La storia di Nic Hamilton, pilota disabile e fratello di Lewis

Notizia |
Scritto da:
Fondazione Serono
La storia di Nic Hamilton, pilota disabile e fratello di Lewis

“Se lo puoi sognare, lo puoi fare”, così affermava Enzo Ferrari. Questa è una frase che si addice alla perfezione ad un ragazzo dell’Hertfordshire (Inghilterra), un certo Nicolas “Nic” Hamilton.

Potrebbe interessarti anche…

Classe 1992, è affetto fin dalla nascita da paralisi cerebrale. Il suo carattere è forte e cerca costantemente di superare le sfide legate al suo handicap. Crescendo, diventa ancor più determinato ed è sicuro che la patologia di cui è affetto non gli impedirà di raggiungere il sogno di tutta la vita: diventare un pilota da competizione.

Comincia con la moto di famiglia, poi prosegue con le auto: non a caso il campione di Formula 1 Lewis Hamilton è suo fratello. Ha la passione nel sangue e continua il suo percorso, anche se ci sono momenti difficili da superare. Dopo anni di duro lavoro, fatto di rieducazione motoria, palestra e piscina, arrivano i frutti: all’età di 17 anni abbandona finalmente la sua sedia  a rotelle per camminare da solo, senza alcun aiuto.

A quel punto, i genitori di Nicolas decidono di accettare la sua richiesta di essere autorizzato a correre: ottiene la licenza di pilotaggio e ha l’opportunità di correre nella serie Renault Clio Cup UK, una categoria altamente competitiva. Il suo battesimo del fuoco, “Nic” lo affronta come le sfide che la vita gli ha posto davanti. Infatti, con la stessa dedizione e determinazione ha un fantastico primo anno di corse, finendo decimo in classifica. Non male per un principiante, anche se ha un “padrino” tre volte campione del mondo di F.1!

Il suo secondo anno di corse si rivela più duro, senza tanta fortuna, ma Nicolas è sempre determinato e va avanti. Nel 2013, partecipa al Campionato Europeo Turismo con una vettura più potente, la SEAT León Supercopa da 300 Cv che conclude con un ottimo decimo posto assoluto. Nel 2015 è a bordo di una vettura da corsa ancora più prestazionale: l’Audi S3 Saloon con motore 8V, con cui partecipa a qualche gara del Campionato Inglese Turismo.

Quest’anno è ritornato al campionato Renault Clio Cup Uk, ma le sue ambizioni sono sempre alte. Il suo desiderio è quello di poter correre nel DTM (Deutsche Tourenwagen Masters) o in un altro campionato così prestigioso, un nuovo obiettivo che non mancherà di certo di raggiungere.

Recentemente, come testimonial del Mobility Roadshow (Inghilterra), Hamilton è stato accolto dal pubblico in modo caloroso per la sua determinazione e per i risultati raggiunti. Un’ottima ispirazione per i molti giovani con disabilità presenti, che hanno per primo obiettivo la guida e la mobilità indipendente.

Patrizia Terrasi

Fact checking

Fact checking disclaimer

ll team di Fondazione si impegna a fornire contenuti che aderiscono ai più alti standard editoriali di accuratezza, provenienza e analisi obiettiva. Ogni articolo è accuratamente controllato dai membri della nostra redazione. Inoltre, abbiamo una politica di tolleranza zero per quanto riguarda qualsiasi livello di plagio o intento malevolo da parte dei nostri scrittori e collaboratori.

Tutti gli articoli di Fondazione Merck Serono aderiscono ai seguenti standard:

  • Tutti gli studi e i documenti di ricerca di cui si fa riferimento provengono da riviste o associazioni accademiche di riconosciuto valore, autorevoli e rilevanti.
  • Tutti gli studi, le citazioni e le statistiche utilizzate in un articolo di notizie hanno link o riferimenti alla fonte originale.
  • Tutti gli articoli di notizie devono includere informazioni di base appropriate e il contesto per la condizione o l'argomento specifico.