Tempi più ridotti per l’invalidità civile

Notizia |
Tempi più ridotti per l'invalidità civile

L’Inps, in una recente nota, ha reso noto che le pratiche per l’invalidità civile saranno più brevi, grazie al processo di semplificazione e reingegnerizzazione dell’iter. Questi cambiamenti erano già stati implementati per i cittadini non più in età lavorativa, ma ora sono state estesi anche alle persone tra i 18 e 67 anni che presentano la domanda di invalidità civile, cecità o sordità.

Potrebbe interessarti anche…

L’istituto di previdenza precisa però che dal 10 Dicembre partirà una prima fase di sperimentazione che riguarderà solo le domande trasmesse online dai Patronati.

Il primo dato necessario è il codice fiscale ed una volta verificato si potrà procedere con l’attività di acquisizione della domanda, che è suddivisa in più pannelli. Alcuni sono finalizzati all’avvio dell’accertamento sanitario (richiedente, rappresentante legale, recapiti, accertamento), altri invece funzionali alla liquidazione dell’eventuale prestazione economica. E’ importante che tutti i campi obbligatori della sezione dedicata ai requisiti socio- economici vengano compilati altrimenti la domanda non potrà essere trasmessa. È prevista, infine, una sezione “Allegati” per l’inserimento di dichiarazioni di responsabilità e di altri documenti necessari in relazione alla domanda acquisita.

Una volta inviati i dati, questi ultimi passeranno automaticamente in fase concessoria dopo la definizione del verbale sanitario che riconosce il diritto alla prestazione economica.

L’Inps precisa che, in questa fase di avvio in forma sperimentale, rimangono disponibili, in alternativa, le ordinarie modalità di trasmissione del modello “AP70” dopo il completamento della fase sanitaria, qualora in fase di domanda non fossero inseriti i dati sopra descritti.

Simon Basten

Fonti: Inps, Studio Cataldi

Fact checking

Fact checking disclaimer

ll team di Fondazione si impegna a fornire contenuti che aderiscono ai più alti standard editoriali di accuratezza, provenienza e analisi obiettiva. Ogni articolo è accuratamente controllato dai membri della nostra redazione. Inoltre, abbiamo una politica di tolleranza zero per quanto riguarda qualsiasi livello di plagio o intento malevolo da parte dei nostri scrittori e collaboratori.

Tutti gli articoli di Fondazione Merck Serono aderiscono ai seguenti standard:

  • Tutti gli studi e i documenti di ricerca di cui si fa riferimento provengono da riviste o associazioni accademiche di riconosciuto valore, autorevoli e rilevanti.
  • Tutti gli studi, le citazioni e le statistiche utilizzate in un articolo di notizie hanno link o riferimenti alla fonte originale.
  • Tutti gli articoli di notizie devono includere informazioni di base appropriate e il contesto per la condizione o l'argomento specifico.