corpo, l’utero presenta un’apertura per lato che mette in comunicazione l’organo(...)
  • Vagina
    La vagina è l’organo che si trova fra l’utero e la vulva. Dietro alla vagina si trova l’ultimo tratto dell’intestino, denominato retto, sopra di essa ci sono vescica e uretra, che servono a trattenere ed espellere l’urina, e al suo interno sporge la cervice uterina. La parete della vagina(...)
  • Valvola ileo-cecale
    Area di passaggio fra ileo e cieco.
  • Varicocele
    Consiste in una dilatazione delle vene del testicolo, che generalmente insorge alla pubertà, ma si può presentare anche prima. La dilatazione di questi vasi, aumentando l’afflusso di sangue e il suo ristagno, alza la temperatura dei tessuti dei testicoli e questo, nel corso degli anni, può(...)
  • Vasodilatatori
    Farmaci che determinano una dilatazione dei vasi sanguigni.
  • Vasopressina
    ormone secreto dalla neuroipofisi determina una riduzione della produzione dell’urina e si definisce anche ormone antidiuretico.
  • Velocità di eritrosedimentazione
    Abbreviata in VES, è una variabile di laboratorio che, se anormale, indica la presenza nell’organismo di un’infiammazione o di un’infezione.
  • VES
    Abbreviata in VES, è una variabile di laboratorio che, se anormale, indica la presenza nell’organismo di un’infiammazione o di un’infezione.
  • Vescica
    Organo cavo delle vie urinarie che serve a contenere l’urina.
  • Vescichette seminali
    Organo dell’apparato riproduttivo maschile posto fra il dotto deferente e la prostata
  • Vie aeree
    Insieme di organi che permettono di fa arrivare l’aria ai polmoni. Si dividono in vie aeree superiori e inferiori
  • Vie biliari
    Insieme di coledoco e cistifellea, vale a dire degli organi che uniscono il fegato all’intestino e nei quali passa e viene immagazzinata la bile.
  • Vie seminali
    Insieme dei tratti dell’apparato riproduttivo maschile che vengono percorsi dallo sperma, prima di essere eiaculato
  • Vita fetale
    il periodo che va dal 3° mese di gravidanza, quando l’embrione diventa feto, al parto.
  • Vita riproduttiva
    fase della vita nella quale un individuo è fertile o fecondo, vale a dire che possiede tutte le funzioni necessarie per contribuire al concepimento della prole. Per le femmine, la vita riproduttiva va dal menarca alla menopausa. Si definisce anche periodo fertile.
  • Vitalità
    Riferita all’embrione, è la caratteristica che permette di prevedere maggiori probabilità di impianto nell’utero e si valuta in base al modo in cui avviene la replicazione delle cellule che costituiscono l’embrione.
  • Vitamina D
    Sostanza prodotta nella pelle e introdotta con gli alimenti che gioca ruoli importanti in molte funzioni dell’organismo, dal metabolismo dell’osso alle risposte del sistema immunitario.
  • Vulva
    E' la parte più esterna dell’apparato genitale femminile e in essa si continua la vagina
  • Zigote
    cellula che si ottiene dalla fecondazione dell’ovocita da parte dello spermatozoo.

CONTATTA L'ESPERTO

Ricevi le risposte ai tuoi quesiti

Fai una domanda

CONTENUTI CORRELATI