MENU SEZIONE
MENU SEZIONE
Notizia

PUBBLICATO

L'arte accessibile

Il museo deve farsi carico di rappresentare la differenza come una ricchezza, non porla come un problema, ma come un modo per vedere la complessità del reale. Questo è quanto ci ha detto Irene Balzani della Fondazione Palazzo Strozzi ai margini del convegno internazionale L'arte accessibile che si è tenuto a Firenze, Palazzo Strozzi il 10 e l'11 novembre 2016.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!
Rimani in contatto e sempre aggiornato sulle ultime notizie.

www.fondazioneserono.org/newsletter/

Il convegno è stato l’occasione per mettere in rete programmi, approcci, successi e sfide attraverso esempi di best practice di livello internazionale che possano diventare un modello e uno stimolo per il territorio regionale e nazionale a ripensare i luoghi della cultura in chiave inclusiva. Nel corso dei due giorni relatori provenienti da diverse nazioni hanno portato le loro esperienze, alcune delle quali hanno contribuito a dar  vita ad una serie di workshop tenutisi al termine di entrambe le giornate utili a stabilire un confronto con altri esempi provenienti dal resto del mondo.

“La Fondazione Palazzo Strozzi è da sempre all'avanguardia nei programmi di accessibilità”  ci dice Arturo Galansino, Direttore Generale della Fondazione “ovvero quei programmi tesi ad includere i cosiddetti pubblici speciali. Siamo fieri di essere all'avanguardia in special modo con dei progetti rivolti ai malati di Alzheimer, autismo, disturbi della sfera cognitiva o disagio psichico. Vedere l'utilità dell'arte per la vita di queste persone è ciò che rende il nostro lavoro speciale”.

Nelle prossime settimane saranno on line tutti gli interventi del convegno, sotto titolati ove necessario. Un 'altra ottima iniziativa tesa a condividere le esperienze e le metodologie oggetto dell'iniziativa.

Marco Marcotulli