MENU SEZIONE

La carenza di ormone della crescita in età adulta

Anche se la crescita in altezza dell’individuo termina intorno ai 18 anni, non perde di importanza la secrezione di ormone della crescita, in quanto esso è indispensabile per il buon funzionamento di molti meccanismi metabolici e per il mantenimento dell’equilibrio psicologico. Una diminuzione della produzione di GH può essere normale in età adulta, ma alcune persone mostrano un andamento che non rientra in questa prevedibile diminuzione. Inoltre, vanno tenute in considerazione le carenze di GH dell’età adulta che conseguono ad alterazioni simili presenti nell’età pediatrica e in quella di transizione. La frequenza di carenza di ormone della crescita in età adulta è di circa 20 soggetti su 100.000 e la prevalenza è di 1 su 100.000 adulti. Ci può essere una carenza di ormone della crescita in età adulta come proseguimento di un’alterazione già presente in precedenza o per forme acquisite da cause note (forme acquisite) e non definite, cioè idiopatiche. Chi prima dell’età adulta aveva una mancanza completa di GH, abitualmente deve continuare la cura con ormone della crescita ricombinante, di solito a dosi più basse. I casi con carenza parziale di GH nell’età pediatrica e in quella di transizione potrebbero anche fare a meno del trattamento, ma solo se verifiche accurate e ripetute ne hanno escluso la necessità.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!
Rimani in contatto e sempre aggiornato sulle ultime notizie.

www.fondazioneserono.org/newsletter/

L’adenoma dell’ipofisi è la causa più frequente (54-71%) di carenza di GH nell’adulto, a prescindere dall’età, seguito dalla forma idiopatica. Il craniofaringioma, una forma di tumore, è discretamente frequente nei giovani adulti. Altre cause di carenza acquisita nell’adulto sono vari tipi di tumori, radioterapia e conseguenze di interventi chirurgici e danni da traumi.

Segni, sintomi e diagnosi

La carenza di ormone della crescita nell’adulto si può manifestare con:

  • aumento della massa grassa
  • riduzione eccessiva della massa magra
  • aumento eccessivo dei grassi nel sangue
  • diminuzione della forza dei muscoli e delle prestazioni fisiche
  • ridotta densità minerale dell’osso con osteoporosi e alto rischio di fratture
  • elevato rischio di malattie cardiovascolari e di decessi ad esse dovuti
  • diminuzione dello spessore della pelle, secchezza della stessa e riduzione della sudorazione
  • percezione di un inadeguato benessere fisico e psicologico
  • astenia e alterazioni del sonno

I protocolli di diagnosi di carenza di GH dell’adulto cambiano a seconda che si tratti di un proseguimento di una forma già presente o di un quadro di nuova comparsa. Nel primo caso, secondo le Linee Guida dedicate a queste condizioni, si dovrebbe sospendere per un mese la cura con GH ricombinante per poi eseguire esami di laboratorio che definiscano il grado di carenza di GH presente. Sulla base di questa evidenza, si decide se, e come, continuare la terapia. Se si sospetta una carenza di ormone di GH comparsa in età adulta, è importante raccogliere informazioni sulle possibili cause: traumi alla testa, radioterapia, ecc. Inoltre, l’anamnesi deve registrare la presenza di segni e sintomi non solo attribuibili alla carenza di GH, ma anche a quella di altri ormoni prodotti dall’ipofisi. Infine, non va ignorata l’alterazione della qualità della vita. Se, sulla base di tutte le informazioni raccolte, si conferma il sospetto di carenza di GH, si potranno eseguire esami di laboratorio e altri accertamenti che prevedono la somministrazione di stimoli specifici. Gli esiti di queste prove indicheranno l’eventuale necessità del trattamento con ormone della crescita ricombinante.

Approfondimento: Carenza Ormone della Crescita in Età  Adulta