MENU SEZIONE

Sintomi e diagnosi del diabete di tipo 2

L’insulino-resistenza e il diabete di tipo 2 possono svilupparsi senza dare, per molti anni, segni o sintomi che ne rivelino l’esistenza. In alternativa, si  manifesta in maniera non specifica, tanto da non suscitare l’attenzione di chi ne è affetto e dei medici. Fra i sintomi più frequenti ci sono:

  • sensazione di stanchezza ingiustificata
  • urinare spesso
  • sete molto intensa
  • riduzione del peso non giustificata
  • vista offuscata
  • lenta o mancata guarigione delle ferite

Più raro che in passato è l’esordio della malattia con un quadro di grave iperglicemia, cioè di livelli molto alti di glucosio nel sangue. Individuare precocemente il diabete di tipo 2 è importante per intervenire tempestivamente con cambiamenti delle abitudini di vita, correzione dei fattori di rischio modificabili, come l’eccesso di peso, ed eventualmente con le cure. Per questo sarebbe opportuno che le persone che hanno fattori di rischio per il diabete di tipo 2 controllassero periodicamente la glicemia, anche in assenza di sintomi. Infatti, la misurazione della glicemia e la raccolta di una dettagliata della storia medica del soggetto e della sua famiglia sono la base della diagnosi del diabete di tipo 2. Il dosaggio dell’emoglobina glicata è un altro esame di laboratorio utile a confermare la presenza del diabete di tipo 2, oltre che a verificare nel tempo l’adeguatezza delle cure. Nel caso si sospetti la presenza di malattie associate, si procederà a eventuali ulteriori indagini di laboratorio e strumentali.

COMPILA IL QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE!
Vuoi sapere se sei soggetto a fattori di rischio o hai sintomi di disfunzioni tiroidee? Scoprilo qui!

fondazioneserono.org/questionari/

Vedere anche in Diabete di tipo 2

Altre informazioni

CONTATTA L'ESPERTO

Ricevi le risposte ai tuoi quesiti

Fai una domanda

CONTENUTI CORRELATI