MENU SEZIONE
MENU SEZIONE

Medici di famiglia: svolta epocale

Notizia

PUBBLICATO

Medici di famiglia: svolta epocale

Studi medici aperti sette giorni su sette e dalle 8 alle 24. Niente più Centri Unici di Prenotazione (Cup) o file per pagare il ticket, si potrà fare tutto dal medico di famiglia.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!
Rimani in contatto e sempre aggiornato sulle ultime notizie.

www.fondazioneserono.org/newsletter/

Queste sono le principali novità contenute nell’Atto di indirizzo per il rinnovo della convenzione di medicina generale che il Comitato di settore Governo-Regioni approverà oggi, 14 Aprile.

Un cambiamento epocale: Il medico di famiglia dovrà garantire continuità di servizio dalla mattina fino alla mezzanotte e nelle ore notturne sarà sostituito dal servizio del 118. “Una staffetta che consente di avere più medici disponibili nell'arco della giornata, andando a coprire anche fasce orarie come quelle dalle 8 alle 10 del mattino o del primo pomeriggio, dalle 14 alle 16, oggi meno coperte. E che generano così intasamenti nei pronto soccorso a discapito di chi ha una vera emergenza", spiega il segretario del sindacato dei medici di medicina generale Fimmg, Giacomo Milillo.

Come funzionerà? Ci sarà un nuovo modello organizzativo, le Aggregazioni territoriali funzionali (Aft), che consentirà al cittadino di avere accesso ad un medico per tutta la giornata. Se il proprio medico ha terminato il turno, ci sarà comunque un altro a disposizione che sarà collegato ad una banca dati con tutti i profili dei pazienti.

Questo favorirà l’apertura di nuovi maxi-ambulatori dove sarà possibile fare delle prime analisi, accertamenti diagnostici e piccola chirurgia ambulatoriale. In Italia ce ne sono circa 800 "che dovrebbero ora diffondersi in tutto il territorio nazionale grazie alla nuova convenzione, sempre che arrivino poi le autorizzazioni regionali", sottolinea Milillo. L'atto di indirizzo, ''è un atto doveroso, dopo sei anni di blocco della convenzione. Aggiustamenti saranno necessari ma il giudizio è positivo".

Simon Basten

Fonte: Ansa, Panorama

CONTATTA L'ESPERTO

Ricevi le risposte ai tuoi quesiti

Fai una domanda

CONTENUTI CORRELATI