MENU SEZIONE
MENU SEZIONE

Legge stabilità: 70 milioni per alunni disabili

Notizia

PUBBLICATO

Legge stabilità: 70 milioni per alunni disabili

La legge di Stabilità, approvata qualche giorno fa, ha stanziato 70 milioni per l’autonomia e il diritto allo studio degli studenti disabili. Una decisione che arriva dopo le numerose istanze mosse da diverse associazioni di categoria fra cui FISH, Ledha (Lega per i diritti delle persone con disabilità), FederHand, AIDP (Associazione Italiana per la Direzione del Personale), ANFFAS (Associazione Nazionale Famiglie di persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale) e UICI (Unione Italiana Ciechi e degli Ipovedenti).

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!
Rimani in contatto e sempre aggiornato sulle ultime notizie.

www.fondazioneserono.org/newsletter/

Con i fondi stanziati si ritorna alla tematica del supporto scolastico lasciato “orfano” - come sottolinea in una nota la FISH - dalla legge del 7 aprile 2014 n° 56. Con questo provvedimento legislativo si era deciso di spostare le competenze delle Province, anche quelle relative alla programmazione scolastica, alle Città metropolitane. L’emendamento del governo ristabilisce queste competenze, come sottolineato dalla deputata PD, Elena Carnevali, componente della commissione Affari Sociali: “Si riordina anche l'attribuzione delle competenze relative all'assistenza scolastica che vengono poste in capo alle Regioni le quali, sulla base delle loro disposizioni legislative, possono trasferire le risorse alle città metropolitane, alle aree vaste o ai Comuni anche in forma associate”. Si pone così fine a una serie di ricorsi al Tar presentati da vari Comuni contro le Province, ristabilendo anche le funzioni delle Province stabilite dalla legge Delrio e “garantendo il mantenimento dei servizi in essere dedicati agli studenti delle scuole secondarie superiori con disabilità”. Di fatto, spetterà alle Regioni l’organizzazione dell’assistenza scolastica per gli alunni disabili.

Già la scorsa estate erano stati stanziati 30 milioni di euro, giudicati poi insufficienti. Il governo aveva poi stanziato la cifra di 50 milioni, ma è stato approvato un subemendamento, firmato fra gli altri dall’onorevole Carnevali, per stanziare ulteriori 20 milioni, provenienti dalla tassazione delle slot machine. Questi non sono gli unici fondi stanziati nella legge di Stabilità, ci sono anche i 90 milioni per la legge “dopo di noi” che si occupa di assicurare un futuro e una giusta emancipazione ai disabili qualora venissero a mancare i genitori.

Soddisfatti sia il governo, nella persona dell’onorevole Carnevali, sia la FISH, in quella del suo presidente Vincenzo Falabella. Per il governo, come ha concluso, Carnevali: “L’integrazione scolastica degli alunni con disabilità è un punto di forza per realizzare un'esperienza di crescita individuale e sociale che deve essere garantita”. Anche Falabella è soddisfatto dei fondi stanziati dal governo e dal provvedimento che ha riordinato il settore scolastico per gli alunni disabili, ma nel commentare la notizia il presidente della Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap sottolinea il peso del lavoro futuro delle Regioni: “Non hanno più scusanti, devono metterci la loro parte. E lo stesso diritto deve essere garantito in modo omogeneo in tutta la Penisola senza discriminazioni né rallentamenti. Su questo vigileremo come abbiamo fatto finora, ricorrendo a tutti gli strumenti e i mezzi a disposizione”.

Chiara Laganà

Fonte: Superabile, FISH